Karl Sigismund Kunth

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Karl Sigismund Kunth

Karl Sigismund Kunth (Lipsia, 18 giugno 1788Berlino, 22 marzo 1850) è stato un botanico tedesco.

Kunth trascorse 24 anni della sua vita lavorativa ad analizzare i campioni, che Alexander von Humboldt ed Aimé Bonpland avevano raccolto durante il loro viaggio in Sudamerica.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Lipsia ed impiegato presso un commerciante di Berlino, fece conoscenza con Alexander von Humboldt, che risvegliò in lui l'interesse per la botanica e che lo aiutò a poter frequentare i corsi presso l'Università di Berlino. Prima aveva frequentato la Thomasschule di Lipsia.

Dal 1813 al 1819 studiò a Parigi presso il Museo nazionale di storia naturale di Francia e curò i rapporti con i botanici francesi del tempo. Là si occupò dell'analisi e della classificazione dei campioni della raccolta di Humboldt, con il quale condivise anche un'abitazione. Con la sua opera Nova genera et species plantarum quas in peregrinatione ad plagam aequinoctialem orbis novi collegerunt Bonpland et Humboldt, fu uno dei primi a categorizzare la flora del continente americano.

Nel 1820 rientrò a Berlino, divenne professore di botanica presso l'Università e vicedirettore dell'Orto botanico. Nel 1829 venne accolto come membro dell'ccademia delle Scienze ed intraprese un viaggio di tre anni nel Sudamerica, che lo portò a visitare Colombia, Brasile, Cile, Peru, Venezuela, America Centrale ed i Caraibi.

Nel 1850, a causa di una lunga e dolorosa malattia, Kunth si tolse la vita.[1] Dopo la sua morte il governo prussiano acquistò la sua raccolta botanica. Successivamente la sua salma venne inumata nell'Orto botanico di Berlino.

Opere (selezione)[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (DE) Robert Zander, Handwörterbuch der Pflanzennamen, a cura di Fritz Encke, Günther Buchheim e Siegmund Seybold, 13ª ed., Stuttgart, Ulmer Verlag, 1984, ISBN 3-8001-5042-5.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DE) H. Walter Lack: Alexander von Humboldt und die botanische Erforschung Amerikas. Prestel 2009, ISBN 978-3-7913-4461-4, S. 91.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]