Kim Kyu sik

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Kim Kyu sik (Hwanghae, 29 gennaio 1881Seul, 10 dicembre 1950) è stato un politico sudcoreano e in precedenza il primo, secondo ed ultimo vicepresidente del governo provvisorio della repubblica di Corea. Il nome completo è Kim Kyu sik, ma viene più comunemente conosciuto con il nome di Usa Kim Kyu Sik.

A diciotto anni è uno dei capi della rivolta di Tonghak del 1894, nel corso della quale lanciò un attacco contro i soldati giapponesi stanziati a dongrae in Pusan. La lotta proseguì per vari anni e Kim kyu sik aumentò il sempre di più il suo prestigio nella rivoluzione fino a che il marzo 1918 venne esiliato in Cina dove partecipò ad un governo provvisorio coreano in esilio stabilitosi a Shanghai.

Fu il primo e secondo vicepresidente del governo provvisorio della repubblica di Corea. Durante la seconda guerra mondiale, sostenne l'esercito per la liberazione della Corea, rifiutando la divisione dello stato dopo il 1945 e proponendo un congresso per l'unificazione a Pyongyang con il futuro presidente Kim Il Sung della Corea del Nord.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie