Kengo Kuma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Per quanto riguarda la mia architettura non ho l'esigenza di fare l'opera unica, lavoro piuttosto, pensando che, possa sparire; anche se non arrivo a cancellare completamente l'architettura, ritengo che un atteggiamento che rispetti la morbidezza, l'uomo, l'ambiente e la natura, abbia comunque esiti differenti.[1] »

Kengo Kuma (隈 研吾 Kuma Kengo?) (Kanagawa, 1954) è un architetto giapponese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Kuma nasce a Yokohama, prefettura di Kanagawa, nel 1954, si è laureato all’università di Tokyo nel 1979. Nel 1987, dopo essere stato Visiting Scholar presso la Columbia University di New York, fonda lo "Spatial Design studio" (ora "Kengo Kuma & Associates").
Oggi Kuma è professore presso la facoltà di scienze e tecnologie dell'Università Keio.

Progetti[modifica | modifica wikitesto]

  • 1989 - 1991 M2 building
  • 1994 - Yusuhara Visitor's Center, Kochi
  • 1994 - Osservatorio Kiro-san, Ehime
  • 1995 - Villa Water/Glass, Shizuoka
  • 1996 - Noh Stage in the Forest, Miyagi
  • 1996 - Glass/Shadow, Gunma
  • 1996 - River/Filter, Fukushima
  • 1998 - Awaji Service Area, Hyogo
  • 1998 - Memorial Park, Gunma
  • 1999 - Valley/Slats, Hyogo
  • 1999 - Wood/Slats, Kanagawa
  • 1999 - Bamboo House, Kanagawa
  • 1999 - Museo Kitakami Canal, Miyagi
  • 1999 - Museo della pietra, Nasu, Tochigi
  • 2000 - 2001 Bamboo House Giappone, Nishinomiya
  • 2000 - villa Water/Slats Undecided, Kanagawa
  • 2000 - Museo Hiroshige, Tochigi
  • 2001 - Tokyo Suntory Building, Tokio
  • 2002 - Great (Bamboo) Wall House, Beijing
  • 2002 - Plastic House
  • 2003 - LVMH Group Japan headquarters
  • 2005 - Kodan apartments
  • 2007 - Water Block House

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fonte: Lotus (rivista) n.135, dicembre 2008

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 64255547 LCCN: nr99033434