Courtrai

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Kortrijk)
Courtrai
comune
(NL) Kortrijk
(FR) Courtrai
Courtrai – Stemma Courtrai – Bandiera
Courtrai – Veduta
Localizzazione
Stato Belgio Belgio
Regione Flag of Flanders.svg Fiandre
Provincia Flag of West Flanders.svg Fiandre Occidentali
Arrondissement Courtrai
Amministrazione
Sindaco Vincent Van Quickenborne (VLD) dal 2012
Territorio
Coordinate 50°49′N 3°16′E / 50.816667°N 3.266667°E50.816667; 3.266667 (Courtrai)Coordinate: 50°49′N 3°16′E / 50.816667°N 3.266667°E50.816667; 3.266667 (Courtrai)
Superficie 80,03 km²
Abitanti 75 219 (01-01-2012)
Densità 939,89 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 8500
Prefisso 056
Fuso orario UTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Belgio
Courtrai
Courtrai – Mappa
Sito istituzionale

Courtrai (Cortraco in Italiano desueto [1], ufficialmente Kortrijk in olandese) è una città e comune di 75.000 abitanti del Belgio fiammingo, nella provincia delle Fiandre Occidentali, situata su diversi rami del fiume Lys. La città è capoluogo dell'omonimo circondario che conta circa 280.000 abitanti.

La città si trova a nord-est della città francese di Lilla e a sud-est di Gand. La lingua della città è l'olandese. Il territorio comunale comprende la storica città di vera e propria e 6 città minori, annesse successivamente all'istituzione del comune: Aalbeke, Bellegem, Bissegem, Heule, Marke e Kooigem.

Codici di avviamento postale: B-8500, B-8501, B-8510 e B-8511.

La città di Courtrai è la sede di istituzione universitarie KULAK, KATHO e HOWEST.

La città è un importante crocivia di assi autostradali europee E17 (Copenaghen-Anvers-Gand-Courtrai-Lilla-Paris) ed E403 (Bruges-Courtrai-Tournai).

Storia[modifica | modifica sorgente]

Municipio gotico

Sono state trovate scarse tracce di attività umane antecedenti il periodo gallo-romano. Le prime fortificazioni furono realizzate dopo la conquista dei Menapi da parte di Giulio Cesare nel I secolo a.C. I Franchi subentrarono ai Romani nella regione attorno al IV secolo e la amministrarono con il nome di Pagus Flandrensis. Le incursioni vichinghe del IX secolo indussero Baldovino I, conte delle Fiandre a rinforzare le fortificazioni preesistenti per ristabilire le rotte commerciali marittime. Courtrai ottenne lo statuto cittadino nel 1190, la popolazione iniziò ad aumentare e furono realizzate nuove mura e canali. Il 18 maggio 1302, a seguito della rivolta anti-francese implosa a Bruges qualche giorno prima, tutti gli abitanti francofoni di Courtrai vennero massacrati.

La battaglia di Courtrai[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi battaglia degli speroni d'oro.

La battaglia degli speroni d'oro ("Guldensporenslag"), svoltasi l'11 luglio 1302 sulla piana di Groninga nei pressi di Cortraco, oppose il Re di Francia alle milizie delle città fiamminghe insorte contro il dominio della Francia di Filippo IV il Bello. Per i comuni fiamminghi la vittoria ottenuta ebbe risvolti politici solo parziali. Filippo IV il Bello riuscì infatti ugualmente a mantenere il dominio della zona francofona delle Fiandre.

Nel XVI secolo la città divenne possesso del Ducato di Borgogna e prosperò ma, nel secolo successivo, si trovò a lungo contesa tra i francesi da una parte e spagnolo, e successivamente austriaci, dall'altra. Dopo l'occupazione napoleonica arrivò l'industrializzazione, specialmente nel settore tessile, che fece di questa città una delle capitali della produzione del lino. Il 21 luglio 1944 Courtrai, che era diventata un fondamentale snodo ferroviario per la Germania nazista, venne pesantemente bombardata dall'aviazione alleata.

Suddivisioni[modifica | modifica sorgente]

Distretti del comune di Courtrai

Il comune di Courtrai è costituito dai seguenti distretti:

  • Il centro storico di Courtrai (I)
  • Heule (II)
  • Bissegem (III)
  • Marke (IV)
  • Aalbeke (V)
  • Rollegem (VI)
  • Bellegem (VII)
  • Kooigem (VIII)

Monumenti e luoghi di interesse[modifica | modifica sorgente]

Beghinaggi
Beghinaggio
Cappella di Conti

Architetture religiose[modifica | modifica sorgente]

Architetture civili[modifica | modifica sorgente]

Cultura[modifica | modifica sorgente]

Istruzione[modifica | modifica sorgente]

Università[modifica | modifica sorgente]

Courtrai ha tre università: la KULAK (Katholieke Universiteit Leuven Campus Kortrijk), sezione della Katholieke Universiteit Leuven, la KATHO (Katholieke Hogeschool Zuid-West-Vlaanderen) e la HOWEST.

Musei[modifica | modifica sorgente]

  • Kortrijk 1302: un dia, siete siglos.
  • Museo di Belle Arti (il Broelmuseo)
  • Abbazia Groeninge (Museo Groeninge)
  • Museo dei Beghinaggi
  • Museo del Cinema
  • Museo dell'Agricoltura

Persone legate a Courtrai[modifica | modifica sorgente]

Antica denominazione[modifica | modifica sorgente]

In italiano desueto era Cortraco.[2]

Città gemellate[modifica | modifica sorgente]

Sport[modifica | modifica sorgente]

Calcio[modifica | modifica sorgente]

La squadra principale della città è il Koninklijke Voetbalclub Kortrijk.

Galleria fotografica[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Il nome Cortraco usato in italiano deriva direttamente dal latino Cortracus, a volte trascritto "Curtraco", raramente "Colterato". Cfr.: Handelingen, Volumi 1-7 Geschied en Oudheidkundige Kring van Kortrijk (Circolo Storico e Archeologico di Cortraco), 1908, p.46; inoltre cfr.: Index des noms de personnes et de lieux, de Th. de Hemptinne en A. Verhulst, de Oorkonden der Graven van Vlaanderen, Lieve de Mey, vol. II e III, p.88.
  2. ^ Il nome Cortraco usato in italiano deriva direttamente dal latino Cortracus, a volte trascritto "Curtraco", raramente "Colterato". Cfr.: Handelingen, Volumi 1-7 Geschied en Oudheidkundige Kring van Kortrijk (Circolo Storico e Archeologico di Cortraco), 1908, p.46; inoltre cfr.: Index des noms de personnes et de lieux, de Th. de Hemptinne en A. Verhulst, de Oorkonden der Graven van Vlaanderen, Lieve de Mey, vol. II e III, p.88.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Belgio Portale Belgio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Belgio