Keuppia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Keuppia
Stato di conservazione: Fossile
Keuppia levante.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Mollusca
Classe Cephalopoda
Superordine Octopodiformes
Ordine Octopoda
Famiglia Incertae sedis
Genere Keuppia
Specie
  • Keuppia hyperbolaris
    Fuchs, Bracchi & Weis, 2009
  • Keuppia levante
    Fuchs, Bracchi & Weis, 2009

La keuppia (gen. Keuppia) è un mollusco estinto, considerato uno dei più antichi polpi. Visse all'inizio del Cretaceo superiore (circa 95 milioni di anni fa) e i suoi resti sono stati ritrovati in Libano.[1]

Significato dei fossili[modifica | modifica wikitesto]

I resti di questo genere di polpi si sono conservati perfettamente nei sedimenti di Hâqel e Hâdjoula, in Libano; questo tipo di conservazione è straordinario per i polpi, poiché questi animali sono composti solo di parti molli, normalmente di difficile conservazione e si disintegrano prima della fossilizzazione.[2] La presenza di una conchiglia vestigiale (gladio) in Keuppia mostra che questi animali erano forme di transizione tra i calamari e i veri polpi; la conchiglia interna si era divisa in due in queste prime forme, prima di ridursi ulteriormente in strutture simili a stiletti (come in Styletoctopus, rinvenuto nello stesso giacimento). Di Keuppia sono note due specie, K. hyperbolaris e K. levante.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fuchs, op. cit., p. 52.
  2. ^ Rare fossil octopuses found, LiveScience.com. URL consultato il 27-10-2010.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

molluschi Portale Molluschi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di molluschi