Kayōkyoku

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Kayōkyoku (歌謡曲)
Origini stilistiche Enka, Musica pop occidentale
Origini culturali Il genere nacque in Giappone nei primi del Novecento attraverso l'influenza della musica occidentale
Strumenti tipici
Popolarità Si sviluppò ed ebbe grandissima popolarità nella prima metà del Novecento per poi evolversi, a partire dagli anni sessanta, nei vari generi del J-Pop.
Generi derivati
J-Pop, J-Rock
Categorie correlate

Gruppi musicali kayōkyoku · Musicisti kayōkyoku · Album kayōkyoku · EP kayōkyoku · Singoli kayōkyoku · Album video kayōkyoku

Con Kayōkyoku (歌謡曲?) si intende un genere di musica pop giapponese cantata con un accompagnamento musicale occidentale.

Si dice che il primo esempio di kayōkyoku sia stato "Kachūsha no Uta" (カチューシャの歌, Canzone di Katjuša, da non confondere con l'omonima canzone sovietica), composta da Shinpei Nakayama e cantata da Samako Matsui in un adattamento teatrale del romanzo Resurrezione di Lev Tolstoj portato in scena a Tokyo nel 1914. La canzone ebbe una grande risonanza in Giappone divenendo uno dei primi grandi successi discografici nipponici anche in termini di vendite.

Il tipo di musica delle canzoni kayōkyoku è estremamente vario poiché in realtà il genere abbraccia ogni tipo di musica cantata in giapponese, fatta eccezione per i canti popolari e le canzoni per bambini, anche se attualmente si considerano come generi a parte anche gli enka ed il J-Pop.

Più tardi, soprattutto a partire dalla seconda metà degli anni cinquanta, l'influenza dei nuovi generi come il Rock and roll ha portato all'evoluzione del genere avvicinandolo ancora di più alla musica occidentale e dando vita al pop giapponese ed al più moderno J-Pop.