Kid Icarus: Uprising

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Kid Icarus: Uprising
Kid Icarus - Uprising.jpg
Sviluppo Project Sora
Pubblicazione Nintendo
Ideazione Masahiro Sakurai
Data di pubblicazione Giappone 22 marzo 2012
Flags of Canada and the United States.svg 23 marzo 2012
Flag of Europe.svg 23 marzo 2012
Flag of Australasian team for Olympic games.svg 29 marzo 2012
Genere Piattaforme
Modalità di gioco Giocatore singolo
Piattaforma Nintendo 3DS
Supporto Cartuccia
Fascia di età CERO: B
ESRB: E10+
PEGI: 12+
Preceduto da Kid Icarus: Of Myths and Monsters

Kid Icarus: Uprising, conosciuto in Giappone come Shin Hikari Shinwa: Parutena no Kagami (新・光神話パルテナの鏡?)[1][2][3] è un videogioco uscito nel 2012 per la console portatile Nintendo 3DS, sviluppato da Project Sora e pubblicato da Nintendo[4]. Il titolo è il terzo della serie, dopo Kid Icarus, per NES, pubblicato nel 1986 e Kid Icarus: Of Myths and Monsters per Game Boy, pubblicato nel 1991. Pit, il protagonista del gioco, fa quindi il suo trionfante ritorno, dopo molti anni di attesa.

L'aspetto del personaggio è lo stesso che nella sua apparizione in Super Smash Bros. Brawl per Wii, in cui faceva parte del roster.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Kid Icarus: Uprising segue l'avventura di Pit, mentre combatte contro le armate degli inferi di una rinata Medusa ed i suoi comandanti. Pit utilizza anche la capacità del volo, donatagli dalla dea Palutena. Dopo aver sconfitto Medusa, Ade, il vero dio degli inferi, inizia a creare caos dappertutto e non sarà l'unico perché ci saranno altri eserciti a ostacolare Pit e Palutena come ad esempio l'esercito della natura.

Modalità di gioco[modifica | modifica sorgente]

Per controllare Pit, il giocatore deve usare lo stilo per mirare i nemici, il pad per muovere l'eroe e il tasto L per sparare/attaccare (questi sono i comandi di default, in ogni caso è possibile modificarli). Ogni livello è diviso in una sezione in volo, una a terra e una boss battle. Il giocatore può scegliere fra una immensa quantità di armi e magie, acquistabili con i punti acquisiti in missione o unendo due armi per crearne una nuova.

Armi[modifica | modifica sorgente]

Diverse sono le categorie di armi presenti in Kid Icarus: Uprising, ognuna dotata di particolari caratteristiche:

  • Lame: armi molto equilibrate. Hanno media gittata e sono adatti sia al combattimento corpo a corpo sia quello a distanza;
  • Bastoni: la classe con maggiore gittata di tutte le altre armi. I tiri caricati arrivano lontanissimi e più si è distanti più la potenza è alta;
  • Artigli: armi specializzate al combattimento corpo a corpo, capaci di effettuare 5 attacchi consecutivi in mischia. Tuttavia non sono molto potenti e la gittata è molto corta, ma aumentano la velocità di chi li indossa;
  • Archi: gli archi si utilizzano a distanza media e sparano frecce che possono curvarsi. Il fuoco continuo ha una frequenza bassa;
  • Mazze: classe da imparare prima di usare, poiché le mazze sono speciali. Non fanno fuoco continuo ma si possono oscillare respingendo i colpi nelle battaglie aeree. Generalmente i colpi caricati delle mazze passano attraverso le pareti, ma il tempo di ricarica è piuttosto lungo. Sono forti in mischia;
  • Mani: sono simili a dei tatuaggi che si applicano sull'intero braccio. Armi molto versatili di media gittata;
  • Cannoni: i tiri caricati dei cannoni esplodono causando danni ai nemici a tiro. Non sono potenti in mischia;
  • Orbitar: armi che non diminuiscono la velocità mentre si fa fuoco continuo durante la fase del volo. Sono delle armi fluttuanti sulle spalle del giocatore;
  • Bracci: i bracci sono specializzati nel combattimento in mischia. Hanno gittata relativamente corta.

