Karl Gölsdorf

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'ingegnere Karl Gölsdorf

Karl Gölsdorf (Vienna, 8 giugno 1861Wolfsbergkogel, 18 marzo 1916) è stato un ingegnere austriaco, inventore e progettista di locomotive a vapore.

Karl Gölsdorf nacque a Vienna da Louis Adolf Gölsdorf. Ancora studente venne introdotto agli studi progettuali delle locomotive dal padre ingegnere capo (Maschinendirektor) delle k.u.k. Südbahn. Tra 1880 e 1884 frequentò la facoltà di Tecnologia dell'Università di Vienna conseguendo una brillante qualificazione. Nel 1885 entrò a far parte della "Wiener Maschinenfabrik" come progettista. Nel 1889 diventò capo dello staff che dirigeva la costruzione di locomotive. Il 1º novembre 1891 entrò, come "ingegnere aggiunto" nell'ufficio progetti delle ferrovie statali austriache.

Nel 1893 inventò un sistema per risolvere il problema della difficoltà d'avviamento delle locomotive compound quando in posizione di immissione si trovava il cilindro a bassa pressione.

La notorietà di Gölsdorf si accrebbe in seguito all'introduzione dello scorrimento radiale degli assi accoppiati delle locomotive a vapore per favorirne l'inscrizione nelle curve. La prima applicazione del suo sistema fu su un gruppo di otto locomotive kkStB 170. Le successive applicazioni del suo progetto nelle kkStB 180, il cui primo, terzo e quinto asse vennero messi in grado di traslare lateralmente nel telaio, dimostrarono in molti casi che era inutile costruire complicate locomotive articolate per adattarsi alle sinuosità delle linee. Da allora in poi tale tecnica di costruzione divenne lo standard per le locomotive merci pesanti.

Locomotiva kkStB 180.01 nel Museo ferroviario di Strasshof
Locomotiva kkStB 108

Tra 1893 e 1916 Karl Gölsdorf divenne il capo progettista delle "Kaiserlich-königlichen österreichischen Staatsbahnen" (kkStB) sviluppando i progetti per ben 25 differenti tipi di locomotive a vapore (in 47 varianti).

Tra i suoi progetti più noti sono la Locomotiva ÖBB 90, le Atlantic delle classi 108 e 310. Le macchine per ferrovia a cremagliera "kkStB 269" per la "Erzbergbahn" e a scartamento ridotto "kkStB Classe Yv" per la "Ybbstalbahn".

Karl Gölsdorf usò sempre le migliori e più innovative tecnologie del suo tempo. La sua "310" sviluppata nel 1911, a sei assi accoppiati, a 4 cilindri compound a vapore surriscaldato fu una delle più eleganti dei suoi tempi.

Nel 1910 venne insignito del titolo di "dottore in ingegneria" dall'Università di Hanover. Nel 1913 fu nominato capo reparto. Fu membro attivo in molti organismi ferroviari e co-editore della rivista "Eisenbahntechnik der Gegenwart" (La tecnologia ferroviaria attuale).

Si spense improvvisamente il 18 marzo 1916 a Wolfsbergkogel.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Hans Steffan: Dr. Ing. h.c. Karl Gölsdorf †, Die Lokomotive, April 1916, S. 69 ff., Vienna 1916 [1]
  • Richard Spiro: Die Gölsdorf-Sammlung im Deutschen Museum in München, Die Lokomotive, Dezember 1926, S. 227–229, Vienna 1926 [2]
  • Verzeichnis der Lokomotiven, Tender, Wasserwagen und Triebwagen der k. k. österreichischen Staatsbahnen und der vom Staate betriebenen Privatbahnen nach dem Stande vom 30. Juni 1917, 14. Auflage, Editrice delle k. k. österreichischen Staatsbahnen, Vienna, 1918
  • Karl Gölsdorf: Lokomotivbau in Alt-Österreich 1837–1918, Editrice Slezak, 1978. ISBN 3-900134-40-5

Controllo di autorità VIAF: 27948605 LCCN: n79000644