Koizora (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Koizora
Sky of Love.png
Hiro e Mika, a casa di lui, realizzano d'esser sempre più reciprocamente innamorati.
Lingua originale giapponese
Paese di produzione Giappone
Anno 2007
Durata 129 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1,85:1
Genere drammatico, sentimentale
Regia Imai Natsuki
Soggetto Mika, Teruyo Nogami
Sceneggiatura Mutsuki Watanabe
Produttore TBS
Casa di produzione Toho
Fotografia Hideo Yamamoto
Musiche Shin Kono
Interpreti e personaggi

Koizora, noto anche con il titolo inglese Sky of Love, è un film del 2007 basato sul romanzo omonimo del 2005 trasmesso online; con Haruma Miura che interpreta il ruolo del protagonista. Precede di un anno il dorama in 6 puntate dallo stesso titolo (Koizora).

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Mika, studentessa del primo anno di liceo, un giorno perde il suo telefonino; lo ritrova più tardi nella biblioteca della scuola seguendone lo squillo fattogli da uno sconosciuto. Per tutta l'estate Mika e il suo interlocutore misterioso continuano a parlare in questo modo, fino a che non decidono di incontrarsi di persona appena ricominciate le lezioni. L'interlocutore si rivela così esser Hiro, un ragazzo che, alla prima apparenza, non si dimostra esser molto affidabile (ha i capelli tinti, oltretutto) Siccome Mika non crede sia lui la persona gentile ed affabile con cui ha chiacchierato per mesi Hiro, per provargli la sua identità gli mostra una foto del cielo attraversato dalla scia di un aereo che lei gli aveva mandato tempo addietro. Cominciano a frequentarsi, conosce i suoi amici e la sorella e viene a sapere che aveva una ragazza di nome Saki; il ragazzo la rassicura dicendole che ha rotto definitivamente con lei. Un giorno a casa di lui hanno un rapporto sessuale (la "prima volta" di Mika). Hiro la porta nel suo luogo preferito, in riva al fiume; sdraiati sull'erba gli fa osservare il cielo e lo scorrer dolce e tranquillo dell'acqua e gli dice: "ecco, io sono come il fiume, che scorre sempre avanti". In seguito il ragazzo compra due anellini e ne dona uno a Mika come pegno del loro eterno amore. Però Saki è ancora molto possessiva nei confronti di Hiro: per vendicarsi ingaggia un gruppetto di ragazzi delinquenti per rapire Mika e violentarla a turno senza pietà. Hiro viene a sapere tutto e, mentre Mika è sotto le cure della sorella di lui Minako, va a cercare i balordi per punirli. Viene così a sapere ch'è stata tutta opera di Saki. La trascina davanti a Mika costringendola ad inginocchiarsi davanti a lei per chiederle perdono e, assieme a Minako, le taglia i bei capelli lunghi. Non molto tempo dopo però, su tutte le lavagne della scuola appare il numero di cellulare di Mika con questa frase: "Sono disponibile per tutti, ogni notte sono pronta per voi". Hiro continua a protegger la ragazza da questi tentativi di bullismo; lei gli assicura di non esser affatto pentita di stare assieme a lui. Poco dopo si scopre incinta. Hiro si dimostra esser letteralmente entusiasta per l'avvenimento, molto più di quanto la stressa Mika potesse sperare: entrambi riescono ad ottener il permesso dai genitori di tenere il bambino e provare a crescerlo insieme. Lui è pronto a cercarsi subito un lavoro per mantener la ragazza che ama. Nonostante gli ancora notevoli dubbi e preoccupazioni della famiglia di lei, Mika si mostra ben determinata e sicura di sé. Purtroppo a seguito di una caduta (era stata spintonata e aggredita da Saki) Mika ha un aborto spontaneo. Disperati, i due ragazzi costruiscono una specie di tomba per il loro bambino (doveva esser una femmina, gli viene detto) non nato in un angolo del giardino, promettendosi a vicenda di venir a visitare il luogo ogni anno il giorno dell'anniversario della morte della loro figlioletta. Ma inaspettatamente, poco dopo l'inizio del secondo anno Hiro sembra prender via via sempre più le distanze da Mika, fino a che non le dice chiaro e tondo che vuole rompere con lei; si fa anche veder ubriaco che bacia un'altra ragazza. Questo si rivela un brutto colpo per Mika, la quale non riesce assolutamente a spiegarsi il motivo del comportamento tutto a un tratto così negativo di Hiro nei suoi confronti. Il ragazzo arriverà perfino in riva al fiume a gettargli via l'anello che aveva comprato; non frequenta più la scuola e sembra esser diventato un autentico asociale. Ferita e delusa Mika non si dà pace: invitata dalle amiche a una festa per distrarsi incontra Yu, che si dimostra esser un ragazzo tranquillo e serio. Egli entra subito in sintonia con lei e comincia a corteggiarla gentilmente ma con insistenza. Lei rimane conquistata dalla maturità e senso di responsabilità di Yu (riuscirà perfino ad impedir che i genitori di Mika si separino a seguito di difficoltà economiche crescenti). Il giorno della morte della figlia, il 24 dicembre, Mika trova Hiro a visitar la "tomba" secondo la promessa che s'erano fatti l'anno prima: ha costruito un pupazzetto di neve e messo accanto un paio di guantini da neonato di lana. Nevica e fa freddo, ma Mika prova improvvisamente una sensazione fortissima di calore proveniente dal ragazzo: cerca di chiedergli ancora una volta spiegazioni riguardo alla loro rottura ma riceve solo risposte evasive. Sembra cambiato, strano, e indossa un largo berretto di lana che gli nasconde i capelli. L'anno successivo, allo scader dell'anniversario, come al solito Mika si presenta al luogo convenuto per ricordar la bambina che non son riusciti ad avere; questa volta però non trova Hiro ad aspettarla, bensì Nozomu, il più caro amico e confidente del ragazzo. Davanti alla tomba, sotto la neve che cade copiosa anche quell'anno, Nozomu rivela a Mika che in realtà Hiro non l'ha davvero mai dimenticata e che l'ha lasciata solo per non farla soffrire ancor di più del tutto inutilmente. Difatti al ragazzo è stato diagnosticato un tumore maligno ed ha ancora poco tempo da vivere: per questo s'è allontanato da lei, per non fargli pesare anche quella ulteriore disgrazia. Mika abbandona allora Yu e corre immediatamente da Hiro, all'ospedale dove si trova ricoverato. Sconvolta e anche arrabbiata per il fatto ch'egli ha finto per tutto questo tempo di non amarla solo per garantirle un futuro felice con l'altro ragazzo (li aveva intravisti in biblioteca ridere allegramente), Mika gli ribadisce ancora una volta che solo l'amore di lui può davvero renderla felice nella vita. Hiro gli dirà di non esser più come il fiume, bensì di desiderar assomigliar al cielo: in questo modo dall'alto potrà sempre vegliar su di lei e seguirla e proteggerla ovunque ella vada. La ragazza inizia così a visitarlo assiduamente, prendendosi anche un anno di vacanza dalla scuola per poter assister meglio e prendersi cura di Hiro, il quale lentamente comincia un po' alla volta a mostrar segni di ripresa. La volontà di sopravvivere di Hiro, grazie alla vicinanza di Mika, si fa sempre più forte: ma durante un controllo di routine si verifica un'improvvisa complicazione e Hiro muore, dopo esser riuscito per l'ultima volta a parlar con Mika attraverso il telefono cellulare. Le sue ultime parole sono: "devi cercar d'esser sempre felice". Mika, incapace di sopportar il destino maligno che s'è ancora una volta abbattuto su di lei cerca di suicidarsi gettandosi da un ponte, ma viene fermata dall'alzarsi in volo improvviso d'uno stormo di colombe bianche che si dirigono verso il cielo azzurro. L'oramai giovane donna interpreta questo fatto come un segno inviatogli da Hiro. Leggendo il suo diario, consegnatole dalla sorella di lui, apprende che Hiro avrebbe voluto continuar a vivere attraverso di lei, la prima e sola ragazza che avesse mai amato. Negli anni a venire Mika si troverà spesso a riflettere su quanto l'incontro con Hiro abbia cambiato in modo radicale la sua esistenza; e di come stia cercando con tutte le forze di viver al meglio, felicemente, anche e soprattutto per lui perché lei sa, ne è convinta e certa, che Hiro continua (e continuerà sempre) a viver dentro di lei. Come un bellissima presenza che costantemente la sostiene ed aiuta.

Interpreti, personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Yui Aragaki è Mika: una normalissima studentessa di liceo che si innamora di Hiro; le esperienze vissute con lui gli daranno le sensazioni più belle che avesse mai vissuto fino a quel momento.
  • Haruma Miura è Hiroki: un ragazzo con una cattiva fama, di carattere problematico e coi capelli tinti
  • Keisuke Koide è Yu: studente universitario della regione del Kansai che divien il fidanzato ed il sostegno emotivo di Mika dopo che questa è stata abbandonata da Hiro.
  • Asami Usuda è Saki: ex fidanzata di Hiro ma ancora possessivamente legata a lui, che arriverà a molestar Mika e perseguitarla fino a giungere alla vera e propria violenza fisica.
  • Karina Nose è Minako: sorella maggiore di Hiro, diverrà una carissima amica per Mika.
  • Aoi Nakamura è Nozomu: il miglior amico di Hiro.
  • Haru è Aya: miglior amica di Mika, si fidanzerà con Nozomu.
  • Riuji Yamamoto è Hirokaru: padre di Hiro.
  • Yumi Asou è Akemi: madre di Hiro.
  • George Takahashi è Katsuji: padre di Mika.
  • Yuko Asano è Yasue: madre di Mika.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema