Kauai

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kauai
Una foto dell'isola dell'agosto 1995 dai satelliti della Nasa
Una foto dell'isola dell'agosto 1995 dai satelliti della Nasa
Geografia fisica
Localizzazione Oceano Pacifico
Coordinate 22°05′N 159°30′W / 22.083333°N 159.5°W22.083333; -159.5Coordinate: 22°05′N 159°30′W / 22.083333°N 159.5°W22.083333; -159.5
Arcipelago Hawaii
Superficie 1.446 km²
Geografia politica
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Stato federato Hawaii Hawaii
Contea Kauai
Cartografia
Mappa di localizzazione: Oceano Pacifico
Kauai

[senza fonte]

voci di isole degli Stati Uniti d'America presenti su Wikipedia

Kauai o Kaua'i è l'isola geologicamente più antica delle Hawaii. Conosciuta anche come The Garden Island, Kauai si trova a nord ovest di Oahu. L'isola ha origini vulcaniche ed un terreno generalmente montuoso. Con un'area di 1456 km², è la quarta isola più grande dell'arcipelago Hawaiiano, e la ventunesima isola per superficie negli Stati Uniti.[1] Secondo lo United States Census del 2010[2], la popolazione sull'isola di Kauai ammonta a 67,091 abitanti, mentre la città più popolosa è Kapaʻa.

Origine del nome[modifica | modifica sorgente]

Secondo la tradizione dei nativi Hawaiiani, il nome origina dalla leggenda di Hawaiʻiloa, il navigatore polinesiano che per primo scoprì le isole Hawaiiane. La leggenda narra che avesse conferito il nome all'isola in onore al suo figlio preferito: questo spiegherebbe perché una delle possibili traduzioni del nome Kauai sia "un posto intorno al collo", cioè la rappresentazione di come un padre porterebbe il suo figlio prediletto. Un'altra possibile traduzione è "la stagione del cibo".[3]

Kauai era nota per il suo distinto dialetto della lingua hawaiiana, che è tuttora parlato nell'isola limitrofa di Niihau. Mentre l'attuale lingua ufficiale è basata sul dialetto parlato nell'isola principale di Hawaii, che è basata sul suono [k] all'inizio delle parole, nel dialetto kauaiano questo suono è sostituito da una [t]. Di fatto, il dialetto kauaiano conservò la sonorità della /t/ pan-polinesiana, mentre fu il dialetto Hawaiiano a cambiarla in una [k]. Pertanto, l'antico nome di Kauai era probabilmente Tauaʻi, e l'insediamento maggiore di Kapaʻa probabilmente all'epoca si chiamava Tapaʻa.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Nel 1778 il capitano James Cook giunse a Waimea Bay, primo europeo ad aver raggiunto le isole Hawaiian, cui egli diede il nome in onore del suo armatore, il conte di Sandwich.[4]

Durante il regno del re Kamehameha, le isole di Kauaʻi e di Niʻihau erano le ultime isole hawaiane a sottomettersi al regno delle Hawaii. Il loro capo, Kaumualiʻi, resistette a Kamehameha per anni. Quest'ultimo aveva preparato per ben due volte una grossa armata di navi e canoe per ottenere le isole con la forza, ma fallì entrambe le volte: una volta a causa di una tempesta e l'altra a causa di un'epidemia. Di fronte comunque alla minaccia di una terza invasione Kaumualiʻi decise di sottomettersi al regno senza necessità di spargimento di sangue e nel 1810 divenne vassallo di Kamehameha, cedendo le isole al regno dopo la usa morte, avvenuta nel 1824.[4]

Negli anni 1815-17 Kaumualiʻi condusse trattative segrete con la Compagnia russo-americana, nel tentativo di ottenere l'appoggio russo contro Kamehameha. I negoziati fallirono e i russi furono costretta ad abbandonare la del tutto la loro presenza a Kauaʻi, compreso il russo Fort Elizabeth, dopo che si seppe che essi non godevano del consenso dello Zar Alessandro.

Nel 1835, Old Koloa Town aprì uno zuccherificio.[4]

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Kalalau Beach

In pieno Oceano Pacifico appena sopra il Tropico del Cancro, Kauai racchiude una varietà di climi e paesaggi naturali che vanno dalla foresta pluviale al deserto o alla palude, dalle montagne aspre ed inospitali a pianure coltivate e spiagge di sabbia bianca. Kauai ha origini vulcaniche, dovuta al passaggio della placca pacifica sopra il punto caldo Hawaiiano.[5]

Il rilievo più alto è il Monte Kawaikini, che raggiunge i 1.598 m, seguito dal Monte Waialeale (1.570 m) vicino al centro dell'isola.

I centri abitati più importanti[modifica | modifica sorgente]

Città e villaggi di Kauaʻi hanno popolazioni che vanno dai 9500 abitanti circa di Kapaʻa fino a piccole frazioni. Segue l'elenco dei maggiori centri abitati (comprendendo quelli più importanti fra il punto più settentrionale dell'Hawaii Route 560, fino a quello più occidentale dell' Hawaii Route 50).

Hanalei città con veduta del Monte Na Molokama e Māmalahoa

Ecologia[modifica | modifica sorgente]

Kauai racchiude una varietà di climi e paesaggi naturali che vanno dalla foresta pluviale al deserto o alla palude, dalle montagne aspre ed inospitali a pianure coltivate e spiagge di sabbia bianca. Nel Parco Nazionale Kokee, attraversato dal Waimea Canyon, si possono ammirare oltre alla flora e fauna locale (gallo rosso della jungla, l'oca chiamata nenè ed altre migliaia di piccoli uccelli) dei panorami mozzafiato. L'isola è anche l'unica delle Hawaii dove non è mai arrivata la mangusta, il piccolo predatore, che altrove ha causato l'estinzione di alcune specie di uccelli.

Flora[modifica | modifica sorgente]

Sull'isola crescono numerose piante endemiche delle isole Hawaii, tra le quali anche piante in pericolo di estinzione, quali la Brighamia insignis, una campanulacea che cresce solo su quest'isola e su quella di Niʻihau, e il Munroidendron racemosum, la specie del genere monospecifico Munroidendron, appartenente alla famiglia delle Araliaceae, che cresce in sole tre località dell'isola: Nounou Mountain, scogliere del parco Nā Pali Coast, e Haʻupu Ridge, vicino alla Nāwiliwili Bay.

Inoltre l'isola è habitat naturale per la pianta autoctona Euphorbia celastroides,[6] una specie del genere Euphorbia, ed ospita anche lo Hibiscus kokio kokio, una sottospecie dell'Hibiscus kokio, endemica della Hawaii.

Popolazione[modifica | modifica sorgente]

L'isola è abitata da circa 67000 abitanti. La città più popolosa è Kapaʻa, seguita da Lihue (in hawaiiano Līhu'e) capoluogo della contea di Kauai che, oltre all'isola omonima, comprende anche la più piccola Niihau. A Lihue si trova anche l'aeroporto principale dell'isola.[7]

Kauai nel cinema[modifica | modifica sorgente]

L'isola è stata scelta da Steven Spielberg per il film Jurassic Park, ma fino dagli anni trenta è stata sede di produzioni cinematografiche tanto che vi si sono girati più di 60 tra film e serie televisive tra cui King Kong e I predatori dell'arca perduta. La Disney l'ha scelta come ambientazione per il suo film d'animazione del 2002 Lilo e Stitch.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Table 5.08 - Land Area of Islands: 2000 in 2004 State of Hawaii Data Book, State of Hawaii, 2004. URL consultato il 23 luglio 2007.
  2. ^ Census Tracts 401 through 409, Kauaʻi County United States Census Bureau
  3. ^ Pukui, Mary Kawena, Place Names of Hawaii, University of Hawaii Press. ISBN 0-8248-0524-0.
  4. ^ a b c (EN) Kauai History, Hawaiian Tourism Authority. URL consultato il 16 giugno 2012.
  5. ^ Table 5.11 - Elevations of Major Summits in 2004 State of Hawaii Data Book, State of Hawaii, 2004. URL consultato il 23 luglio 2007.
  6. ^ CHAMAESYCE CELASTROIDES COASTAL DRY SHRUBLAND at hawaii.edu
  7. ^ Lihue Airport (LIH) — Hawaii Airports

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]


Stati Uniti d'America Portale Stati Uniti d'America: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Stati Uniti d'America