Boss[modifica | modifica sorgente]

Alla fine di ogni capitolo sarà presente un boss. I boss sono molto più resistenti dei nemici normali. Possono far parte di diversi gruppi: dell'armata degli inferi, dell'armata delle forze della natura, degli aurum e anche delle armate della luce. I primi boss saranno dell'armata degli inferi.

  • Capitolo 1: Bicerberus - è un cane di fuoco con due teste appartenente all'armata degli inferi, è stato inviato da Medusa nell'anfiteatro nella "prima città".
  • Capitolo 2: Gaol - signore delle tenebre; a prima vista sembra un uomo molto forte. Alla fine si rivela una donna. L'armatura le concedeva il potere immenso. Pit ha come compagno "Magnus".
  • Capitolo 3: Tridra, rettile tricefalo - è un drago a tre teste che si trova nella prima parte del livello. Fa parte dell'armata degli inferi e le teste sono in contrasto tra loro. Durante la fase aerea due teste si staccano piombando su una città degli umani, mentre la rimanente viene sconfitta in volo insieme al proprio corpo. La seconda testa si rigenera assumendo un corpo somigliante a quello di un serpente.
  • Capitolo 4: Megafalce - Megafalce è il capo di tutte le Falci. Prima sembra una falce come tutte le altre, ma dopo si trasforma diventando gigantesca. Palutena la vuole eliminare poiché ha nascosto il "Labirinto dell'inganno", dove sta "Pandora".
  • Capitolo 5: Pandora - Pandora non è altro che un essere fluttuante blu, simile ad una fiammella (che molto dopo rivela la sua vecchia identità). Vive nel "Labirinto dell'Inganno", una dimensione parallela dove clona gli esseri degli inferi con lo "Specchio della verità". Pit deve distruggere lo specchio, ma nel farlo genera accidentalmente un suo clone: Pit Oscuro. Pit affronta Pandora con Dark Pit, soltanto che quest'ultimo si impossessa dei poteri di Pandora acquistando la capacità di volare.
  • Capitolo 6: Pit Oscuro - soprannominato Tip da Palutena, Pit Oscuro viene inseguito da Pit durante la battaglia aerea per poi scontrarsi due volte con il protagonista, in battaglia terrestre e poi come boss. Tip usa armi utilizzabili anche da Pit, come la mazza dell'orco o l'arco oscuro. All'incontro con Pit come Boss, ha in mano un Arco d'Argento.
  • Capitolo 7: Tanathos - dio della morte, custodisce la chiave per accedere agli inferi. Si trova nel palazzo sommerso e Pit riesce a raggiungerlo grazie all'aiuto di Poseidone, che pratica un grande squarcio al mare. Durante il combattimento Tanathos esegue molte trasformazioni quali una matrioska, un pipistrello, un piede gigante e una grande spada.
  • Capitolo 8 : Kraken - Palutena, molto prudente, nascose i Tre Tesori Sacri tra le stelle del Cosmo. Invia Pit un'astronave pirata per riprendersi i tre Tesori Sacri rubati dalla ciurma dei "pirati spaziali" e dal loro capitano, uno strano nanetto che viene subito divorato da un Kraken che sopraggiunge sulla scena. Pit dovrà eliminare il Kraken per poter ritornare a casa con i Tesori. Quest'ultimo si presenterà nella sua completa forma solo dopo aver tolto di mezzo i suoi sei tentacoli.
  • Capitolo 9: Medusa - all'inizio dello scontro si terrà lontana attaccando a tradimento, poi staccherà la sua testa dal corpo lanciandola all'inseguimento di Pit.

Critica[modifica | modifica sorgente]

Il gioco è stato accolto favorevolmente dalla critica, che lo ha accusato di avere comandi leggermente difficoltosi e mosso qualche critica minore. Il gioco ha una media di 83/100 su Metacritic.[5]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Kid Icarus, Nintendo Site 23, Nintendo, 17 giugno, 2010.
  2. ^ Iwata Chiede, Nintendo, 16 giugno, 2010.
  3. ^ Note Album, Nintendo, 16 giugno, 2010.
  4. ^ 3DS’ Launch Title Will be Kid Icarus Uprising, Nintendo, 16 giugno, 2010.
  5. ^ (EN) Kid Icarus: Uprising, Metacritic, 23-03-2012. URL consultato il 06-04-2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Videogiochi