Kingdom Hearts coded

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Kingdom Hearts coded
Titolo originale キングダム ハーツ コーデッド
Sviluppo Kingdom Hearts coded
Square Enix
Kingdom Hearts Re:coded
h.a.n.d.
Pubblicazione Square Enix
Ideazione Tetsuya Nomura
Serie Kingdom Hearts
Data di pubblicazione Kingdom Hearts coded
Episodio preinstallazione
Giappone 18 novembre 2008
Episodio 1
Giappone 3 giugno 2009
Episodio 2
Giappone 8 luglio 2009
Episodio 3
Giappone 5 agosto 2009
Episodio 4
Giappone 17 settembre 2009
Episodio 5
Giappone 15 ottobre 2009
Episodio 6
Giappone 26 novembre 2009
Episodio 7
Giappone 26 dicembre 2009
Episodio 8
Giappone 28 gennaio 2010

Kingdom Hearts Re:coded
Giappone 7 ottobre 2010
Stati Uniti 11 gennaio 2011
EuropaAustralasia 14 gennaio 2011

Genere Rompicapo
Tema Fantasy
Modalità di gioco Giocatore singolo
Piattaforma Telefono cellulare, Nintendo DS, PlayStation 3
Supporto Download digitale, cartuccia
Fascia di età CERO: A
ESRB: E10+
Preceduto da Kingdom Hearts II
Seguito da Kingdom Hearts 358/2 Days

Kingdom Hearts coded (キングダム ハーツ コーデッド Kingudamu Hātsu kōdeddo?) è un videogioco rompicapo a episodi sviluppato e pubblicato da Square Enix, in collaborazione con Disney Interactive Media Group. Il gioco appartiene alla saga di Kingdom Hearts ed è incentrato su un giovane Sora e Topolino. Kingdom Hearts coded è giocabile su telefoni cellulari che ne supportano la grafica ed è possibile scaricare episodi nuovi riguardanti esso su un canale online.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La storia avviene dopo Kingdom Hearts II, quando Re Topolino, il Grillo Parlante, Paperino e Pippo tornano al Castello Disney. Il Grillo rilegge il Grillario e trova una frase misteriosa: "Dobbiamo tornare indietro per curare i loro tormenti." Il Grillo porta il Grillario al Re e questi decide di digitalizzare il Grillario per scoprire il significato della frase; tuttavia dei "bug", ovvero degli errori, stanno portando i mondi digitali nel caos. Topolino chiede quindi aiuto a un Sora Digitale, che dovrà eliminare i bug. La storia ha raggiunto la conclusione con l'ottavo episodio.

Episodio 1[modifica | modifica wikitesto]

Rilasciato il 3 giugno 2009.

Dopo l'introduzione, la storia si sposta nelle Isole del Destino digitali, dove Data Sora sta aiutando Tidus, Wakka e Selphie a indagare su degli strani blocchi (i bug). Mentre indaga, Sora incontra nel grotta un tizio incappucciato che gli dice: "Questo mondo è stato danneggiato". Sora passa attraverso la serratura e combatte con Darkside; dopo la lotta, come in KH1, l'Isola viene spazzata via da una tempesta e Sora viene perso nel mare di dati. Nel Castello Disney intanto compare un nuovo messaggio nel Grillario: "il loro tormento è stato diminuito". Subito dopo il monitor del pc mostra Riku durante la notte della tempesta delle Isole, dove incontra Ansem (l'Heartless di Xehanort) ancora incompleto che gli apre il passaggio verso la Fortezza Oscura.

Episodio 2[modifica | modifica wikitesto]

Rilasciato l'8 luglio 2009.

Sora si risveglia alla Città di Mezzo. Qui incontra Cid, che gli chiede di aiutarlo a cercare Qui, Quo e Qua. I tre fratelli si sono persi cercando delle informazioni sui blocchi che sono comparsi in città e, ogni volta che uno di essi viene salvato, danno a Sora un frammento misterioso. Ottenuti i primi tre frammenti, Sora capisce che sono parte di una serratura e improvvisamente ricompare l'uomo incappucciato; questo dà a Sora un quarto frammento, l'ultimo, e formata la Serratura compare un gigantesco Heartless: Guardia di Ferro. Dopo la battaglia, al Castello Disney arriva un nuovo messaggio che mostra al Re, Paperino, Pippo e Grillo un'altra scena avvenuta nel primo Kingdom Hearts: mentre Sora, Paperino e Pippo stringevano amicizia a Città di Mezzo, Pluto si intrufolava in un vicolo ed entrava in un portale oscuro appena aperto. Subito dopo, stranamente, nel castello compaiono degli Heartless e Topolino li sconfigge tutti con il Keyblade "Cercastelle". Quindi si dirige verso la porta ma questa è bloccata, intrappolando nella biblioteca il Re e gli altri.

Episodio 3[modifica | modifica wikitesto]

Rilasciato il 5 agosto 2009.

Il Re, Pippo, Paperino e Grillo sono ancora intrappolati nella biblioteca del Castello Disney e un nuovo messaggio appare sullo schermo: "Nessuna porta è sbarrata per coloro che curano?". Nel frattempo, Sora raggiunge il Paese delle Meraviglie. Qui aiuta Alice a esplorare il mondo e a cercare le "Memory Words" (Parole della Rimembranza) per ripristinare i ricordi di Sora con i quali ricevere aiuto dallo Stregatto. Lo Stregatto dice loro che la Serratura potrebbe trovarsi nel castello della Regina di Cuori. Una volta trovata, Sora affronta l'Heartless Trickmaster. Subito dopo incontra il tizio incappucciato ma, cercando di acciuffarlo, finisce dritto nella biblioteca del Castello Disney. Topolino e gli altri rimangono allibiti, ma subito dopo li raggiunge anche l'uomo misterioso.

Episodio 4[modifica | modifica wikitesto]

Rilasciato il 17 settembre 2009.

L'uomo misterioso rivela di essere il Grillario stesso che ha preso le sembianze di Riku e spiega a Topolino, Paperino, Pippo e il Grillo che non si trovano più nel mondo reale, ma nel mondo fatto di dati, così che sia spiegata la presenza degli Heartless. Sora arriva al "Monte Olimpo", combattendo con Cloud ed Ercole. Il Colosseo è stato trasformato in un labirinto a causa dei bug e Fil spiega a Sora che Ercole vi si è addentrato per trovare cosa non vada. Sora trova la Serratura e poi raggiunge Ercole per dargli man forte. Ade è colui che ha dato inizio al problema e ha un assassino pronto a combattere per lui. Sora ed Ercole vedono Cloud combattere e lo aiutano. Anche se si unisce a loro, Sora dovrà combattere contro Cloud, Ade e Cerbero per salvare il mondo. A fine episodio, Pietro compare davanti a Sora.

Episodio 5[modifica | modifica wikitesto]

Rilasciato il 15 ottobre 2009.

Pietro rivela di far parte del mondo reale e di essere arrivato nel mondo dei dati per conquistarlo. Dopodiché scappa e Sora lo insegue, finendo ad Agrabah. Qui perde di vista Pietro, ma incontra Aladdin, che gli chiede aiuto per trovare Jasmine. Sora trova Jasmine, combattendo con Jafar, inseguendolo fino al palazzo reale. Jafar ruba la lampada di Aladdin, rapisce Jasmine e crea una finta lampada per guadagnare più tempo. Sora trova la vera lampada da Iago e invoca il Genio, chiedendogli aiuto. Alla Caverna delle Meraviglie, Sora capisce che Jafar ha gettato un incantesimo sulla testa della tigre, l'entrata della Caverna delle Meraviglie, contro cui deve combattere. Sora si fa strada dentro la Caverna delle Meraviglie, affrontando Jafar e riuscendo a fermarlo. Sora trova la Serratura e poi affronta per l'ultima volta Jafar, diventato un Genio, sconfiggendolo. Pietro ricompare nuovamente, uscendo dalla Caverna, seguito da Sora. All'improvviso compare Malefica che distrugge il Keyblade di Sora, dicendo "questo è il nostro mondo, lo sai" e ordina a degli Shadows di attaccarlo.

Episodio 6[modifica | modifica wikitesto]

Rilasciato il 26 novembre 2009.

Topolino e il Grillario raggiungono Sora ad Agrabah e sconfiggono gli Heartless. Pietro spiega che stava spiando il Re al Castello Disney quando una strana luce li ha trasportati nel mondo digitale. Lo dice a Malefica che decide di conquistare il mondo digitale, dato che il Castello che Non Esiste è andato distrutto. Riku (il Grillario) viene rapito da Pietro e Malefica; Topolino li insegue aprendo la strada a Sora, incapace di combattere senza il Keyblade, arrivando alla Fortezza Oscura, dove li raggiungeranno anche Paperino e Pippo. Pietro passa attraverso una porta chiusa, che Sora, Paperino e Pippo riescono ad aprire solo dopo aver raccolto quattro frammenti. Raggiunto Pietro comincia una battaglia, che Sora riesce a sconfiggere solo dopo che un nuovo Keyblade gli compare in mano. Tuttavia Pietro chiama Riku, di cui ha preso il controllo tramite i bug. Sora sconfigge anche Riku, che cade addormentato, ma Pietro riesce a scappare. Il Keyblade apre una serratura e Topolino capisce che finché i bug non verranno distrutti, Riku non potrà svegliarsi.

Episodio 7[modifica | modifica wikitesto]

Rilasciato il 26 dicembre 2009.

Sora, per poter risvegliare Riku, entra nel mondo fatto di dati; qui perde tutte le sue abilità che prendono la forma materiale di alcune corone. Incontra un altro Data Riku, che gli spiegherà che per riottenerle dovrà visitare i suoi ricordi dei mondi corrotti dai bug. In seguito, i due continuano a Fortezza Oscura, dove combatteranno ancora una volta il Grillario infestato dai bug e Sora riotterrà tutta la sua forza. Sora affronterà poi anche Malefica Drago e Topolino, Paperino e Pippo potranno tornare nel mondo reale, anche se per completare il ripristino del diario il Sora digitale perderà i suoi ricordi. Il Grillario viene ripristinato al 100%, ma prima che i bug vengano cancellati Sora vuole salvare Pietro e Malefica, ancora nel mondo digitale. Sora li raggiunge mentre vengono sconfitti da Sora-Shadow, che dovrà poi affrontare lui. Topolino torna finalmente nel mondo reale, ma Riku dice loro che è comparsa la porta per un nuovo mondo, ovvero quello aggiunto dai dati. Topolino, rendendosi conto che potrebbe essere pericoloso per Data Sora (che ha già perso i suoi ricordi) girare da solo nel mondo digitale, chiede a Riku di poter tornare là.

Episodio 8[modifica | modifica wikitesto]

Rilasciato il 28 gennaio 2010.

Sora si risveglia a Città di Mezzo. Topolino lo raggiunge e gli dice che è ora che sappia la verità. Il Re apre la nuova porta e i due raggiungono il mondo aggiunto nei dati: il Castello dell'Oblio. Sora, di nuovo da solo, incontra l'uomo incappucciato e gli dice che se vuole conoscere la verità dovrà proseguire; quindi da a Sora delle Carte Mondo. Ad ogni piano Sora affronta i ricordi dei mondi visitati in precedenza e i suoi amici, fra cui anche Data Riku (che gli mostra un altro ricordo durante il periodo di KH1, lui con Kairi senza cuore all'Isola che Non C'è), poi Pietro e Malefica che, una volta sconfitti, promettono di tornare. Durante tutta la salita però, Sora sente che pur non avendoli incontrati, in lui c'è il tormento di "qualcuno". L'uomo in nero lo avvisa che se terrà troppo stretto quel tormento verrà inghiottito dall'Oscurità, ma Sora non vuole saperne di rinunciare. È allora che il nemico misterioso rivela chi è: Roxas, che attacca Sora dicendogli che gli farà conoscere il vero tormento. Dopo la battaglia, Roxas da a Sora la Carta della Verità e scompare. Sora ritrova Topolino e insieme aprono l'ultima porta del Castello, dove trovano Naminé. Lei spiega a Sora che quando cancellò i suoi ricordi (in Kingdom Hearts: Chain of Memories) e li ricostruì, notò nelle profondità del suo cuore i ricordi di qualcun altro, che hanno poi generato i bugs. Da lì comparve nel Grillario la scritta "Dobbiamo tornare per liberarli dal loro tormento": anche se sono scomparsi, Roxas, Axel, Xion e Naminé sono ancora collegati nel cuore di Sora... così come Terra, Aqua e Ventus. Sora dice di sentire come se li avesse incontrati e Naminé dichiara che lui ha effettivamente incontrato due di loro, e di avere una speciale connessione con l'altro. Inoltre, in futuro, verrà il tempo in cui avranno bisogno di essere risvegliati. Topolino promette a Naminé di informare il vero Sora e, mentre se ne vanno, Data Sora ringrazia Naminé.

Dopo i titoli di coda, viene mostrato Topolino mentre scrive una lettera, la stessa che Sora riceverà alla fine di Kingdom Hearts II. Nel messaggio il Re informa Sora, Riku e Kairi che la verità riguardo al Keyblade è connessa nei loro cuori e che dovranno partire per un nuovo viaggio per poter salvare delle persone che stanno soffrendo.

Mondi giocabili[modifica | modifica wikitesto]

Mondi che appaiono solo nei filmati[modifica | modifica wikitesto]

Kingdom Hearts Mobile[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Kingdom Hearts Mobile.

È il portale dal quale si scaricano mensilmente gli episodi creando un avatar, è possibile giocare con dei minigames. Una volta che gli episodi vengono conclusi, si sbloccano nuovi costumi e gadget per l'avatar, nuovi personaggi, nuovi scenari e nuovi minigiochi.

Spesso e volentieri, KH: Mobile viene confuso con V-CAST, capitolo per telefoni cellulari sviluppato dalla società americana Verizon Wireless nel 2004. Nonostante il gioco sia distribuito dalla Disney, non essendo prodotto dalla Square, Kingdom Hearts V CAST è considerato non canonico dai fans.

Kingdom Hearts Re:coded[modifica | modifica wikitesto]

Il 6 giugno 2010, il doppiatore americano del Grillo Parlante, Phil Snyder, ha confermato sul suo sito personale di star lavorando sul remake del videogioco, Kingdom Hearts Re:coded. Il gioco è uscito per Nintendo DS il 7 ottobre 2010 in Giappone, l'11 gennaio 2011 nel Nordamerica e il 14 gennaio 2011 in Europa. Il remake contiene un Secret Ending dove Yen Sid dice a Re Topolino di voler far fare l'esame per maestri del Keyblade a Sora e Riku, dando così l'avvio a Kingdom Hearts 3D: Dream Drop Distance.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi