Karl-Heinrich Bodenschatz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Karl-Heinrich Bodenschatz
Karl Bodenschatz a sinistra, con Walter von Reichenau e Wilhelm Keitel, nel 1939
Karl Bodenschatz a sinistra, con Walter von Reichenau e Wilhelm Keitel, nel 1939
10 dicembre 1890 - 25 agosto 1979
Nato a Rehau
Morto a Erlangen
Dati militari
Paese servito Flag of the German Empire.svg Impero tedesco (fino al1918)
Germania Repubblica di Weimar (fino al 1933)
Flag of the NSDAP (1920–1945).svg Germania nazista
Forza armata Heer
Luftstreitkräfte
Luftwaffe
Anni di servizio 1910-1945
Grado General der Flieger

[senza fonte]

voci di militari presenti su Wikipedia

Karl-Heinrich Bodenschatz (Rehau, 15 novembre 1890Erlangen, 25 agosto 1979) è stato un ufficiale tedesco che fu assistente di Manfred von Richthofen nella prima guerra mondiale e ufficiale di collegamento tra Hermann Göring e Adolf Hitler durante la seconda guerra mondiale.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Prime attività militari[modifica | modifica sorgente]

Bodenschatz si arruolò nel 1910 nel VIII reggimento di fanteria bavarese e fu cadetto all'Accademia di Guerra a Metz fino al 1912. Dopo lo scoppio della prima guerra mondiale, divenne un fante e partecipò alla battaglia di Verdun. Dopo essere stato ferito per quattro volte, nel 1916 si trasferisce al Deutsche Luftstreitkräfte come aiutante di Manfred von Richthofen per i suoi Jagdgeschwader, presso Avesnes-le-Sec. Nel giugno 1918 Hermann Göring assunse il comando dello squadrone dopo la morte di von Richtofen.

Periodo tra le due guerre[modifica | modifica sorgente]

Dopo la guerra, entrò a far parte della Reichswehr come ufficiale regolare, nel XXI reggimento di fanteria dal 1919 fino all'aprile 1933, quando, in virtù della sua amicizia con Göring, si unì alla Luftwaffe come suo aiutante militare fino al 1938.

Seconda guerra mondiale[modifica | modifica sorgente]

Durante la seconda guerra mondiale, fu l'ufficiale di collegamento tra il quartier generale di Hitler e il comandante in capo della Luftwaffe, fino a quando venne gravemente ferito nell'attentato del 20 luglio presso la Tana del Lupo a Rastenburg, nella Prussia orientale; due ufficiali alla sua sinistra ed uno alla sua destra sono rimasti uccisi.

Secondo dopoguerra[modifica | modifica sorgente]

Venne catturato a Bad Reichenhall il 5 maggio 1945 e nel 1946 venne chiamato come testimone al processo di Norimberga, venendo condannato a due anni di carcere. Morì a Erlangen, in Germania nel 1979 all'età di 88 anni.

Medaglie e riconoscimenti and Honours[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Hunting With Richthofen: The Bodenschatz Diaries: Sixteen Months of Battle with J G Freiherr Von Richthofen No. 1. Grub Street, 1998, ISBN 1-89869-797-3.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 60012840 LCCN: no97003164