Kepler-80

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kepler-80
Classificazione Nana arancione
Classe spettrale K6 V[1]
Distanza dal Sole ~1100 anni luce
Costellazione Lira
Coordinate
(all'epoca J2000.0)
Ascensione retta 19h 44m 27s
Declinazione +39° 58′ 44″
Dati fisici
Raggio medio 0,74 R
Massa
0,72 M
Temperatura
superficiale
4250 K (media)
Luminosità
0,160 L
Metallicità [Fe/H]= -0,56 (28% del Sole)
Dati osservativi
Magnitudine app. 15

Kepler-80 (precedentemente conosciuta come KOI-500) è una stella situata nella costellazione della Lira di magnitudine 15, attorno alla quale, nel 2012, sono stati scoperti cinque pianeti extrasolari. La stella, distante circa 1100 anni luce dalla Terra, è più piccola e fredda rispetto al Sole, avendo una massa del 72%[2] e un raggio del 74% di quelli della nostra stella, e una temperatura superficiale attorno ai 4250 kelvin.[3] Si tratta di una stella piuttosto povera di metalli rispetto al Sole, la sua abbondanza di elementi più pesanti dell'elio è infatti il 28% di quella solare.[3]

Sistema planetario[modifica | modifica sorgente]

La scoperta dei pianeti è avvenuta tramite il metodo del transito analizzando i dati del telescopio spaziale Kepler, ed è stata annunciata da Darin Ragozzine nel corso di una conferenza dell'American Astronomical Society nell'ottobre 2012[4].

I pianeti hanno un raggio compreso tra 0,116 e 0,21 volte il raggio di Giove, vale a dire da 1,3 a 2,58 raggi terrestri, mentre i periodo orbitali vanno da 0,99 a 9,5 giorni[3].

La tabella seguente elenca le principali caratteristiche dei pianeti, anche se alcune non sono ancora conosciute:

Pianeta Massa Raggio Periodo orb. Sem. maggiore Scoperta
f - 1,3 R 0,99 giorni - 2012
d - 1,4 R 3,07 giorni - 2012
e - 1,5 R 4,64 giorni - 2012
b - 1,5 R 7,05 giorni - 2012
c - 2,58 R 9,52 giorni - 2012

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Spettri stimati sulla base della sola temperatura, come esposto in A Modern Mean Stellar Color and Effective Temperatures (Teff)#Sequence for O9V-Y0V Dwarf Stars, sito di E. Mamajek accesso 29/10/2013
  2. ^ Kepler Discoveries - Kepler-80, NASA.
  3. ^ a b c Planet Kepler-80 c, Enciclopedia dei pianeti extrasolari.
  4. ^ Darin Ragozzine, The Very Compact Five Exoplanet System KOI-500: Mass Constraints from TTVs, Resonances, and Implications, DPS annual meeting, American Astronomical Society, 2012.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Astronomia Portale Astronomia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronomia e astrofisica