Kayak (azienda)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kayak
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Fondazione 2004
Fondata da Steve Hafner, Paul M. English
Sede principale Stamford (Connecticut)
Gruppo The Priceline Group
Settore motore di ricerca, turismo, e-commerce
Slogan «IL MOTORE DI RICERCA DEDICATO AL VIAGGIO.»
Sito web www.kayak.it

KAYAK è un meta motore di ricerca viaggi gestito da Kayak Software Corporation (o KAYAK), azienda fondata negli Stati Uniti nel 2004[1] e presente in Italia dal 2008.[2][3] La società è stata acquisita da Priceline.com l’8 novembre 2012 ed è quotata in borsa dal 2012.[4][5]


Storia[modifica | modifica sorgente]

Fondazione[modifica | modifica sorgente]

KAYAK è stata fondata nel 2004 dai co-fondatori di Expedia, Travelocity e Orbitz.[1] Nel dicembre 2007, KAYAK ha ottenuto 196 milioni dollari in un ciclo di finanziamento da parte di un gruppo d’investitori, tra cui General Catalyst Partners, Sequoia Capital, Accel Partners e Oak Investment Partners. Utilizzando tale finanziamento, KAYAK ha acquisito SideStep, un sito di viaggio concorrente negli Stati Uniti [6]. La sede centrale di KAYAK si trova nella zona di New York, mentre la sede tecnologica risiede nell’area di Boston.

Sviluppo internazionale[modifica | modifica sorgente]

Dopo l’introduzione dei suoi servizi in alcuni mercati europei come Spagna, Germania e Francia nel 2007, Kayak ha lanciato ufficialmente il sito sul mercato italiano nel 2008.[6][7][8] Nel maggio 2010, KAYAK ha acquisito il marchio Swoodoo, una piattaforma per la ricerca di viaggi in Germania, e in seguito checkfelix.com, un sito web leader come metamotore di ricerca viaggi in Austria.[9][10]

Entrata in borsa e acquisizione[modifica | modifica sorgente]

Il 20 luglio 2012 KAYAK è entrata ufficialmente in borsa con il nome di KAYAK. Nel suo primo giorno di attività commerciale, ha aperto con 26 dollari e ha chiuso con 33.18 dollari.[11][12] L’8 novembre del 2012 KAYAK è stata acquisita da Priceline.com per 1,8 miliardi di dollari.[13]

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

La rivista Time ha nominato KAYAK nella sua lista dei 50 migliori siti web del 2009.[14]

Al The Webby Awards, KAYAK ha ricevuto il premio “People’s Voice” nella categoria sito di viaggio nel 2008, il premio “Webby” nella categoria sito di viaggi nel 2009, il premio “People’s Voice” nella categoria applicazioni mobile di viaggio nel 2011, insieme ad altri tre premi nel 2012: il “Webby” e il “People's Choice” nella categoria siti di viaggio e il “People's Voice” nella categoria applicazioni mobile di viaggio.[15][16]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Valeria Camagni, Arriva in Italia Kayak, il motore di ricerca viaggi leader negli Usa in pcprofessionale, 29 marzo 2012. URL consultato il 14 aprile 2014.
  2. ^ Kayak confronta anche i pacchetti in L’agenzia di viaggi, 30 gennalo 2013. URL consultato il 14 aprile 2014.
  3. ^ Elena Franco, Ricerche Viaggi Online: Kayak.it Arriva in Italia in blogosfere.it, 2 aprile 2012. URL consultato il 14 aprile 2014.
  4. ^ Viaggi online: Priceline acquista Kayak per $1,8 miliardi in Borsa inside, 9 novembre 2012. URL consultato il 14 aprile 2014.
  5. ^ Kayak entra in Borsa in guidaviaggi, 23 luglio 2012. URL consultato il 14 aprile 2014.
  6. ^ a b Ernesto Deidda, La guerra dei metasearch tra Kayak e Trivago in errequadro, 15 febbraio 2013. URL consultato il 14 aprile 2014.
  7. ^ Kayak confronta anche i pacchetti in L’agenzia di viaggi, 30 gennalo 2013. URL consultato il 14 aprile 2014.
  8. ^ Elena Franco, Ricerche Viaggi Online: Kayak.it Arriva in Italia in blogosfere.it, 2 aprile 2012. URL consultato il 14 aprile 2014.
  9. ^ (EN) Kayak swoops on German travel search engine Swoodoo in Techcrunch, 6 maggio 2010. URL consultato il 14 aprile 2014.
  10. ^ (EN) Colleen Taylor, Poised for IPO, Kayak Reports Sales Boost and Global Growth in Techcrunch, 27 maggio 2011.
  11. ^ Viaggi online: Priceline acquista Kayak per $1,8 miliardi in Borsa inside, 9 novembre 2012. URL consultato il 14 aprile 2014.
  12. ^ Kayak entra in Borsa in guidaviaggi, 23 luglio 2012. URL consultato il 14 aprile 2014.
  13. ^ Turismo e Social Network: la pubblicità costerà? in blogturismo, 10 novembre 2012. URL consultato il 14 aprile 2014.
  14. ^ (EN) Adam Fisher, 50 Best Websites 2009 in Time Magazine, 24 agosto 2012. URL consultato il 14 aprile 2014.
  15. ^ The Webby Awards, 13 gennaio 2012. URL consultato il 14 aprile 2014.
  16. ^ The Webby Awards, 1 giugno 2012. URL consultato il 14 aprile 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Web Portale Web: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Web