Kepler-62 f

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kepler-62 f
Rappresentazione artistica di Kepler-62fRappresentazione artistica di Kepler-62f
Stella madre Kepler-62
Scoperta 18 aprile 2013
Scopritore Borucki et al.
Distanza dal Sole 1200 anni luce
Parametri orbitali
Semiasse maggiore 0,718 UA
Periodo orbitale 267,291 giorni
Inclinazione orbitale 89,9°
Eccentricità ~0
Dati fisici
Raggio medio 1,41 ± 0,07 R[1].
Acceleraz. di gravità in superficie 12,677 m/s² (1,29 g)
Temperatura
superficiale
243 K (media)

Kepler-62 f (noto anche come KOI-701.04) è un pianeta extrasolare orbitante attorno alla stella Kepler-62, una nana arancione distante 1200 anni luce dal sistema solare,[2] situata nella costellazione della Lira. L'esopianeta si trova nella zona abitabile ed è quindi ritenuto probabile che sia presente acqua liquida sulla superficie.

Il pianeta, con un raggio 1,4 volte quello terrestre, è probabilmente una super Terra con superficie solida, e si trova nella zona abitabile della stella, ove è possibile la presenza di acqua liquida in superficie[3].

La temperatura indicativa di equilibrio è stimata attorno ai 243 K, tuttavia, essendo il pianeta un po' più grande della Terra, è possibile che abbia una densa atmosfera in grado di trattenere maggiormente il calore, rispetto al valore indicativo citato dal Planetary Habitability Laboratory dell'Università di Arecibo in Porto Rico[4].

Un'eventuale effetto serra causato da una densa atmosfera potrebbe innalzare tale valore indicativo, come avviene per esempio per Venere, che pur avendo una temperatura d'equilibrio più bassa di quella terrestre a causa dell'alta albedo, ha una temperatura superficiale effettiva estremamente più alta di quella del nostro pianeta (737 K).[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ William J. Borucki et al., Kepler-62: A Five-Planet System with Planets of 1.4 and 1.6 Earth Radii in the Habitable Zone in Science, 18 aprile 2013, DOI:10.1126/science.1234702.
  2. ^ (EN) 2 Good Places to Live, 1,200 Light-Years Away, New York Times, 18 aprile 2013. URL consultato il 19 aprile 2013.
  3. ^ William J. Borucki et al., Kepler-62: A Five-Planet System with Planets of 1.4 and 1.6 Earth Radii in the Habitable Zone in Science, 18 aprile 2013, DOI:10.1126/science.1234702.
  4. ^ a b NASA Kepler Discovers New Potentially Habitable Exoplanets Planetary Habitability Laboratory

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Il sistema di Kepler-62
Stella Kepler-62
Pianeti b · c · d · e · f


Astronomia Portale Astronomia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronomia e astrofisica