Komet (HSK 7)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Komet
Komet (auxiliary cruiser).jpg
Descrizione generale
War Ensign of Germany 1938-1945.svg
Tipo nave corsara
Caratteristiche generali
Dislocamento 7.500
Lunghezza 115 m
Larghezza 15,3 m
Pescaggio 6,5 m
Velocità 16 nodi nodi
Autonomia 35.100 miglia nautiche a 9 nodi
Equipaggio 274
Armamento
Armamento


6 cannoni da 155 mm
2 cannoni da 37 mm aa
4 cannoni da 20 mm aa
6 tubi lanciasiluri da 533 mm, di cui 2 sott'acqua
1 catapulta per 2 aerei
1 motobarca Ls 2 "meteorit"
30 mine


2 aerei Arado Ar 196 A-1 s

[senza fonte]

voci di navi presenti su Wikipedia

La Komet era un incrociatore ausiliario della Kriegsmarine che trovò impiego come nave corsara durante la seconda guerra mondiale. Conosciuta anche come HSK 7 (Hilfskreuzer 7 - incrociatore ausiliario 7), 'Schiff 45' e col codice B, venne costruita nel 1937 come nave da carico 'Ems' e convertita in corsara tra il 1939 e il 1940.

Al comando del capitano di vascello Robert Eyssen, la Komet salpò da Gotenhafen il 3 luglio del 1940 per iniziare la sua lunga corsa che durò ben 516 giorni e che la portò a battere le acque dell'Oceano Pacifico. Qui, insieme alla corsara Orion, affondò ben 7 navi per un totale di 43.155 tonnellate, mentre da sola affondò 3 navi per un totale di 21.380 tonnellate.

Il 26 novembre 1941 la Komet rientrò nel porto di Cherbourg e il 30 novembre arrivò a Cuxhaven, terminando così la sua prima crociera.

La sua seconda crociera iniziò il 7 ottobre 1942 e durò soltanto 2 giorni. Infatti, al comando del capitano di vascello Ulrich Brocksien, mentre attraversava il Canale della Manica, venne pesantemente bombardata. Rimase a galla fino al 14 ottobre, quando affondò a causa di una forte esplosione.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Zaffiri Gabriele. Le navi corsare del Terzo Reich. Patti (ME), Nicola Calabria Editore, 2005. ISBN 978-8888-010458-106

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Hilfskreuzer Komet

marina Portale Marina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di marina