Kirsten Munk

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kirsten Munk

Kirsten Munk (6 luglio 159819 aprile 1658) fu una nobile danese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era figlia del conte e consigliere Ludvig Munk e di Ellen Marsvin, nobildonna danese.

Divenne amante del re Cristiano IV di Danimarca, vedovo di Anna Caterina del Brandeburgo, riuscendone a diventare la seconda moglie nel 1615. Si trattava tuttavia di un matrimonio morganatico che non consentiva dunque alla eventuale prole di avanzare diritti ereditari al trono.

Kirsten diede alla luce dodici figli:

Nel 1627 divenne contessa del Schleswig-Holstein e i figli avuti da Cristiano assunsero il titolo di conti di Schleswig-Holstein. Essendo infatti il matrimonio con il re solo morganatico, la prole non poteva fregiarsi del titolo di principe.

Accusata di aver frequentato altri uomini, il re si rifiutò di legittimare l'ultimogenita Dorotea Elisabetta e divorziò dalla moglie nel 1630.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 68213451