Ko Ko

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ko Ko
Artista Charlie Parker
Tipo album Singolo
Pubblicazione 1945
Durata 3 min : 03 s
Genere Jazz
Bebop
Etichetta Savoy Records
MG 12079
Registrazione 26 novembre 1945, Savoy Records Studios, New York City
Formati 45 giri

Ko Ko (indicato a volte anche con i titoli Ko-Ko, e Koko[1]) è uno standard jazz Bebop composto da Charlie Parker nel 1945 durante una seduta di registrazione in studio insieme al trombettista Dizzy Gillespie. Nel 2002, la Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti ha incluso la prima registrazione effettuata da Parker di Ko Ko al National Recording Registry per la preservazione ai posteri.

Il brano[modifica | modifica wikitesto]

Origine e storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel periodo 1942-44, il divieto imposto dal sindacato nazionale dei musicisti americani,[2] aveva vietato ai musicisti del nascente genere bebop di inicidere nuove composizioni. Di conseguenza, Ko Ko viene generalmente considerata essere la prima registrazione di un brano in stile bebop mai effettuata, oltre che il manifesto musicale del nascente genere.

Charlie Parker raccontò di avere accidentalmente "creato" il bebop mentre improvvisava suonando Cherokee, un brano di Ray Noble. Lo suonò così tante volte che alla fine ne aveva la nausea, ma si accorse che impiegando come linea melodica gli intervalli più alti delle armonie e mettendovi sotto armonie nuove, simili, stava suonando qualcosa di "nuovo", una sorta di ritmo musicale insolito che aveva dentro di sé. Ko Ko possiede un'introduzione parzialmente improvvisata e la struttura di base degli accordi basata su quella di Cherokee.[3]

« Non riuscivo più a sopportare le armonie stereotipate che allora venivano continuamente impiegate da tutti. Continuavo a pensare che doveva esserci qualche cosa di diverso. A volte riuscivo a sentire qualcosa, ma non ero in grado di suonarlo... Si quella notte improvvisai a lungo su Cherokee. Mentre lo facevo mi accorsi che impiegando come linea melodica gli intervalli più alti degli accordi, mettendovi sotto armonie nuove, abbastanza affini, stavo suonando improvvisamente ciò che per tutto quel tempo avevo sentito dentro di me. Rinacqui a nuova vita.[4] »
(Charlie Parker)

Registrazione[modifica | modifica wikitesto]

Parker incise Ko Ko il 26 novembre 1945 negli studi della Savoy Records a New York. Gli altri musicisti che parteciparono alla seduta di registrazione insieme a Parker furono Curly Russell al contrabbasso, Max Roach alla batteria e Dizzy Gillespie alla tromba e al pianoforte.[5] Dalla stessa seduta di registrazione che produsse Ko-Ko, scaturirono anche i brani Billie's Bounce, Warming Up a Riff, Now's the Time, Thriving on a Riff, e Meandering.[6] Il trombettista Miles Davis avrebbe originariamente dovuto suonare nella registrazione, ma il suo posto venne rilevato da Gillespie poco tempo prima dell'inizio della sessione in studio.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

  • Charlie Parker - sax contralto
  • Dizzy Gillespie - tromba, pianoforte
  • Curley Russell - contrabbasso
  • Max Roach - batteria

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Woideck, Carl. Charlie Parker: Vita e musica, EDT, Torino, 2009, pag. 135, ISBN 978-88-6040-242-4
  2. ^ Il 1º agosto 1942, la Federazione Americana dei Musicisti, dietro mandato del presidente James Petrillo, iniziò uno sciopero ad oltranza contro le maggiori case discografiche del Paese per ragioni di pagamento delle quote dei diritti. Iniziato a mezzanotte del 31 luglio 1942, lo sciopero prevedeva che nessun musicista iscritto al sindacato avrebbe potuto incidere nuovi pezzi per nessuna casa discografica statunitense.
  3. ^ Reisner, Robert George. Bird: The Legend of Charlie Parker, Da Capo Press, pag. 103 - ISBN 0306800691
  4. ^ Shapiro Nat, Hentoff Nat. Hear Me Talkin' To Ya, 1955, pag. 354
  5. ^ Torgovnick, Marianna. Eloquent Obsessions: Writing Cultural Criticism, Duke University Press, page 112 - ISBN 082231472X
  6. ^ The Charlie Parker Story (Savoy Jazz)