Katawa Shoujo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Katawa Shoujo
Sviluppo Four Leaf Studios
Data di pubblicazione 4 gennaio 2012
Genere Visual novel
Modalità di gioco Giocatore singolo
Piattaforma Microsoft Windows, Mac OS X, Linux
Motore grafico Ren'Py
Fascia di età 18+

Katawa Shoujo è una visual novel con stile bishōjo creata dal gruppo di sviluppo amatoriale Four Leaf Studios che racconta la storia di un ragazzo e di cinque ragazze disabili.

La maggior parte della storia si svolge presso l'immaginaria scuola superiore Yamaku per ragazzi disabili, che si trova da qualche parte nel Giappone moderno. Hisao Nakai, un ragazzo normale, scopre in un giorno d'inverno di essere malato d'aritmia, costringendolo a trasferirsi in una nuova scuola dopo un lungo ricovero in ospedale. Nonostante le sue difficoltà, Hisao è in grado di trovarsi degli amici, e forse degli amori.

Il gameplay di Katawa Shoujo è basato sulle scelte del giocatore riguardanti le azioni di Hisao, che influenzeranno la trama della storia. Ogni trama porta a una storia d'amore con una delle cinque ragazze disabili, e prevede anche scene erotiche, le quali possono comunque essere disabilitate dal menù principale senza influenzare la trama.

Creazione[modifica | modifica sorgente]

L'idea di base del gioco deriva da uno schizzo[1] disegnato nel 2000 dall'artista giapponese RAITA, aggiunto al termine della dojinshi "Schuppen harnische" (basata su Nausicaä della valle del vento)[2], che descriveva l'idea di un ipotetico eroge (gioco erotico), chiamato appunto Katawa Shoujo, nel quale innamorarsi di ragazze affette da vari handicap. Da gennaio 2007 lo schizzo è stato ampiamente discusso sul sito 4chan e svariati utenti di internet provenienti da ogni parte del mondo[3] si sono uniti per formare un gruppo di sviluppo, chiamato Four Leaf Studios. Tutti i membri del team di sviluppo celano la loro identità per mezzo di nickname, eccezione fatta per l'autore delle sequenze animate che appaiono al termine dell'atto 1 della versione completa, Mike Inel[4].

Il 29 aprile 2009 è stata rilasciata la versione demo in inglese, comprendente solo il primo atto della storia, e successivamente tradotta in francese, italiano, giapponese, russo, tedesco, ungherese e cinese tradizionale e semplificato. La versione completa in inglese è stata rilasciata gratuitamente presso il sito ufficiale solo il 4 gennaio 2012, esattamente cinque anni dopo la comparsa della prima bozza di progetto su 4chan[5]. L'8 luglio 2013 il gioco è stato reso disponibile in francese. Il 9 dicembre 2013, è stata rilasciata una versione russa, tradotta da un gruppo di traduzione indipendente. Dal 12 febbraio 2014 è possibile scaricare dal sito ufficiale del gioco una versione che include sia la lingua inglese che quella francese.

I responsabili di Four Leaf Studios hanno affermato tramite il blog che con il rilascio del gioco completo la loro attività è terminata e al momento non sono intenzionati a intraprendere altri progetti.[5]

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

Maggiori[modifica | modifica sorgente]

Una scena del gioco mostrante (da sinistra a destra) Lilly, Misha e Shizune
  • Hisao Nakai, protagonista della storia. Ha problemi d'aritmia non diagnosticati che emergono quando, durante un tentativo di dichiarazione d'amore alla sua fidanzata Iwanako, cade svenuto a causa di un infarto. Dopo un periodo di riabilitazione in ospedale, viene iscritto dai genitori all'istituto Yamaku per ragazzi disabili. Era un giocatore di calcio, ma ha dovuto abbandonare questo sport a causa della sua malattia; dopo il trasferimento alla Yamaku diventa un avido lettore.
  • Emi Ibarazaki, è sprovvista di gambe in seguito a un incidente d'auto e utilizza delle protesi, ma nonostante ciò è una ragazza sportiva piena di vitalità. È amica e vicina di stanza di Rin.
  • Hanako Ikezawa, metà del suo corpo è cicatrizzata a causa di un incendio che ha portato i suoi genitori alla morte, e questo l'ha traumatizzata rendendola estremamente timida e solitaria. L'unica persona con cui ha legato è Lilly, la sua migliore amica, che essendo cieca è l'unica a non giudicarla in base all'aspetto fisico.
  • Lilly Satou, è una ragazza di origini nippo-scozzesi cieca dalla nascita, rappresentante della classe 3-2 che raccoglie gli studenti con deficit visivi. Ha un carattere molto docile e materno, e occupa molto del suo tempo con Hanako. Litiga spesso con Shizune a causa del loro carattere divergente, ma le due sono cugine.
  • Rin Tezuka, è una ragazza dal temperamento artistico, sprovvista di braccia dalla nascita e per questo molto abile nell'utilizzo dei piedi per dipingere e compiere azioni quotidiane. Questa disabilità la porta a indossare abiti maschili e a mantenere i capelli corti. È amica e vicina di stanza di Emi.
  • Shizune Hakamichi, è una ragazza sordomuta, ma nonostante questo handicap è presidente del consiglio d'istituto. Ha un carattere aggressivo e si trova sempre a fianco della sua migliore amica Misha, che svolge da sua traduttrice. Ha un fratello, Hideaki, e Lilly è sua cugina.
  • Shiina Mikado (alias Misha), ragazza vistosa e energetica di cui è sconosciuta la disabilità (viene comunque affermato in alcuni punti della trama che non tutti gli studenti della Yamaku sono affetti da handicap). È la migliore amica di Shizune e le fa da traduttrice attraverso la lingua dei segni, motivo per cui le due sono praticamente inseparabili. Misha stessa afferma al protagonista che è entrata alla Yamaku per imparare il linguaggio dei segni, poiché vuole diventare un'interprete, e di non essere disabile.

Minori[modifica | modifica sorgente]

  • Kenji Setou, è un ragazzo parzialmente cieco, vicino di stanza di Hisao. È una persona che soffre di paranoie e psicosi legate a un immaginario "complotto femminista" volto a conquistare il mondo, di cui la Yamaku sarebbe l'avamposto.
  • Infermiere, l'infermiere capo della scuola, ha aiutato Emi nella riabilitazione a seguito dell'incidente che l'ha colpita. È socievole con tutti i suoi pazienti. Non si sa quale sia il suo vero nome.
  • Akio Mutou, insegnante di materie scientifiche della Yamaku, è il professore principale della classe di Hisao. Può sembrare assente e svogliato ma in realtà è molto attento alle esigenze dei suoi studenti. Si accorge presto di come Hisao sia portato per le scienze e gli suggerisce di proseguire la sua carriera studentesca in quel campo.
  • Yuuko Shirakawa, è una studentessa universitaria che svolge la mansione di bibliotecaria della scuola, e per arrotondare le entrate fa la cameriera presso la sala da tè "Shanghai". È una persona timida, nervosa e insicura, nonostante ciò Hisao spesso si rivolge a lei per consigli su come comportarsi a scuola e con le amiche.
  • Akira Satou, è la sorella maggiore di Lilly. Nonostante assomigli fisicamente molto a Lilly, è molto più mascolina di quest'ultima, come si addice alla sua immagine di donna in carriera. Appare in quasi tutti percorsi, principalmente in quelli di Lilly e Hanako. È spesso in compagnia del cugino, Hideaki.
  • Hideaki Hakamichi, è il fratello di Shizune. È molto intelligente e ha un atteggiamento molto simile a quello di sua sorella. Si veste in un modo molto femminile, cosa Hideaki stesso sembra non notare.
  • Jigoro Hakamichi, è il padre di Shizune. È un uomo testardo, tirchio e fanfarone. Porta sempre una katakana con sé.
  • Iwanako, è stata la fidanzata di Hisao, prima del suo primo attacco di cuore, avuto durante la sua dichiarazione di amore. Mentre Hisao è in ospedale, i contatti con Iwanako diminuiscono pian piano. In ogni percorso del gioco, Hisao riceve una lettera da lei; la risposta da parte di Hisao sarà sempre diversa in base al percorso.
  • Miki Miura, è una compagna di classe di Hisao a cui le manca la mano sinistra. È un membro della squadra di atletica della scuola insieme ad Emi, nonché la seconda atleta più veloce. Tuttavia, Miki non viene mai menzionata o mostrata nel percorso di Emi (se non come personaggio di sfondo), ma viene menzionata una volta nel percorso di Lilly e interagisce un paio di volte con Hisao nel percorso di Hanako.
  • Shinichi Nomiya, è l'insegnate d'arte della Yamaku, presente solo nel percorso di Rin. È una persona eccentrica che vuole far diventare Rin un'artista di successo a tutti i costi.
  • Sae Saionji, è il proprietario di una galleria d'arte della città e un vecchio amico di Nomiya. Appare solo verso la fine del percorso di Rin.
  • Meiko Ibarazaki, è la madre di Emi. È una donna piuttosto giovane e attraente, descritta da Hisao come una versione più anziana di Emi, avendo notando che ha un comportamento molto simile a quello della figlia. Appare nel percorso di Emi e più brevemente anche nel percorso di Rin.

Accoglienza e critiche[modifica | modifica sorgente]

In generale Katawa Shoujo è stato accolto in modo positivo dalla critica specializzata, che ne ha sottolineato la sensibilità nel trattare tematiche difficili e raramente sfruttate in ambito videoludico, oltre che il realismo dei personaggi e le ambientazioni. Un argomento spesso adoperato nelle analisi del titolo è il notare come, nonostante le radici del progetto siano da rintracciarsi nelle dojinshi e nelle imageboard, i personaggi del gioco non siano oggetto di feticismi né vengano definiti principalmente dalle loro disabilità, ma vengono trattati come esseri umani, capaci di sentimenti come tutti.

Una critica mossa al gioco è di avere un titolo offensivo: in giapponese "Katawa" è un termine crudo per definire le persone portatrici di handicap (Katawa Shoujo si potrebbe tradurre più o meno come "Ragazze storpie" o "Ragazze deformi"). Gli sviluppatori del gioco si sono difesi affermando che essere offensivi verso i disabili non era il loro intento, e che il titolo è stato scelto solo in quanto omaggio allo schizzo di RAITA, intitolato appunto Katawa Shoujo.[6]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ il disegno originale
  2. ^ Doujinshi and Manga Lexicon - informazioni su "Schuppen harnische"
  3. ^ Membri dello staff
  4. ^ Post dl blog di sviluppo su Mike Inel
  5. ^ a b "Katawa Shoujo Released"
  6. ^ Discussione sulle reazioni dei giocatori giapponesi al gioco, sui forum del sito ufficiale

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi