Killer Joe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Killer Joe
Killer Joe.JPG
Matthew McConaughey in una scena del film.
Titolo originale Killer Joe
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 2011
Durata 103 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere thriller, noir
Regia William Friedkin
Soggetto Tracy Letts (opera teatrale)
Sceneggiatura Tracy Letts
Produttore Nicolas Chartier, Scott Einbinder, Patrick Newall (co-produttore), Eli Selden (produttore associato), Doreen Wilcox Little (produttore associato)
Produttore esecutivo Christopher Woodrow, Molly Conners, Vicki Cherkas, Zev Foreman, Roman Viaris
Casa di produzione Voltage Pictures
Pictures Perfect Corporation
ANA Media
Worldview Entertainment
Distribuzione (Italia) Bolero Film
Fotografia Caleb Deschanel
Montaggio Darrin Navarro
Musiche Tyler Bates
Scenografia Franco-Giacomo Carbone
Costumi Peggy Schnitzer
Trucco Krystal Kershaw
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi
  • Festival di Venezia: Mouse d'Oro 2011
    *Academy of Science Fiction, Fantasy & Horror Films: Saturn Award per miglior attore e miglior film indipendente

Killer Joe è un film del 2011 diretto da William Friedkin, basato sull'omonimo lavoro teatrale del premio Pulitzer Tracy Letts, che ha curato anche la sceneggiatura.

Il film è stato presentato in concorso alla 68ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

West Dallas, Texas. Cris Smith (Emile Hirsch), giovane spacciatore, si ritrova nei guai dopo che la madre Adele (Julia Adams) gli ha rubato e fatto sparire una partita di droga di proprietà di Digger Soames (Marc Macaulay), il boss locale, il quale gli ha dato tempo pochi giorni per ripagarlo della perdita, pena l'uccisione. Il ragazzo è quindi costretto a prendere una terribile decisione: far uccidere la madre per incassare la sostanziosa polizza che la donna ha assicurato sulla propria vita e che ha intestato a Dottie (Juno Temple), la dolce e un pò svanita sorella di Chris. Quindi, con la complicità dell'ottuso padre Ansel (Thomas Haden Church) e dell'opportunista matrigna Sharla (Gina Gershon), Chris si mette in contatto con il pericoloso Joe "Killer Joe" Cooper (Matthew McConaughey), un poliziotto con evidenti squilibri mentali e un secondo mestiere di killer a pagamento, per commissionargli l'omicidio. Inizialmente non disposto ad accettare l'incarico a causa dell'impossibilità di Chris di pagarlo in anticipo, Joe rimane colpito dalla bellezza e dal candore infantile di Dottie, proponendo al fratello e al padre di cedergli la ragazza come "caparra sessuale" , in attesa dell'incasso della polizza e quindi del pagamento effettivo. Chris, combattuto tra la paura della punizione di Soames, e l'attaccamento profondo, quasi morboso, per la sorella, finisce per accettare la proposta del killer, che quindi intreccia una relazione con la ragazza. Alcuni giorni dopo Chris viene selvaggiamente picchiato dagli scagnozzi di Soames, che gli intima di pagarlo entro due soli giorni ma, nonostante questo, non se la sente di portare avanti il piano (non tanto per la mostruosità di un gesto come il matricidio - Chris ha difatti sempre odiato i genitori, con i quali aveva un pessimo rapporto - quanto per il desiderio di sottrarre l'amata sorella alle perversioni di Joe) e cerca di convincere Joe ad annullare tutto, salvo poi scoprire che il poliziotto ha già ucciso Adele. Alla morte della donna si scoprirà che il beneficiario dell'assicurazione non è Dottie, bensì Rex, l'avido marito di Adele. Lo stesso Rex si scoprirà aver parlato di Killer Joe a Chris, affinché facesse uccidere la donna per entrare in possesso della somma. Sconvolto da tale notizia e furioso per essere stato ingannato, Chris decide di fuggire, per salvarsi dalla punizione di Soames e da una possibile rappresaglia di Joe, e di portare Dottie con sé. Nel frattempo un furioso Joe, indagando su Rex, scopre che l'uomo e Sharla avevano una relazione, e avevano architettato il tutto per mettere le mani sui soldi dell'assicurazione e, dopo aver messo sotto torchio Sharla fino a farle confessare tutto, la tortura e umilia, picchiandola e costringendola a simulare una fellatio ad una coscia di pollo fritto, il tutto sotto gli occhi di Ansel che, infuriato per il tradimento della moglie, non alza un dito per aiutarla. Dopo ciò, Joe informa i due che, non potendo ricevere il suo compenso in denaro, porterà via Dottie con sé, e che, se Chris proverà ad impedirglielo, li ucciderà tutti. Di lì a poco Chris, uscito di casa per procurarsi una pistola con la quale affrontare Joe, rientra e, dopo aver ascoltato la comunicazione di Joe a tutta la famiglia di portarsi via Dottie e di sposarla, lo minaccia con l'arma appena acquistata. Tuttavia Joe, aiutato da Ansel e Sharla, riesce a disarmare facilmente il ragazzo e comincia a picchiarlo brutalmente, quando una disperata Dottie si arma della pistola del fratello, e spara sia a Chris che ad Ansel, uccidendo il primo e ferendo gravemente il secondo, dopodiché rivolge l'arma contro Joe, comunicandogli di essere incinta. Joe, terrorizzato dall'improvvisa furia della ragazza, appare tuttavia felicissimo per l'inaspettata notizia, mentre Dottie si prepara a premere ancora una volta il grilletto. Il film termina lasciando intendere che anche Joe potrebbe essere stato ucciso dalla ragazza della quale ha ripetutamente abusato.

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il 24 settembre 2012 sono stati diffusi online trailer e poster italiani del film.[1]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato presentato in concorso al Festival di Venezia 2011 l'8 settembre 2011 e successivamente alla 36a edizione del Toronto International Film Festival. È uscito nelle sale italiane l'11 ottobre 2012.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Trailer e poster italiani per Killer Joe, il nuovo film di William Friedkin, Screenweek Blog.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema