Ken Doane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kenneth Doane
Fotografia di {{{nome}}}
Nome Kenneth George Doane
Ring name El Diablo
Ken Doane
Ken Phoenix
Kenny
Kenny Dykstra
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Nascita Southbridge
Residenza Richmond
Altezza dichiarata 193 cm
Peso dichiarato 106 kg
Allenatore Killer Kowalski
OVW staff
Debutto 2001
Progetto Wrestling

Kenneth George Doane (Southbridge, 16 marzo 1986) è un wrestler statunitense. Combatteva nel roster di SmackDown della World Wrestling Entertainment con il ring name Kenny Dykstra. Ha iniziato la sua carriera in WWE giovanissimo, entrando a far parte della Spirit Squad, una stable formata da cheerleader. In tutta la sua militanza nella federazione di Vince McMahon, Kenny ha conquistato per una volta il World Tag Team Title, insieme agli altri membri della Spirit Squad. Dopo lo scioglimento della stable, ha iniziato a far coppia con Johnny Nitro, finché Kenny non si è trasferito a SmackDown!. Qui, ha iniziato una relazione con Victoria (kayfabe).

Wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Inizi[modifica | modifica wikitesto]

Doane fa il suo debutto nel 2001 all'età di 15 anni. Inizia la sua carriera nell'area del New England sotto il nome di "Broadway" Kenn Phoenix. Viene allenato da Killer Kowalski in Massachussets. Firma un contratto di sviluppo con la World Wrestling Entertainment e viene mandato in Ohio Valley Wrestling (OVW). Fa la sua prima apparizione televisiva a 17 anni nell'episodio del 12 maggio 2003 di Raw come Kenn Phoenix. A Heat fa un'altra apparizione ma perde contro Lance Storm. Il 3 giugno 2005 fa il suo primo match in OVW perdendo contro Kenzo Suzuki. Tre settimane dopo vince l'OVW Television Championship battendo Deuce Shade. Perde il titolo contro CM Punk il 9 novembre 2005.

WWE[modifica | modifica wikitesto]

Raw, Spirit Squad e faida con Shawn Michaels (2006)[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver perso il Television Championship, Doane si unisce alla Spirit Squad, una stable di cheerleader maschi usando il nome di Kenny. Il 23 gennaio 2006 in un episodio di Raw i cinque della Spirit Squad aiutano Jonathan Coachman a vincere il match di qualificazione per la Royal Rumble contro Jerry Lawler. Poi si alleano con Vince McMahon che era impegnato in un feud con Shawn Michaels. Era frequente infatti che i membri della Spirit Squad combattessero in un 5 on 1 handicap match contro Shawn Michaels. Dopo il feud con Michaels, Kenny e il resto della Spirit Squad vincono il World Tag Team Championship contro Big Show e Kane. Il match in realtà non fu legale: infatti Kenny colpì l'arbitro accidentalmente e gli altri quattro membri ne approfittarono per attaccare insieme Big Show che venne schienato proprio da Kenny. Subito dopo il match, tutti i membri vennero riconosciuti come campioni e perciò potevano schierare la formazione a loro più gradita per difendere i titoli. Tre settimane dopo, McMahon annunciò un altro handicap match contro Michaels. Tuttavia, il match non venne disputato perché la Spirit Squad attaccò brutalmente Shawn Michaels prima del match. Subito dopo, McMahon ordinò a Triple H di infierire sul ormai esausto Shawn. Kenny però identificando Triple H come un nemico prova a colpirlo e ciò fece scatenare la sua rabbia e si schierò dalla parte di Michaels. Così si riformò la D-X che iniziò subito un feud con la Spirit Squad. La Spirit Squad intanto riesce a difendere i titoli in diverse occasioni: contro Jim Duggan ed Eugene, Charlie Haas e Viscera, Snitsky e Val Venis. Poche settimane dopo però, Kenny in singolo perde un match contro Ric Flair. Dopo due sconfitte consecutive contro i Cryme Time, Kenny attacca Mikey dicendo che sconfiggerà Flair da solo molto presto. Tuttavia, viene deciso che Ric Flair e una leggenda a scelta del pubblico fra Sgt. Slaughter, Roddy Piper e Dusty Rhodes andranno per i titoli di coppia a Cyber Sunday contro la Spirit Squad. I Fans scelgono Piper e lui e Flair sconfiggono Kenny e Mikey e conquistano il World Tag Team Championship. Il gruppo si scioglie durante la puntata di Raw del 27 novembre quando perdono contro Shawn Michaels, Triple H e Ric Flair in un 5 on 3 handicap match e Kenny insieme agli altri vengono rimandati in Ohio Valley Wrestling.

Ritorno a SmackDown (2007 - 2008)[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la gimmick della Spirit Squad, Kenny ritorna con una nuova musica, una nuova gimmick e un nuovo nome, Kenny Dykstra. Kenny si dimostra subito interessato ad entrare nei Rated RKO, team composto da Randy Orton ed Edge. Dopo essere stato cacciato riesce a battere Ric Flair, Eugene e Val Venis. Successivamente forma un team con Johnny Nitro, ma i due si dividono quando Kenny viene ingaggiato a SmackDown! e Nitro in ECW. Dykstra fa il suo debutto a SmackDown! il 6 giugno 2007 perdendo contro Chuck Palumbo. Il 20 giugno partecipa alla battle royal per decretare il primo sfidante per il World Heavyweight Championship ma viene eliminato dopo poco da Chris Masters. Più tardi perde un match contro Matt Hardy. Dykstra forma poi un team con Victoria. I due affrontano spesso Jimmy Wang Yang e Torrie Wilson o Chuck Palumbo e Michelle McCool ottenendo sia vittorie che sconfitte. Dopo una lunga assenza dai teleschermi della WWE, fa il suo ritorno il 15 agosto 2008 perdendo contro l'allora WWE Champion Triple H.

Il 10 novembre 2008, la WWE rilascia Kenny Dykstra.

Dragon Gate USA (2009–presente)[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2009, Doane inizia a lavorare per la Dragon Gate USA sotto il suo vero nome. Il 16 gennaio perde contro Jimmy Jacobs. Il 9 marzo, Doane, sotto il suo vero nome combatte in un dark match della Total Nonstop Action Wrestling (TNA) perdendo contro Homicide. Il 1º novembre 2010, Doane annuncia che probabilmente effettuerà altri dark match per la TNA.

Mosse finali[modifica | modifica wikitesto]

Condotta In Pay Per View WWE[modifica | modifica wikitesto]

2006[modifica | modifica wikitesto]

2007[modifica | modifica wikitesto]

Titoli e Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Premiere Wrestling Federation

Ohio Valley Wrestling

Pro Wrestling Illustrated

  • 123° nella classifica dei 500 migliori wrestler su PWI 500 (2007)

World Wrestling Entertainment

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]