Kiwa puravida

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Kiwa puravida
Kiwa puravida.tif
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Arthropoda
Subphylum Crustacea
Classe Malacostraca
Ordine Decapoda
Infraordine Anomura
Famiglia Kiwaidae
Genere Kiwa
Specie K. puravida
Nomenclatura binomiale
Kiwa puravida
Thurber, Jones, Schnabel

Kiwa hirsuta è una specie di crostacei della famiglia delle Kiwaidae. È stata scoperta nel 2006, in vita, a circa un chilometro di profondità nelle acque della Costa Rica da Andrew Thurber, William J. Jones e Kareen Schnabel.[1][2]

Il suo nome, "puravida", significa "vita pura" e si riferisce ad un modo di dire in spagnolo costaricano molto diffuso in Costa Rica.[1]

Questi granchi vivono nelle fredde profondità dell'oceano e si cibano essenzialmente di proteobatteri simbiotici, che fanno crescere sui loro lunghi arti anteriori. Questi batteri metabolizzano l'idrogeno solforato e il metano per produrre l'energia necessaria ai crostacei, i quali successivamente li ingeriscono mediante il loro apparato boccale a forma di pettine.[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Andrew R. Thurber, William J. Jones, Kareen Schnabel, Dancing for Food in the Deep Sea: Bacterial Farming by a New Species of Yeti Crab, PLOS ONE, 30 novembre 2011. URL consultato il 20 maggio 2014.
  2. ^ a b (EN) Ed Yong, Yeti crab grows its own food, Nature, 2 dicembre 2011. URL consultato il 29 maggio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi