Ken Clark

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Ken Clark (Neffs, 4 giugno 1927Roma, 1 giugno 2009) è stato un attore statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo una breve carriera hollywoodiana, Ken Clark si trasferisce in Italia diventando famoso per i suoi ruoli nel cinema di spionaggio e western. Esordisce nel grande schermo italiano nella pellicola Lo sterminatore dei barbari dove interpreta la parte del nobile Astolfo. Di seguito partecipa in alcuni film peplum in ruoli sempre secondari o di "spalla" quali Maciste contro i Mongoli, Ercole l'invincibile e Maciste nell'inferno di Gengis Khan. Nel 1964 collabora con Mario Bava dove è nelle vesti di un bandito nordamericano nel lungometraggio La strada per Fort Alamo, uno dei primi film western italiani. Dal 1966 al 1970 interpreta altri due western: Ringo del Nebraska e Sledge, quest’ultimo prodotto da Dino De Laurentiis. Negli anni sessanta Clark interpreta il personaggio Agente 077, e partecipa così a tre pellicole dirette da Sergio Grieco imperniate su questo personaggio. Clark recita anche in altri film simili a James Bond, quali Tiffany memorandum (alias Il mistero dell'ombra) e Rapporto Fuller, base Stoccolma (alias Il complotto). Lavora inoltre nel lungometraggio di Umberto Lenzi Attentato ai tre grandi, dove interpreta il Captain Fritz Schoeller. Appare per l’ultima volta al cinema nel film Arena nel 1989

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 73525225 LCCN: no2002069890

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema