Kesha

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Kesha: My Crazy Beautiful Life)
Kesha
Kesha nel 2012
Kesha nel 2012
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Pop[1]
Elettropop[2][3]
Dance pop[1]
Pop rock[1][4][5][6]
Musica elettronica
Periodo di attività 2006 – in attività
Etichetta RCA
Album pubblicati 3
Studio 3
Sito web
Ke$ha New Logo.JPG

Kesha Rose Sebert, conosciuta semplicemente come Kesha, (stilizzato in passato in Ke$ha; Los Angeles, 1º marzo 1987), è una cantautrice e rapper statunitense. Nel 2005, all'età di diciotto anni, Kesha ha firmato un contratto con l'etichetta discografica di Dr. Luke, la Kemosabe Entertainment. Nonostante fosse attiva nel mondo della musica sin da quell'anno cantando nel coro di canzoni di altri artisti e partecipando a video musicali, il suo debutto da solista è avvenuto nel 2009, quando ha duettato con Flo Rida nel suo singolo numero uno Right Round.

Il suo album di debutto, Animal, e la sua ristampa, Cannibal, sono stati pubblicati nel 2010, il primo a gennaio e il secondo a novembre. L'irriverente musica di Kesha e la sua immagine le hanno garantito un immediato successo commerciale: Animal ha infatti raggiunto la vetta della classifica statunitense e da esso sono stati estratti quattro singoli top ten, tra cui Tik Tok, il più celebre. Anche We R Who We R e Blow, i singoli di Cannibal, sono entrati nelle prime posizioni della classifica statunitense. Allo stesso tempo, Kesha ha continuato a scrivere canzoni per altri artisti, tra cui Till the World Ends per Britney Spears.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Kesha in un'esibizione live del 2011.

Kesha è nata a Los Angeles, in California, il 1º marzo 1987. Sua madre, Pebe Sebert, è una cantautrice che ha avuto problemi finanziari quando si è trovata nella situazione di dover sostenere economicamente Kesha e suo fratello Lagan, oltre che a se stessa: in quel periodo ha infatti dovuto fare riferimento al Supplemental Nutrition Assistance Program, un'associazione benefica con lo scopo di aiutare le persone in difficoltà fornendo loro cibo.[7]

Quando Kesha era una bambina, la madre la portava spesso sul palco con lei quando si esibiva.[8] Kesha ha affermato che non ha mai avuto notizie sull'identità di suo padre.[7] Due dei suoi bisnonni materni erano immigrati da Szentes, una città dell'Ungheria meridionale, mentre la sua bisnonna materna veniva dalla Polonia.[9] Nel 1991 Pebe si è trasferita con la famiglia a Nashville, nel Tennessee, dopo aver ricevuto un nuovo contratto come autrice di testi. Il fratello minore di Kesha, Louis, è nato poco dopo il trasferimento.[10]

Kesha ha detto che non riusciva a inserirsi bene nella sua scuola di Brentwood, un sobborgo di Nashville, parte di quella zona degli Stati Uniti detta "Bible Belt", poiché il suo stile inconvenzionale nel vestirsi, che consisteva in pantaloni viola di velluto fatti in casa e capelli viola, la rendevano totalmente diversa dagli altri studenti e, ai loro occhi, bizzarra.[11] I Sebert hanno fatto parte di un episodio di The Simple Life come famiglia ospite di Paris Hilton e Nicole Richie nel 2005.[12] Kesha ha frequentato la Franklin High School e la Brentwood High School.[13]

Suonava la tromba e il sassofono nella banda scolastica e si è descritta in un'intervista con la National Public Radio come una studentessa diligente.[14][15] Pebe portava spesso Kesha e i suoi fratelli appresso negli studio di registrazione e ha cominciato a esortare la figlia a cantare quando ha notato le sue abilità canore.[7] Oltre che a frequentare lezioni di canto,[16] Kesha ha imparato a scrivere musica grazie alla madre, con la quale componeva spesso canzoni dopo la scuola.[7][15] Kesha ha presto iniziato a registrare demo con Pebe e a farli ascoltare a conoscenti.[16] Kesha era inoltre in una band con il fratello Lagan.[17][18]

Kesha e Pebe hanno scritto insieme la canzone Stephen quando Kesha era sedicenne e ha contattato David Gamson, un produttore che conosceva attraverso la band Scritti Politti e che ammirava, il quale ha accettato di produrre il brano.[18] Ha lasciato la scuola a diciassette anni, dopo che Dr. Luke e Max Martin l'hanno convita a fare ritorno a Los Angeles per dar vita alla sua carriera musicale, dove si è poi diplomata.[19] I due produttori hanno ricevuto dei demo di Kesha da Samantha Cox, una direttrice del Broadcast Music Incorporated.[20]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

2005-2009: Gli esordi[modifica | modifica sorgente]

Kesha in Austria nell'inverno del 2010.
« Ero così felice quand'ero al verde. E non ero felice quando non ero al verde. Non m'importa più di tanto in ogni caso. M'importa prendermi cura di coloro che si sono presi cura di me - per me è importante. Ma ad essere sinceri, sono piuttosto repulsiva verso la golosità e gli eccessi di molte delle persone che sono alla ribalta. »
(Kesha spiega il motivo della presenza del simbolo del dollaro nel suo nome d'arte.[21])

Nel 2005, all'età di diciott'anni, Kesha ha firmato un contratto con l'etichetta discografica di Dr. Luke's, la Kemosabe Entertainment, e con la rispettiva attività di scrittura di musica, la Prescription Songs.[20] Kesha ha cantato nel coro del singolo di Paris Hilton Nothing in This World nel 2006.[22] Dr. Luke in quel periodo era occupato in altri progetti, avendo poco prima ottenuto un grandissimo successo con il secondo album di Kelly Clarkson, Breakaway. Sempre nel 2006, Kesha ha firmato un contratto con l'associazione di management David Sonenberg, la DAS Communications Inc., venendo raramente a contatto con Dr. Luke per un periodo.

L'associazione ha promesso a Kesha di procurarle un contratto discografico con un'etichetta major entro un anno in cambio del 20 percento dei suoi guadagni, con la possibilità da parte della cantante di terminare il contratto se questo non avesse funzionato.[23] Ha lavorato con molti autori e produttori mentre il contratto con l'associazione era in vigore, tra cui Toby Gad, con il quale ha scritto This Love delle Veronicas.[20] Mentre continuava a registrare in studio, Kesha si guadagnava da vivere facendo la cameriera.[7] Ha aggiunto il simbolo del dollaro al suo nome d'arte mentre era in difficoltà economiche per ironizzare.[21]

Nel 2008 Kesha è comparsa nel video del singolo di debutto di Katy Perry, I Kissed a Girl, e ha cantato nel coro di una canzone prodotta da Dr. Luke, Lace and Leather di Britney Spears.[24] Grazie a DAS, Kesha ha attirato l'attenzione di Kara DioGuardi, che voleva che firmasse un contratto con la Warner Bros. Records. Non è stato tuttavia possibile firmare il contratto poiché era ancora in vigore quello fra lei e l'etichetta di Dr. Luke. A settembre, ha terminato il suo contratto con DAS, ed è tornata da Dr. Luke.[20][23]

Kesha ha iniziato ad ottenere attenzione dai media nei primi mesi del 2009, quando ha duettato con il rapper statunitense Flo Rida nel suo singolo numero uno Right Round.[25] La collaborazione è nata per caso: era infatti presente alla sessione di registrazioni del pezzo con Flo Rida e Dr. Luke.[26] Flo Rida voleva anche una voce femminile nella sua canzone, quindi Dr. Luke gli ha presentato Kesha. Flo Rida ha apprezzato il risultato a tal punto da richiedere la registrazione di altre due canzoni con lei. In ogni caso, non è accreditata nella versione statunitense di Right Round, e non è stata retribuita in alcun modo.[20][25] Ha inoltre rifiutato di comparire nel video, spiegando alla rivista Esquire che voleva divenire famosa da sé e costruirsi un'immagine da sola.[24]

2009-2011: Animal, Cannibal e l'album di remix[modifica | modifica sorgente]

Kesha canta live in un concerto del 2010.

Successivamente, Kesha ha firmato un contratto con l'etichetta discografica RCA che prevedeva la realizzazione di più album grazie a Dr. Luke's, che aveva contattato anche i Lava Records e la casa di Flo Rida, gli Atlantic Records.[20] Avendo trascorso gli ultimi sei anni a scrivere e registrare materiale per il suo primo album,[27] Kesha in quel periodo ha iniziato a fare i ritocchi finali con Dr. Luke e Max Martin. Aveva registrato oltre duecento canzoni, fatto che l'ha portata a dover aumentare la lista tracce da dodici a quattordici.[27] Il produttore esecutivo dell'album è Dr. Luke, che ha anche prodotto la maggior parte delle canzoni con Max Martin, Benny Blanco e Ammo.

Esso è principalmente di genere elettropop con una massiccia presenza di sintetizzatori, marcando anche un cambiamento di stile per Dr. Luke, che aveva finora prodotto musica pop rock e che non aveva potuto far cambiare idea a Kesha, convinta di non voler usare chitarre.[2] Ha descritto il disco come "onesto e divertente, un'esaltazione della giovinezza e della vita che parla di uscire e lasciarsi andare. Sto parlando d'irriverenza non pretenziosa e di divertimento maledettamente fantastico!"[28] L'album, intitolato Animal, è stato pubblicato il 1º gennaio 2010 in Danimarca[29] e in Italia[30] e il 5 negli Stati Uniti[31] e in Canada;[32] nel resto del mondo è uscito nel corso dei mesi successivi.

È entrato direttamente alla prima posizione della classifica statunitense vendendo 152.000 copie nella sua prima settimana (il 76% delle quali in formato digitale), sorpassando I Dreamed a Dream di Susan Boyle, che aveva trascorso cinque settimane consecutive alla vetta della classifica.[33] È inoltre entrato alla vetta delle classifiche in Canada[34] (vendendo 16.000 copie nei suoi primi sette giorni)[35] e in Grecia.[36] Animal è stato certificato disco di platino negli Stati Uniti per aver venduto più di un milione di copie e a settembre 2010 aveva venduto oltre due milioni di copie a livello mondiale.[37] È stato certificato doppio disco di platino in Canada (con più di 160.000 copie vendute)[38] e in Australia (140.000)[39] e disco d'oro in Austria,[40] Germania,[41] Irlanda,[42] Giappone[43] e Nuova Zelanda,[44] ed è risultato essere il ventesimo album più venduto negli Stati Uniti nel corso del 2010.[45] L'album ha ricevuto critiche sia positive che negative dagli esperti:[46] la rivista Rolling Stone l'ha definito come "disgustoso, ripugnante e ridicolamente orecchiabile."[15]

Il primo singolo estratto da Animal, Tik Tok, è stato pubblicato il 7 agosto 2009[47] e ha presto scalato le classifiche, divenendo a fine 2009 il singolo più scaricato in una settimana negli Stati Uniti con 610.000 copie vendute, solo dopo Right Round, che in sette giorni ne ha vendute 636.000.[48] Il singolo ha raggiunto la vetta delle classifiche in dieci Paesi, tra cui Stati Uniti (dove ha mantenuto la prima posizione per nove settimane consecutive ed è stato certificato cinque volte disco di platino per aver venduto oltre cinque milioni di copie),[49][50] Canada[51] (dove è sette volte disco di platino)[52] e Australia[53] (dove è stato scaricato più di 350.000 volte ed è stato premiato con il quintuplo disco di platino);[54] in Italia ha raggiunto la seconda posizione[55] e ha venduto oltre 60.000 copie.[56]

Il successo di Tik Tok ha reso Kesha la cantante con il singolo di debutto di maggior successo dal 1977, anno in cui Debby Boone con You Light Up My Life ha raggiunto la vetta della classifica statunitense.[57] A giugno 2011, Tik Tok aveva venduto circa 5.900.000 copie nei soli Stati Uniti.[58] Il 2 febbraio 2010 è stato reso disponibile nelle radio statunitensi il secondo singolo, Blah Blah Blah,[59] che è entrato nelle prime posizioni delle classifiche in Australia,[60] Canada,[51] Nuova Zelanda,[61] Regno Unito[62] e Stati Uniti.[49] È stato certificato doppio disco di platino in Canada[52] e disco di platino negli Stati Uniti,[50] dove, a giugno 2011, aveva venduto circa 2.130.000 copie,[58] nonché platino in Australia[54] e oro in Nuova Zelanda.[63] Your Love Is My Drug, pubblicato ad aprile 2010,[59] ha avuto un successo simile a quello del singolo precedente, raggiungendo la quarta posizione della Billboard Hot 100[49] ed entrando in top ten anche in Australia,[64] Canada,[51] Irlanda,[65] Slovacchia[66] e Ungheria[67] e venendo cerficato disco d'oro in Nuova Zelanda[68] e Svezia,[69] platino in Australia[54] e doppio platino negli Stati Uniti,[50] dove ha venduto circa 2.880.000 copie.[58] Come quarto e ultimo singolo è stato scelto Take It Off, in rotazione radiofonica a partire da luglio 2010.[59] Come i due precedenti singoli, Take It Off ha ottenuto un buon successo negli Stati Uniti e in Australia, dove è stato certificato rispettivamente platino[50] e doppio platino[54] vendendo 2.134.000[58] e 140.000 copie,[54] oltre che oro in Nuova Zelanda.[68] Oltre che l'ottava posizione nella classifica statunitense[49] e la quinta in quella australiana,[70] Take It Off è entrato in top ten in Canada,[51] Repubblica Ceca[71] e Slovacchia,[72] e ha raggiunto la vetta della classifica ungherese.[73]

Kesha si esibisce al MMVA Souncheck, autunno 2010.

Kesha ha duettato con Taio Cruz e 3OH!3 su due singoli entrati in top ten negli Stati Uniti, sempre su consiglio di Dr. Luke, a maggio 2010.[74] Il precedente manager di Kesha della DAS Communications Inc. ha fatto causa il mese successivo, richiedendo 14 milioni di dollari da Kesha e 12 da Dr. Luke per commissione sul suo contratto con la RCA, spiegando che ha posticipato la data di scadenza con l'associazione che le avrebbe trovato un contratto con un'etichetta discografica major, per poi abbandonarli improvvisamente sotto consiglio di Dr. Luke.[23] Kesha ha dato via a un processo in ottobre, citando il Talent Agencies Act, chiedendo al California Labor Commissioner di dichiarare il suo contratto con la DAS nullo poiché l'associazione l'aveva affidata a un agente non autorizzato.[75]

Kesha ha organizzato un concerto di beneficenza il 16 giugno 2010 i cui ricavati sono stati donati per risolvere i danni causati dall'inondazione del Tennessee, avvenuta il mese precedente.[76] Il concerto ha incassato quasi 70.000 dollari.[14] Ha aperto i concerti delle date estive nordamericane del tour di Rihanna Last Girl on Earth Tour ed è stata premiata come migliore artista emergente agli MTV Europe Music Awards a novembre 2010.[77][78]

Animal è stato ripubblicato con l'aggiunta di un EP, Cannibal, contenente sette inediti, una traccia bonus solo giapponese dell'album e un remix.[79] Pubblicato il 19 novembre 2010 in Germania[80] e il 22 in Nordamerica,[81] l'EP è stato certificato disco d'oro negli Stati Uniti dopo sette mesi, avendo venduto oltre 500.000 copie.[50] Cannibal è stato pubblicato perché Kesha voleva nuovo materiale per estendere la durata del suo tour da un'ora a due.[82] È entrato alla quindicesima posizione della classifica statunitense vendendo 74.000 copie in sette giorni;[83] è inoltre entrato nelle prime venti posizioni delle classifiche canadesi e irlandesi, rispettivamente alle posizioni numero 14[84] e 17.[85]

L'EP è preceduto dal singolo We R Who We R, pubblicato il 22 ottobre 2010.[86] Il singolo è diventato la diciassettesima canzone a debuttare direttamente alla vetta della classifica statunitense: ha infatti venduto 280.000 copie in una settimana, fatto che gli ha permesso di entrare alla prima posizione.[87] Con due numeri uno e quattro singoli in top ten, Kesha è stata eletta l'artista della classifica Billboard Hot 100 del 2010, con Tik Tok al primo posto nella classifica di fine anno.[88] We R Who We R ha raggiunto la top ten in altri sette Paesi, tra cui l'Australia, dove è stata certificata quadruplo disco di platino per aver venduto oltre 280.000 copie,[89] e la Nuova Zelanda, dove è disco d'oro.[68] Ha inoltre raggiunto la vetta della classifica britannica, dove è rimasta per diciannove settimane non consecutive.[90] In totale, ha venduto 3.365.000 copie nei soli Stati Uniti.[58] Inoltre, due singoli promozionali sono stati pubblicati prima dell'EP: Sleazy, il 2 novembre,[91] e Cannibal il 9.[92]

Entrambi i singoli sono entrati in classifica sia negli Stati Uniti che in Canada fuori dalle rispettive top 40.[93][94][95][96] Blow è stato inviato alle radio statunitensi l'8 febbraio 2011 come secondo singolo da Cannibal.[59] Ha raggiunto l'ottava posizione della Billboard Hot 100 e, a giugno 2011, aveva venduto più di due milioni di copie.[58] A dicembre è stato riportato che il singolo ha venduto 2.606.000 copie digitali negli Stati Uniti in circa un anno.[97] Blow è entrata in top ten in Australia[98] (dove è stata certificata disco di platino),[89] Nuova Zelanda[99] e Slovacchia.[100] A giugno 2011, Kesha aveva venduto più di 21 milioni di singoli digitali nei soli Stati Uniti.[101]

Il 18 marzo 2011 è uscito il primo album di remix di Kesha, intitolato I Am the Dance Commander + I Command You to Dance: The Remix Album, contenente i remix di nove sue canzoni più un inedito, Fuck Him (He's a DJ), che è giunto alla posizione numero 97 della classifica statunitense.[49][102] Tra i remix, spicca la collaborazione con il rapper André 3000 su Sleazy (nell'album la traccia si chiama infatti The Sleazy Remix), pubblicato su iTunes a gennaio 2011.[103] Il rapper canta una strofa del remix non presente nella versione originale in cui parla del suo rapporto con il padre fannullone e con Kesha.[104] L'album ha avuto un successo discreto, entrando in classifica in solo quattro Paesi: gli Stati Uniti alla posizione numero 36,[105] il Canada alla 37,[106] l'Australia alla 46[107] e la Grecia alla 60.[108]

Kesha è co-autrice assieme a Lukasz Gottwald, Max Martin e Alexander Kronlund del singolo di Britney Spears Till the World Ends, pubblicato tre settimane prima dell'uscita del suo settimo album, Femme Fatale.[109] Successivamente, il 22 aprile 2011 è stato pubblicato un remix del brano, chiamato The Femme Fatale Remix, al quale hanno fatto parte, oltre che alla Spears, Kesha e la rapper Nicki Minaj.[110] Kesha canta il ritornello nel remix.[111] Grazie alla nuova versione del brano, Till the World Ends ha raggiunto una nuova posizione massima nella classifica statunitense, arrivando alla terza; nello stesso tempo è salita anche alla terza posizione della classifica digitale, vendendo 246.000 copie in quella settimana (167.000 delle quali, il 68%, le ha vendute il remix).[112] Kesha ha intrapreso il suo primo tour, chiamato Get Sleazy Tour, nella primavera del 2011,[113] dicendo in un'intervista con la rivista Billboard che in esso avrebbe mostrato un lato diverso della sua abilità di musicista, visto che avrebbe suonato più strumenti.[114][115] Il tour è composto da tre tappe (inizialmente ne erano previste due, ma ne è stata aggiunta una estiva per via del fatto che le precedenti erano tutte esaurite) e ha coperto tre continenti.[116]

Il 9 dicembre 2011 è uscito un altro remix di Sleazy, intitolato Sleazy Remix 2.0: Get Sleazier, e include la partecipazione dei rapper Lil Wayne, Wiz Khalifa, T.I. e André 3000.[117] Il remix è entrato alla quindicesima posizione della classifica digitale statunitense vendendo 63.000 copie[118] e alla trentasettesima della Billboard Hot 100,[119] nonché alla settantaquattresima della classifica canadese.[120] Il 10 dicembre 2011, per festeggiare la giornata internazionale per i diritti umani e per i cinquant'anni di Amnesty International, un'organizzazione non governativa sovranazionale impegnata nella difesa dei diritti umani, è stata annunciata la pubblicazione di un set composto da quattro CD intitolato Chimes of Freedom: Songs of Bob Dylan Honoring 50 Years of Amnesty International, che contiene 76 cover. Una di queste cover, Don't Think Twice, It's Alright, originariamente di Bob Dylan, è cantata da Kesha. Al riguardo la cantante ha affermato: "È giusto dire che la collezione dimostra quanto i musicisti ascoltano la bellezza della musica di Bob Dylan, e, attraverso essa, sostengono i diritti umani."[121]

2012-oggi: Il secondo album: Warrior e il ricovero in rehab[modifica | modifica sorgente]

Kesha ha iniziato a scrivere canzoni per il suo secondo album durante il suo tour.[4] Intende fare un disco "cock rock" ispirato dagli anni settanta nel quale descrive le sue esperienze attorno al mondo,[5] ben diverso dai suoi due primi album, dove c'erano poche chitarre e si prediligevano i sintetizzatori.[6] Ha così parlato dell'album in un'intervista con MTV: "Voglio semplicemente catturare un po' della vera essenza del rock'n'roll, che consiste in irriverenza, eroticità, divertimento e strafottersene di tutto."[4] Mentre il suo secondo album sarà sempre prodotto da Dr. Luke e Max Martin, ha spiegato in un'intervista di voler lavorare con altri produttori, come i Dust Brothers.[6] Kesha ha annunciato che si trova in studio con Wayne Coyne, il frontman dei Flaming Lips, per le registrazioni del suo secondo album.[122]

Il 6 settembre 2012 Kesha ha annunciato che il suo nuovo singolo, Die Young, verrà pubblicato il 25 settembre.[123] La canzone ha ottenuto un ottimo successo commerciale riuscendo a raggiungere la seconda posizione nella classifica statunitense riuscendo a vendere oltre 2 milioni di copie venendo certificata doppio disco di platino[124] e raggiungendo la top ten di altri Paesi. In Australia, la canzone si è fermata al terzo posto[125] e ha venduto oltre 210.000 copie, venendo certificata triplo disco di platino.[126]

I passaggi in radio di Die Young sono stati sospesi in America dopo il massacro alla Sandy Hook Elementary School avvenuto il 14 dicembre 2012, in seguito al quale il testo del brano è stato considerato inappropriato per le radio, molte delle quali si sono rifiutate di trasmetterlo.[127] Nello stesso mese è stato annunciato il titolo del suo secondo album: Warrior, pubblicato il 30 novembre 2012.[128] L'album debutta al sesto posto nella classifica statunitense con 85.000 copie vendute nella sua prima settimana, poco più della metà dell'album precedente.[129] In Canada, Warrior ha fatto il suo ingresso in classifica al decimo posto.[130] Il secondo singolo estratto dall'album, C'mon, è stato pubblicato sulle piattaforme digitali il 16 novembre 2012 ed è stato inviato alle radio statunitensi nel gennaio 2013. Il singolo si è fermato alla ventisettesima posizione della classifica statunitense, concludendo così la serie di singoli consecutivi in top ten (9) e ha avuto in generale scarso successo.[131] Ad aprile esce il terzo singolo estratto, Crazy Kids, in collaborazione con will.i.am.[132]

In coincidenza con l'uscita di Warrior la casa editrice Simon & Schuster ha messo in circolazione l'autobiografia di Kesha, intitolata My Crazy Beautiful Life.[133] Inoltre, fra aprile e maggio 2013 è stato trasmesso un programma sulla vita della cantante in sei episodi, intitolato Kesha: My Crazy Beautiful Life.[134] Il 23 maggio 2013 è iniziato a Mansfield, nel Massachusetts, il Warrior Tour, per promuovere l'album Warrior. Le date fino a quella del 28 giugno a Tampa, in Florida, vedono la collaborazione del rapper Pitbull, mentre in quelle che vanno dal 3 luglio al 31 agosto si esibirà solamente Kesha.[135] Il tour, formato da 52 tappe, copre Nordamerica ed Europa.[136]

Il 7 ottobre 2013 viene pubblicato il singolo Timber di Pitbull in collaborazione con Kesha. Il brano ottiene un ottimo successo commerciale arrivando primo nella Billboard Hot 100. Il 31 dicembre 2013 Kesha pubblica su YouTube il video del brano Dirty Love, presente nell'album Warrior, in collaborazione con il cantante rock Iggy Pop. Il video del brano, seppur non ufficializzato a singolo, vede Kesha sia come cantante che come regista, inoltre nel video non compare ne la voce e ne la presenza di Iggy Pop.[137]

Agli inizi del 2014 Kesha dichiara di essere entrata in rehab, a causa di alcuni disturbi alimentari, nella stessa clinica che nel 2010 accolse Demi Lovato curata per gli stessi problemi. A causa del ricovero la cantante ha dovuto annullare le successive date del suo tour dichiarando tramite un comunicato stampa ufficiale: “Avevo veramente voglia di esibirmi in quelle date, ma ho bisogno di seguire gli ordini del medico per rimettermi nuovamente in carreggiata. Tutto il vostro supporto durante questo periodo è stato fantastico. Non ce l’avrei fatta senza tutti voi. Non vedo l’ora di ritornare, più forte che mai, per il prossimo tour”.[138]

Il 7 marzo 2014 esce dal rehab indossando una maglia con scritto "Sono sopravvissuta" e scrive in un tweet "La vita è bella. E sono fortunata ad avervi tutti qui". La cantante dopo l'uscita dal rehab ha modificato il suo nome d'arte in Kesha Rose.[139]

Nel 2014 Kesha intraprende il ruolo di giudice nel talent show statunitense Rising Star, affiancata da Brad Paisley, Josh Groban e Ludacris.[140] La cantante annuncia inoltre, durante un'intervista per Mtv, l'uscita del nuovo album che conterrà un genere musicale differente da quello del precedente disco Warrior, affermando: "Ho lavorato su nuova musica ed è davvero divertente e molto diversa. Un po' bolderline, folle, differente penso che le persone la apprezzeranno. Non ha sicuramente un tono più attenuato, però. In una canzone si parla dell'essere follemente innamorati, così dolce, e poi ad un certo punto dice al ragazzo "Se mi tradisci, io ti sparo"".[141]

Attività benefiche[modifica | modifica sorgente]

Kesha live nell'estate 2010.

Il 16 giugno 2010 Kesha ha tenuto un concerto a scopi benefici: i ricavati, oltre 70.000 dollari,[14] sono stati donati a favore delle vittime delle inondazioni del Tennessee avvenute a maggio 2010.[76] Kesha è stata eletta il primo ambasciatore universale della Humane Society, con il compito di porre attenzione sul maltrattamento di animali, come ad esempio la sperimentazioni dei cosmetici su di essi e la caccia agli squali.[142]

Ha inoltre donato 450 chilogrammi (1.000 libbre) di cibo per cani al centro per animali abbandonati di Nashville durante le inondazioni di maggio 2010, oltre che soldi per esseri umani in difficoltà in seguito alla calamità naturale.[143] Ha inoltre fatto una comparsa con Iggy Pop in una campagna promozionale della PETA, dove protestava il maltrattamento contro i cuccioli di foca in Canada; ha poi scritto delle condizioni delle macellerie che forniscono i fast food McDonald's.[144][145]

Stile musicale e influenze[modifica | modifica sorgente]

Kesha ha coscritto tutte le canzoni sui suoi primi due album e considera se stessa in primo luogo una compositrice,[146] avendo scritto per altre cantanti come Britney Spears e Miley Cyrus.[6] Possiede un "forte, canzonatorio vibrato",[147] e la sua voce ha la capacità di produrre jodel;[148] ne fa effettivamente utilizzo su alcune canzoni, come Tik Tok e Cannibal.[149][150] Avendo in passato registrato anche musica country, pop rock ed electro,[151] aveva una chiara idea del tipo di sound elettropop che voleva sul suo album di debutto.[2]

Il genere era molto popolare in quel periodo, in quanto molti dei suoi colleghi pubblicavano musica simile.[152] Sia Animal che Cannibal includono canzoni orecchiabili e musica sintetizzata che ricordano la musica dei vecchi videogiochi,[147][153] ma vi sono contenuti anche elementi tipici di altri generi musicali.[1] Party at a Rich Dude's House e C U Next Tuesday hanno un sound anni ottanta,[1][154] mentre Stephen inizia con "armonie vocali nello stile dei Kansas".[155] Dato che la sua voce sugli album è spesso alterata per mezzo dell'Auto-Tune - spesso per produrre balbuzie artificiali molto rapide o per modificare la tonalità - i critici hanno iniziato a dubitare sul suo talento vocale,[156] riguardo al quale però Kesha mostra sicurezza.[157]

Kesha utilizza inoltre il suo personale stile rap "da ragazza bianca" cantando versi dall'articolazione e dalla formulazione discordante.[147][151] Gran parte dei suoi testi parlano di relazioni amorose e feste; essi hanno ricevuto varie critiche negative, che spesso accusano la cantante di pubblicare musica frivola e grossolana.[158] Jonah Weiner, un critico per la rivista Slate, comunque, ha affermato che i suoi testi superficiali hanno permesso alle sue canzoni di essere più memorabili.[147] In Blah Blah Blah e Boots and Boys spersonalizza gli uomini per prendersi gioco di come i gruppi rock con un leader di sesso maschile e i rapper possano scherzare le donne spersonalizzandole e non viceversa.[7][21] Il brano Animal vuole invece ispirare la gente ad accettarsi per come sono e ad amare la propria personalità e identità.[159]

Le influenze musicali di Kesha provengono dall'hip hop, dal punk, dal pop degli anni '80, dalla dance e dal vecchio country.[160] È influenzata in particolar modo dai cantanti country Dolly Parton e Johnny Cash poiché sua madre scriveva canzoni di questo genere; suo fratello le faceva conoscere band punk, come i Fugazi, i Dinosaur Jr. e i Beastie Boys.[161][162] Ha inoltre citato Beck, i Queen, i Led Zeppelin, Madonna, Aaron Neville, Bob Dylan, i Damned, i Velvet Underground, i Blondie e l'artista di graffiti Banksy come influenze.[163][164][165][166][167] Dà credito alla musica country per i suoi testi immediati, le cui canzoni parlano di storie vere o verosimili,[162] mentre la canzone Animal, contenuta nel suo album di debutto, è stata creata basandosi sulla musica delle band rock Flaming Lips e Arcade Fire.[18]

Ha definito i Beastie Boys come una delle sue maggiori influenze, dicendo in un'intervista con la rivista Newsweek che ha sempre voluto essere come loro aspirando a creare anche "inni giovanili e irriverenti".[17] Ha chiamato il suo album di debutto Animal in omaggio all'album dei Beastie Boys Licensed to Ill e ha affermato che la musica rap prodotta dalla medesima band le ha dato l'ispirazione per il suo singolo Tik Tok.[151][164] Per il suo primo tour, Kesha ha voluto emulare gli scenari presenti nelle esibizioni di Iggy Pop.[168]

Ha definito l'album di questo The Idiot e le band Led Zeppelin e AC/DC come ispirazioni per il suo secondo album, in cui intende inserire musica ispirata al rock degli anni Settanta.[6] Prende ispirazione anche dai vecchi film, e il suo singolare trucco, consistente in una grande quantità di brillantini sul suo occhio destro, è ispirato da Arancia meccanica.[169] Il video del singolo Your Love is My Drug include scene animate ispirate dal film dei Beatles Yellow Submarine,[170] mentre il suo Get Sleazy Tour è stato descritto come "una sensazione postapocalittica da Interceptor."[168]

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi discografia di Kesha.

Album

EP

Altri media[modifica | modifica sorgente]

Ha partecipato alla serie TV Victorious, episodio 2x03 (2011)[171]. MTV ha inoltre prodotto un reality documentario, Kesha: My Crazy Beautiful Life riguardante la vita della famosa cantante statunitense. Le 6 puntate, ognuna della durata di 24 min, sono state trasmesse sia dall'edizione originale di MTV, sia da altre edizioni come ad esempio quella italiana.

Tour[modifica | modifica sorgente]

Headliner

Apertura

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e (EN) Ke$ha. URL consultato il 1° novembre 2011.
  2. ^ a b c (EN) Dr. Luke: The Billboard Cover Story. URL consultato il 1º novembre 2011.
  3. ^ Ke$ha: scatenata rivelazione elettropop. URL consultato il 2 gennaio 2011.
  4. ^ a b c (EN) Ke$ha Is Channeling 'Sexiness' Of '70s Rock For New Album. URL consultato il 1º novembre 2011.
  5. ^ a b (EN) Exclusive: Ke$ha Discusses Her Cock-Rock Ambitions and Getting Tattooed by a Crackhead. URL consultato il 1º novembre 2011.
  6. ^ a b c d e (EN) Ke$ha interview: "I want to be f**king perfect". URL consultato il 1º novembre 2011.
  7. ^ a b c d e f (EN) She's a walking, talking living dollar. URL consultato il 31 ottobre 2011.
  8. ^ (EN) Kesha Sebert: Hard Candy. URL consultato il 31 ottobre 2011.
  9. ^ (PL) "Potrafię imprezować naprawdę mocno" (rozmowa z Keshą). URL consultato il 31 ottobre 2011.
  10. ^ (EN) Ke$ha - TV.com. URL consultato il 31 ottobre 2011.
  11. ^ (EN) Ke$ha tells us all kinds of awesome, crazy stuff: 'Have I made out with chicks? Hell yeah.'. URL consultato il 31 ottobre 2011.
  12. ^ (EN) Ke$ha on 'The Simple Life' -- VIDEO. URL consultato il 31 ottobre 2011.
  13. ^ (EN) Kesha before the $: See the high school footage unearthed on YouTube. URL consultato il 31 ottobre 2011.
  14. ^ a b c (EN) Kesha – from band geek to life of the party. URL consultato il 31 ottobre 2011.
  15. ^ a b c (EN) Superstar Kesha Tops Charts. URL consultato il 31 ottobre 2011.
  16. ^ a b (EN) Untamed. URL consultato il 31 ottobre 2011.
  17. ^ a b (EN) The Anti-Gaga. URL consultato il 31 ottobre 2011.
  18. ^ a b c (EN) Party Animal: Behind Ke$ha's Big Debut. URL consultato il 31 ottobre 2011.
  19. ^ (EN) MTV Fashion File: Kesha. URL consultato il 31 ottobre 2011.
  20. ^ a b c d e f (EN) Ke$ha: The Billboard Cover Story. URL consultato il 31 ottobre 2011.
  21. ^ a b c (EN) Pop sensation Ke$ha gutsy, fearless. URL consultato il 31 ottobre 2011.
  22. ^ (EN) Kesha: A Music Mix Q&A. URL consultato il 31 ottobre 2011.
  23. ^ a b c (EN) Pop star Kesha sued by former managers in NYC. URL consultato il 31 ottobre 2011.
  24. ^ a b (EN) Kesha and the Not-Quite-72 Virgins in Her Own Personal Heaven. URL consultato il 31 ottobre 2011.
  25. ^ a b (EN) Breaking & Entering: Kesha. URL consultato il 1º novembre 2011.
  26. ^ (EN) Interview – Kesha. URL consultato il 1º novembre 2011.
  27. ^ a b (EN) Meet "Tik Tok" Singer Ke$ha. URL consultato il 1º novembre 2011.
  28. ^ (EN) Ke$ha - Music Interview. URL consultato il 1º novembre 2011.
  29. ^ (EN) Animal - iTunes Denmark. URL consultato il 1º novembre 2011.
  30. ^ Animal - iTunes Italia. URL consultato il 1º novembre 2011.
  31. ^ (EN) Animal - iTunes US. URL consultato il 1º novembre 2011.
  32. ^ (EN) Animal - iTunes Canada. URL consultato il 1º novembre 2011.
  33. ^ (EN) Ke$ha Ends Boyle's 'Dream' With No. 1 Debut On Billboard 200. URL consultato il 1º novembre 2011.
  34. ^ (EN) Animal - Ke$ha. URL consultato il 1º novembre 2011.
  35. ^ (EN) Ke$ha knocks Boyle from No. 1. URL consultato il 1º novembre 2011.
  36. ^ (EN) KE$HA - ANIMAL (ALBUM). URL consultato il 1º novembre 2011.
  37. ^ (EN) Kesha Continues Her 2010 World Domination. URL consultato il 29 dicembre 2011.
  38. ^ (EN) Gold & Platinum Certification. URL consultato il 1º novembre 2011.
  39. ^ (EN) ARIA Charts - Accreditations - 2011 Albums. URL consultato il 1º novembre 2011.
  40. ^ (DE) Gold & Platin. URL consultato il 1º novembre 2011.
  41. ^ (DE) Gold-/Platin-Datenbank. URL consultato il 1° novembre 2011.
  42. ^ (EN) IRMA - Gold - Ireland. URL consultato il 1º novembre 2011.
  43. ^ (JA) ゴールド等認定作品一覧 2010年6月. URL consultato il 1° novembre 2011.
  44. ^ (EN) Ke$ha’s debut album Animal has been certified GOLD (100,000 copies sold) in Germany this week!!! This is her 8th certification for Animal!!. URL consultato il 29 dicembre 2011.
  45. ^ (EN) Best of 2010 - Top Billboard 200. URL consultato il 1º novembre 2011.
  46. ^ (EN) Ke$ha – Animal – Metacritic. URL consultato il 1º novembre 2011.
  47. ^ (EN) TiK ToK - Single - iTunes Canada. URL consultato il 1º novembre 2011.
  48. ^ (EN) Kesha Sets Female Download Record. URL consultato il 1º dicembre 2011.
  49. ^ a b c d e (EN) Ke$ha Album & Song Chart History - Hot 100. URL consultato il 1º novembre 2011.
  50. ^ a b c d e (EN) Searchable Database. URL consultato il 1º novembre 2011.
  51. ^ a b c d (EN) Ke$ha Album & Song Chart History - Canadian Hot 100. URL consultato il 1º novembre 2011.
  52. ^ a b (EN) Gold and Platinum Certification. URL consultato il 1º novembre 2011.
  53. ^ (EN) KE$HA - TIK TOK (SONG). URL consultato il 1º novembre 2011.
  54. ^ a b c d e (EN) ARIA Charts - Accreditations - 2010 Singles. URL consultato il 1º novembre 2011.
  55. ^ Classifica settimanale dal 25/01/2010 al 31/01/2010. URL consultato il 1º novembre 2011.
  56. ^ CERTIFICAZIONI DOWNLOAD FIMI. URL consultato il 1º novembre 2011.
  57. ^ (EN) Tik Tok continues record-breaking run. URL consultato il 1º novembre 2011.
  58. ^ a b c d e f (EN) Week Ending June 12, 2011. Songs: The Odd Couples. URL consultato il 1º novembre 2011.
  59. ^ a b c d (EN) Available for Airplay. URL consultato il 1º novembre 2011.
  60. ^ (EN) KE$HA FEAT. 3OH!3 - BLAH BLAH BLAH (SONG). URL consultato il 1º novembre 2011.
  61. ^ (EN) KE$HA FEAT. 3OH!3 - BLAH BLAH BLAH (SONG). URL consultato il 1º novembre 2011.
  62. ^ (EN) Chart Stats - Kesha - Blah Blah Blah. URL consultato il 1º novembre 2011.
  63. ^ (EN) Radio Scope. URL consultato il 2 gennaio 2012 (archiviato dall'url originale il 27 maggio 2010).
  64. ^ (EN) KE$HA - YOUR LOVE IS MY DRUG (SONG). URL consultato il 1º novembre 2011.
  65. ^ (EN) TOP 50 SINGLES, WEEK ENDING 10 June 2010. URL consultato il 1º novembre 2011.
  66. ^ (SK) SNS IFPI - YOUR LOVE IS MY DRUG. URL consultato il 1º novembre 2011.
  67. ^ (HU) Archívum – Slágerlisták – MAHASZ – Magyar Hanglemezkiadók Szövetsége. URL consultato il 1º novembre 2011.
  68. ^ a b c (EN) Ke$ha sued for $18 million. URL consultato il 2 gennaio 2012.
  69. ^ (SV) Guld och platina 2010. URL consultato il 1º novembre 2011.
  70. ^ (EN) KE$HA - TAKE IT OFF (SONG). URL consultato il 1º novembre 2011.
  71. ^ (CS) ČNS IFPI - TAKE IT OFF. URL consultato il 1º novembre 2011.
  72. ^ (SK) SNS IFPI - TAKE IT OFF. URL consultato il 1º novembre 2011.
  73. ^ (HU) Archívum – Slágerlisták – MAHASZ – Magyar Hanglemezkiadók Szövetsége. URL consultato il 1º novembre 2011.
  74. ^ (EN) Kesha wants to be more than pop's party girl. URL consultato il 1º novembre 2011.
  75. ^ (EN) Ke$ha Blasts Former Manager in Legal Dispute. URL consultato il 1º novembre 2011.
  76. ^ a b (EN) Kesha Announces Nashville Flood Benefit Concert. URL consultato il 1º novembre 2011.
  77. ^ (EN) Rihanna Announces Tour With Nicki Minaj, Kesha. URL consultato il 1º novembre 2011.
  78. ^ (EN) Ke$ha Says EMA Is 'The First Thing I've Ever Won'. URL consultato il 1º novembre 2011.
  79. ^ (EN) Kesha To Return With Cannibal On November 22. Animal companion will feature eight new songs. URL consultato il 1º novembre 2011.
  80. ^ (DE) Cannibal: Ke$ha: Amazon.de. URL consultato il 1º novembre 2011.
  81. ^ (EN) Amazon.com: Cannibal: Ke$ha. URL consultato il 1º novembre 2011.
  82. ^ (EN) Ke$ha On Her Haters: "I'm Not Going Anywhere". URL consultato il 1º novembre 2011.
  83. ^ (EN) Kanye West, Nicki Minaj Score Big Debuts on Billboard 200. URL consultato il 1º novembre 2011.
  84. ^ (EN) Cannibal - Ke$ha. URL consultato il 1º novembre 2011.
  85. ^ (EN) TOP 75 ARTIST ALBUM, WEEK ENDING 3 February 2011. URL consultato il 1º novembre 2011.
  86. ^ We R Who We R - Single - iTunes Italia. URL consultato il 1º novembre 2011.
  87. ^ (EN) Ke$ha's 'We R Who We R' debuts at No. 1 on 'Billboard' Hot 100. URL consultato il 1º novembre 2011.
  88. ^ (EN) Ke$ha: Billboard's Q&A with the Hot 100 Artist of the Year. URL consultato il 1º novembre 2011.
  89. ^ a b (EN) ARIA Charts - Accreditations - 2011 Singles. URL consultato il 1º novembre 2011.
  90. ^ (EN) Chart Stats - Kesha - We R Who We R. URL consultato il 1º novembre 2011.
  91. ^ (EN) GET SLEAZY. URL consultato il 2 novembre 2011.
  92. ^ (EN) Download The New Song Cannibal on iTunes. URL consultato il 2 novembre 2011.
  93. ^ (EN) Hot 100 — Week of November 20, 2010 — Greatest Gainer. URL consultato il 2 novembre 2011.
  94. ^ (EN) Canadian Hot 100 — Week of November 20, 2010 — Greatest Gainer. URL consultato il 2 novembre 2011.
  95. ^ (EN) Hot 100 — Week of November 20, 2010 — Greatest Gainer. URL consultato il 2 novembre 2011.
  96. ^ (EN) Canadian Hot 100 — Week of November 20, 2010 — Greatest Gainer. URL consultato il 2 novembre 2011.
  97. ^ (EN) Chart Watch Extra: The Year’s Top 25 Hits. URL consultato il 27 dicembre 2011.
  98. ^ (EN) KE$HA - BLOW (SONG). URL consultato il 1º novembre 2011.
  99. ^ (EN) KE$HA - BLOW (SONG). URL consultato il 1º novembre 2011.
  100. ^ (SK) SNS IFPI - BLOW. URL consultato il 1º novembre 2011.
  101. ^ (EN) Introducing the Queen of Pop. URL consultato il 1º novembre 2011.
  102. ^ (DE) I Am the Dance Commander + I Command You to Dance: The Remix Album - iTunes Deutschland. URL consultato il 1º novembre 2011.
  103. ^ (EN) The Sleazy Remix (feat. Andre 3000) - Single - iTunes US. URL consultato il 2 novembre 2011.
  104. ^ (EN) André 3000 Admires Ke$ha’s Flow. URL consultato il 2 novembre 2011.
  105. ^ (EN) Ke$ha - I Am the Dance Commander + I Command You to Dance: The Remix Album. URL consultato il 1º novembre 2011.
  106. ^ (EN) ALBUMS : Top 100. URL consultato il 1º novembre 2011.
  107. ^ (EN) KE$HA - I AM THE DANCE COMMANDER + I COMMAND YOU TO DANCE: THE REMIX ALBUM (ALBUM). URL consultato il 1º novembre 2011.
  108. ^ (EN) KE$HA - I AM THE DANCE COMMANDER + I COMMAND YOU TO DANCE: THE REMIX ALBUM (ALBUM). URL consultato il 1º novembre 2011.
  109. ^ (EN) Britney Spears “Till The World Ends” Written By Kesha. URL consultato il 1º novembre 2011.
  110. ^ (EN) Till the World Ends (The Femme Fatale Remix) [feat. Nicki Minaj & Ke$ha] - Single - iTunes Us. URL consultato il 1º novembre 2011.
  111. ^ (EN) Britney Spears, Nicki Minaj And Ke$ha 'Till The World Ends' Remix Leaks. URL consultato il 1º novembre 2011.
  112. ^ (EN) Adele's '21' Marks Sixth Week at No. 1 on Billboard 200. URL consultato il 1º novembre 2011.
  113. ^ (EN) Kesha to 'Get Sleazy' on First Headlining Tour. URL consultato il 1º novembre 2011.
  114. ^ (EN) Ke$ha Will Cover Beastie Boys, 'Assault All Your Senses' on 'Get $leazy' Tour. URL consultato il 1º novembre 2011.
  115. ^ (EN) Ke$ha's $leazy Tour: On the $cene in NYC – are Carl Bernstein and Nora Ephron closet Ke$ha fans?. URL consultato il 1º novembre 2011.
  116. ^ (EN) Kesha Extends Get Sleazy Tour 'I'm pulling out an ass-ton more glitter with blue lipstick to spare,' singer says of added North American dates. URL consultato il 1º novembre 2011.
  117. ^ (EN) Sleazy Remix 2.0 - Get Sleazier (feat. Lil Wayne, Wiz Khalifa, T.I. & André 3000) - Single. URL consultato il 2 gennaio 2011.
  118. ^ (EN) Michael Buble's 'Christmas' Hits Fourth Week at No. 1. URL consultato il 2 gennaio 2011.
  119. ^ (EN) Hot 100 — Week of December 31, 2011 — Biggest Jump. URL consultato il 2 gennaio 2011.
  120. ^ (EN) Canadian Hot 100 — Week of December 31, 2011 — Biggest Jump. URL consultato il 2 gennaio 2011.
  121. ^ (EN) Forthcoming 76-song Bob Dylan tribute album streaming on Facebook for Human Rights Day. URL consultato il 29 gennaio 2012.
  122. ^ Ke$ha in studio con Wayne Coyne dei Flaming Lips: i video delle session. URL consultato il 4 febbraio 2012.
  123. ^ (EN) Ke$ha: 'Die Young' New Single Announcement at MTV VMAs!. URL consultato l'8 settembre 2012.
  124. ^ (EN) Hot 100 — Week of December 08, 2012. URL consultato il 15 gennaio 2013.
  125. ^ (EN) KE$HA - DIE YOUNG (SONG). URL consultato il 15 gennaio 2013.
  126. ^ (EN) ARIA Charts - Accreditations - 2012 Singles. URL consultato il 15 gennaio 2013.
  127. ^ (EN) Kesha: 'Die Young' Song Yanked From Airwaves Following School Massacre. URL consultato il 23 settembre 2012.
  128. ^ (EN) Ke$ha Returns: 'Warrior' Attacks Stores in December. URL consultato il 23 settembre 2012.
  129. ^ (EN) Taylor Swift's 'Red' Back at No. 1, Wiz Khalifa and Ke$ha Debut Top 10. URL consultato il 15 gennaio 2013.
  130. ^ (EN) Canadian Albums — Week of December 22, 2012. URL consultato il 15 gennaio 2013.
  131. ^ (EN) C'mon. URL consultato il 23 settembre 2012.
  132. ^ (EN) Crazy Kids. URL consultato il 2 giugno 2013.
  133. ^ (EN) Kesha - Kesha releasing autobiography. URL consultato il 2 giugno 2013.
  134. ^ (EN) Ke$ha Brings 'My Crazy Beautiful Life' To MTV: Watch A Preview!. URL consultato il 2 giugno 2013.
  135. ^ (EN) Ke$ha And Pitbull Team Up For North American Tour. URL consultato il 2 giugno 2013.
  136. ^ (EN) Kesha Admits She Considered Suicide After Oral Sex Photo, Shares New Warrior Tour Dates. URL consultato il 2 giugno 2013.
  137. ^ Kesha pubblica il video di Dirty Love. URL consultato il 22 aprile 2014.
  138. ^ Kesha entra in rehab. URL consultato il 22 aprile 2014.
  139. ^ Kesha esce dal rehab e cambia nome. URL consultato il 22 aprile 2014.
  140. ^ Kesha giudice in Rising Star. URL consultato il 2 luglio 2014.
  141. ^ Kesha annuncia il nuovo album. URL consultato il 2 luglio 2014.
  142. ^ (EN) Ke$ha Goes Global For The Animals as Humane Society Ambassador. URL consultato il 1º novembre 2011.
  143. ^ (EN) Music City to rebuild on shoulders of its stars. URL consultato il 1º novembre 2011.
  144. ^ (EN) Ke$ha, Iggy Pop Team Up With PETA To Fight Baby Seal Massacre In Canada (PHOTOS/GRAPHIC VIDEO). URL consultato il 1º novembre 2011.
  145. ^ (EN) [EXCLUSIVE] Ke$ha & McDonald's Clash Over Animal Welfare. URL consultato il 1º novembre 2011.
  146. ^ (EN) Ke$ha Wants 'Till The World Ends' Remix To 'Take Over Airwaves'. URL consultato il 2 novembre 2011.
  147. ^ a b c d (EN) Make It $top. URL consultato il 2 novembre 2011.
  148. ^ (EN) Ke$ha's Singing Is 'Awesome,' Taio Cruz Says. URL consultato il 2 novembre 2011.
  149. ^ (EN) Ke$ha (No 640). URL consultato il 2 novembre 2011.
  150. ^ (EN) Ke$ha Is A 'Cannibal' On Her New Track. URL consultato il 2 novembre 2011.
  151. ^ a b c (EN) Changing the Face (and Sound) of Rap. URL consultato il 2 novembre 2011.
  152. ^ (EN) The pop star we love to hate. URL consultato il 2 novembre 2011.
  153. ^ (EN) Cannibal. URL consultato il 2 novembre 2011.
  154. ^ (EN) Kesha "Cannibal". URL consultato il 2 novembre 2011.
  155. ^ (EN) Ke$ha – Animal. URL consultato il 2 novembre 2011.
  156. ^ (EN) Kesha, "Animal". URL consultato il 2 novembre 2011.
  157. ^ (EN) Ke$ha: ‘I Have a Really Good Voice’. URL consultato il 2 novembre 2011.
  158. ^ (EN) Kesha demands a pinch of respect and mirth. URL consultato il 2 novembre 2011.
  159. ^ (EN) Ke$ha. URL consultato il 2 novembre 2011.
  160. ^ (EN) Interview: Ke$ha's Appetite for Construction. URL consultato il 2 novembre 2011.
  161. ^ (EN) Singer/rapper Ke$ha: 'Really fun,' yet serious. URL consultato il 2 novembre 2011.
  162. ^ a b (EN) Ke$ha Says She May Go Country 'One Day'. URL consultato il 2 novembre 2011.
  163. ^ (EN) Interview. URL consultato il 2 novembre 2011.
  164. ^ a b (EN) Kesha. URL consultato il 2 novembre 2011.
  165. ^ (EN) Kesha Can Handle Her Liquor and Success. URL consultato il 2 novembre 2011.
  166. ^ (EN) Interview: Kesha. URL consultato il 2 novembre 2011.
  167. ^ (EN) Ke$ha: 'I have 200 songs for my second album. URL consultato il 2 novembre 2011.
  168. ^ a b (EN) Ke$ha Talks U.$. Tour: "It's an Epic Dance Party". URL consultato il 2 novembre 2011.
  169. ^ (EN) Ke$ha: I dress like a 'wild animal'. URL consultato il 2 novembre 2011.
  170. ^ (EN) Ke$ha Calls 'Your Love Is My Drug' Video 'A Psychedelic Trip Of The Mind'. URL consultato il 2 novembre 2011.
  171. ^ (EN) Victorious: Ke$ha Guest Stars In "Ice Cream for Kesha" photo album. URL consultato il 1º novembre 2011.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 81878968 LCCN: no2010012014

Questa è una voce di qualità. Clicca qui per maggiori informazioni
Wikimedaglia
Questa è una voce di qualità.
È stata riconosciuta come tale il giorno 2 gennaio 2012vai alla segnalazione.
Naturalmente sono ben accetti altri suggerimenti e modifiche che migliorino ulteriormente il lavoro svolto.

Criteri di ammissione  ·  Segnalazioni  ·  Voci di qualità in altre lingue