Kobzar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Un Kobzar (in ucraino: кобзар, pl. kobzari Ucraino: кобзарі) è un menestrello cosacco ucraino.

Kobzar letteralmente significa suonatore di Kobza, uno strumento musicale ucraino a corda della famiglia dei liuti. I Kobzar furono talvolta ciechi, ma lo stereotipo diffuso è che lo siano tutti. Andavano di villaggio in villaggio cantando i propri versi.

Secondo numerose fonti [1][2]i kobzar furono annientati negli anni '30 per ordine di Stalin che li riteneva elementi antirivoluzionari. Furono invitati a un convegno dove vennero fucilati in massa.

"Kobzar" è anche una raccolta di poesie di un illustre poeta ucraino Taras Scevchenko.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

NOTE[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Solomon Volkov, Testimonianza: le memorie di Dmitrij Shostakovich,Bompiani, 1981
  2. ^ N. Kononenko, Ukrainian Minstrels: And the Blind Shall Sing, M.E. Sharpe (ISBN 978-0-7656-0144-5)

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]