Kensington Gardens

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 51°30′26″N 0°10′49″W / 51.507222°N 0.180278°W51.507222; -0.180278

Kensington Gardens
A Walk in the Park - geograph.org.uk - 546153.jpg
Localizzazione
Stato Regno Unito Regno Unito
Località Londra
Informazioni generali
Tipo Parco urbano
Superficie 111 ettari
Gestore The Royal Parks
Apertura 1738
Realizzazione
Architetto Henry Wise; Charles Bridgeman
http://www.royalparks.org.uk/parks/kensington-gardens

Kensington Gardens, un tempo giardini privati di Kensington Palace, è uno dei Parchi Reali di Londra. Sorge immediatamente ad ovest di Hyde Park.

La maggior parte dei giardini si trova nella City of Westminster, ma una piccola sezione è situata nel Distretto amministrativo di Royal Borough of Kensington and Chelsea. Il parco copre all'incirca 275 acri (1.1 km²).

Cenni storici[modifica | modifica sorgente]

Il parco è noto a generazioni di bambini inglesi perché in esso è ambientato il libro Peter Pan nei Giardini di Kensington di James Matthew Barrie, la prima opera in cui compare la figura di Peter Pan, in cui si narra delle prime avventure del celebre eterno bambino quando ancora non era giunto nell'Isola che non c'è. Le fate dei giardini sono state descritte per la prima volta da Thomas Tickell nel suo poema intitolato proprio Kensington Gardens (1722).[1]

I Kensington Gardens furono curati da Enric Wise e Charles Bridgeman che vi aggiunsero caratteristiche alla moda come il Round Pond, viali alberati ed un Dutch Garden, un giardino all'olandese. Persino il Re rimase positivamente colpito dall'esecuzione dei lavori.[1]

Nei giardini vi sono numerosi monumenti, come l'Albert Memorial, una statua di Peter Pan, la galleria d'arte Serpentine Gallery, ed un monumento dedicato a John Hanning Speke.[1]

Assieme ai due Parchi Reali Green Park e St. James's Park, forma un vero e proprio grande "polmone verde" nel cuore della città di Londra tra Kensington e Westminster.[1]

Nel film Hook - Capitan Uncino diretto da Steven Spielberg, Peter Pan (Robin Williams) si sveglia da un profondo sonno e si ritrova, magicamente, sotto la statua di Peter Pan in Kensington Gardens.[1]

Altre occorrenze[modifica | modifica sorgente]

Ai Giardini di Kensington è stata dedicata una canzone degli anni 1970 di Patty Pravo intitolata, appunto, I giardini di Kensington, cover di un brano di Lou Reed, Walk on the Wild Side, di contenuto testuale però del tutto estraneo ai giardini londinesi.

I giardini di Kensington è anche il titolo di un romanzo gotico-pop di Fresán Rodrigo pubblicato nel 2006 da Arnoldo Mondadori Editore

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e Royal Parks - History

Argomenti correlati[modifica | modifica sorgente]

Gli altri Parchi Reali sono:

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Kensington Gardens, sito ufficiale dei Giardini.

Londra Portale Londra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Londra