Karystos

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Karystos
comune
Κάρυστος
Karystos – Veduta
Localizzazione
Stato Grecia Grecia
Periferia Grecia Centrale
Unità periferica Eubea
Territorio
Coordinate 38°00′N 24°24′E / 38°N 24.4°E38; 24.4 (Karystos)Coordinate: 38°00′N 24°24′E / 38°N 24.4°E38; 24.4 (Karystos)
Superficie 675 km²
Abitanti 13 602 (2001)
Densità 20,15 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orario UTC+2
Cartografia
Mappa di localizzazione: Grecia
Karystos
Karystos – Mappa

Karystos (in greco Κάρυστος e Caristo secondo la tradizionale traslitterazione in italiano dei nomi greci) è un comune della Grecia situato nella periferia della Grecia Centrale (unità periferica dell'Eubea) con 13.602 abitanti secondo i dati del censimento 2001[1].

A seguito della riforma amministrativa detta piano Kallikratis in vigore dal gennaio 2011[2] che ha abolito le prefetture e accorpato numerosi comuni, la superficie del comune è ora di 675 km² e la popolazione è passata da 7.144[3] a 13.602 abitanti.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

È un'antica città greca, già citata da Omero[4], situata all'estremità meridionale dell'isola di Eubea.

Nel 490 a.C. la città, che era sottomessa a Eretria, fu occupata dai Persiani. Al costituirsi della prima alleanza marittima ateniese, Caristo fu l'unica città dell'Eubea che non ne fece parte. Fu costretta successivamente ad alleasrsi con Atene, che vi spedì anche una colonia.

Centro culturale di notevole importanza, diede i natali, tra gli altri, ad Antigono di Caristo, Apollodoro di Caristo, Diocle di Caristo e all'importante esponente della scuola medica erofilea Andrea.

Località marina, ha un porto e nel suo entroterra rimangono alcune antiche cave di marmo cipollino.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Le notizie sullìantica città sono tratte dalla voce Caristo della Enciclopedia italiana.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Popolazione comuni greci. URL consultato il 9 marzo 2011.
  2. ^ piano Kallikratis. URL consultato il 2 marzo 2011.
  3. ^ Censimento 2001. URL consultato il 2 marzo 2011.
  4. ^ Iliade, II, 539

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Grecia Portale Grecia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Grecia