Khaldoon Al Mubarak

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Khaldoon Al Mubarak al World Economic Forum

Khaldoon Khalifa Al Mubarak [1][2] (1975) è un imprenditore emiratino e patron del Manchester City FC.

Vita[modifica | modifica sorgente]

Al Mubarak si laurea in Economia e Finanza alla Tufts University, Boston, Stati Uniti d'America; è membro del Consiglio Direttivo per l'Emirato di Abu Dhabi e presidente del Dipartimento di Organizzazione e Amministrazione. Da settembre 2008 è proprietario del Manchester City.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

È un uomo d'affari coinvolto nella costruzione e nel settore immobiliare[3]. La sua carriera è iniziata presso la Abu Dhabi National Oil Company, prima in possesso di azioni con gli EAU[4]; da allora è stato il vicepresidente esecutivo. La sua società inoltre possiede significative partecipazioni in altre società, tra cui il 5% della Ferrari[5], l'8,1% in AMD[5] e il 7,5% nelle Carlyle Group[6].

Nel maggio 2005 è stato nominato vicepresidente internazionale dell'Oasis Leasing Abu Dhabi, una società basata di leasing[7]; possiede inoltre l'ALDAR e la prima banca del Golfo[4] ed è un fidato collaboratore del principe ereditario Sheikh Mansour Bin Zayed Al Nahyan, in qualità di presidente della Abu Dhabi Motor Sport Management Company e della ADUG[8].

Al Mubarak è stato anche una figura chiave nei negoziati per il Gran Premio di Abu Dhabi ed è stato anche importante nell'assegnazione della Coppa del mondo per club FIFA, tenutasi a dicembre 2009 ad Abu Dhabi[9].

È membro del consiglio di fondazione per la New York University e sovrintende lo sviluppo di un campus di Abu Dhabi[4].

Il Manchester City[modifica | modifica sorgente]

Al Mubarak prende il posto di presidente esecutivo del Manchester City il 1º settembre 2008: la sua azienda compra il club, ormai in fallimento, dopo le cause giuridiche dell'ex presidente Thaksin Shinawatra, per 210 milioni di sterline. Il principe di Abu Dhabi, Sheikh Mansour Bin Zayed Al Nahyan, affida ad Al Mubarak, il compito ufficiale di dirigere il club[10]. Arrivati però alla fine del calciomercato estivo, i nuovi proprietari non hanno potuto rinforzare la squadra a sufficienza, con l'unica eccezione di Robinho, pagato 42 milioni di euro, dopo la rottura con il Real Madrid.

A gennaio 2009, fanno sapere con un comunicato ufficiale la volontà di portare a Manchester il fenomeno del Milan, Kaká. Dopo vari giorni, arriva da parte dei dirigenti milanisti l'ufficializzazione dell'offerta dei citizens; si parla di circa 120 milioni di euro, con un contratto di 18 milioni di euro più il 20% per Kaká[11]. Lunedì 21 gennaio 2009 Kaká rifiuta la faraonica offerta dello sceicco decidendo di restare al Milan.

Note[modifica | modifica sorgente]

Generale
Specifico
  1. ^ NYU to Open Campus in Abu Dhabi in NYU Today, vol. 21, n. 4. URL consultato il 28 dicembre 2008.
  2. ^ Barney Gimbel, The richest city in the world in CNNMoney.com, Time Warner, 12 marzo 2007. URL consultato il 21 settembre 2008.
  3. ^ Special Report: The Power 100, 2008 - 26# Khaldoon Mubarak in Arabian Business, ITP Publishing Group. URL consultato il 21 settembre 2008.
  4. ^ a b c Khaldoon Khalifa Al Mubarak: CEO's page
  5. ^ a b Anil Bhoyrul, Mubadala boss poised to take helm at Man City in Arabian Business, ITP Publishing Group, 18 settembre 2008. URL consultato il 21 settembre 2008.
  6. ^ Thomas Heath, Pair of Proposals Take Aim at Carlyle Group in Washington Post, Katharine Weymouth, 15 febbraio 2008. URL consultato il 22 settembre 2008.
  7. ^ Lara Lynn Golden, Khaldoon Khalifa Al Mubarak appointed Oasis Leasing Vice Chairman in AMEinfo.com, AME Info, 7 maggio 2005. URL consultato il 22 settembre 2008.
  8. ^ Alam Khan, Abu Dhabi is right on track for GP in The National, Abu Dhabi Media Company, 27 agosto 2008. URL consultato il 22 settembre 2008.
  9. ^ Sheikh's promise suits Hughes in AOL, Time Warner, 21 settembre 2008. URL consultato il 21 settembre 2008.
  10. ^ Tim Rich, Robinho inspires Manchester City slickers in Telegraph.co.uk, Hollinger Inc., 21 settembre 2008. URL consultato il 21 settembre 2008.
  11. ^ Berlusconi: Kakà difficile che resti in Silvio Berlusconi, 17 gennaio 2009. URL consultato il 17 gennaio.
Predecessore
Thaksin Shinawatra
Manchester City F.C.
2008 - attuale

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio