Kapfenberger Sportvereinigung

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kapfenberger SV
Calcio Football pictogram.svg
Falken ("falchi")
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px Rosso e Bianco (strisce).png Rosso-bianco
Simboli un falco
Dati societari
Città Kapfenberg Wappen.gif Kapfenberg
Paese Austria Austria
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Austria.svg ÖFB
Campionato Erste Liga
Fondazione 1919
Rifondazione 1947
Presidente Austria Erwin Fuchs
Allenatore Austria Kurt Russ
Stadio Franz Fekete
(12 000 posti)
Sito web ksv-fussball.at
Palmarès
Titoli nazionali 1 Campionato di Staatsliga B
1 Campionato di Erste Liga
4 Campionati di Regionalliga
Si invita a seguire il modello di voce

Il Kapfenberger Sportvereinigung, chiamato comunemente Kapfenberger SV, Kapfenberger, Kapfenberg o con la sigla KSV, è una società polisportiva austriaca di Kapfenberg, in Stiria. Essa è principalmente conosciuta per la sezione calcistica, la quale milita in Erste Liga, la seconda serie del campionato austriaco di calcio.

Fondato nel 1919 come Kapfenberger SC, ha assunto la denominazione attuale il 23 marzo 1947. Le altre sezioni del club sono di pallamano, sci, hockey su ghiaccio e tennis tavolo.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il 4 settembre 1919 fu fondato il Kapfenberger Sportclub, che già nel 1922 milita nella 1. Klasse, massima categoria della Steirischen Fußball-Verband; conquista anche la coppa regionale. Con il primo trofeo della sua storia, la squadra biancorossa inizia una veloce scalata alle vette del calcio regionale e, nel 1925, disputa la finalissima per il titolo contro lo Sturm Graz. L'anno seguente ottiene il miglior piazzamento in 1. Klasse, con il 3º posto finale; nel 1941 disputa gli spareggi per l'ammissione alla Gauliga.

Gli anni della seconda guerra mondiale sono i più prolifici per i falken che, dopo aver vinto due coppe della Stiria nel 1939-1940 e 1940-1941, conquistano due titoli regionali consecutivi (1941-1942 e 1942-1943). Una nuova serie di spareggi per la promozione nella Gauliga si conclude a favore del Markersdorf/Pielach solo per differenza reti. Il periodo positivo del club prosegue anche dopo la guerra.

Il club fu rifondato il 23 marzo 1947 come Kapfenberger Sportvereinigung, con sezioni di pallamano, sci e tennis tavolo. Più tardi verrà inaugurata anche una squadra di hockey su ghiaccio, il KSV Eishockeyklub. Nel 1954 il Kapfenberger vinse il campionato di Staatsliga B, conquistando la promozione in Staatsliga A per la prima volta nella storia. Il club vinse il campionato di seconda divisione (ormai Regionalliga) anche nel 1960-1961, 1962-1963 e 1973-1974. La squadra trascorse quasi tutti gli anni ottanta in 2. Division.

Successivamente, il Kapfenberger rimase a lungo in Landesliga e Regionalliga e solo nel 2002-2003 fu nuovamente promosso in Erste Liga. Nel 2005 fu vicecampione dietro al Ried, sfiorando la promozione in Bundesliga. Nel 2006-2007 arrivò penultimo e avrebbe dovuto retrocedere in Regionalliga ma, a causa del ritiro della licenza professionistica a Grazer AK e Admira Wacker Mödling, il club poté restare in Erste Liga. L'anno seguente arrivò sorprendentemente al primo posto venendo promosso in Bundesliga con tre giornate d'anticipo.

Il 9 luglio 2008 il KSV giocò la sua prima partita nel massimo campionato nazionale da 41 anni a quella parte. Il campionato 2008-2009 è stato un susseguirsi di alti e bassi ma, con la vittoria sull'Austria Kärnten del 9 maggio 2009, i falchi hanno conquistato la matematica certezza della permanenza in Bundesliga con tre turni d'anticipo. La squadra ha concluso il campionato all'8º posto finale.

Nella stagione 2009-2010 arrivò un'altra salvezza, grazie al 9º posto finale. I bianco-rossi si confermarono in Bundesliga anche nella stagione seguente, ancora al penultimo posto. Al termine della stagione 2011-2012, chiusa al 10º posto, il club è retrocesso in Erste Liga. Nel suo primo anno in cadetteria, dopo aver occupato a lungo le posizioni di bassa classifica, ha concluso al 5º posto. La società ha deciso di assumere Kurt Russ come nuovo allenatore, dandone notizia il 5 giugno 2013[1].

Colori e simbolo[modifica | modifica sorgente]

I colori sociali del club sono il bianco ed il rosso.

Il simbolo caratteristico è un falco.

Stadio[modifica | modifica sorgente]

Il Kapfenberger SV gioca le partite casalinghe al Franz Fekete Stadion, inaugurato nel 1950 e capace di 12 000 spettatori.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

1953-1954
1960-1961, 1962-1963, 1973-1974, 2001-2002
2007-2008

Competizioni regionali[modifica | modifica sorgente]

1941-1942, 1942-1943
1921-1922, 1939-1940, 1940-1941

Organico odierno[modifica | modifica sorgente]

Rosa[modifica | modifica sorgente]

Aggiornata al giugno 2012.

N. Ruolo Giocatore
1 Austria P Patrick Kostner
2 Austria D René Pitter
3 Austria D Manfred Gollner
4 Austria D Joachim Standfest
5 Austria D David Otter
6 Austria D Dominic Pürcher
8 Austria D Thomas Burgstaller
9 Austria C Thomas Csobadi
10 Austria C David Sencar
11 Austria A Dieter Elsneg
12 Austria P Christoph Nicht
13 Austria C Nico Antonitsch
14 Austria C Markus Felfernig
15 Austria C Mario Grgić
16 Austria C Ibrahim Bingöl
N. Ruolo Giocatore
17 Montenegro D Argzim Redžović
18 Austria D Lukas Graf
19 Austria C Danijel Mićić
21 Spagna C Ismael Barragán
25 Austria A Thomas Hirschhofer
26 Austria P Paul Paiduch
27 Austria A Sanel Kuljic
29 Austria C Philipp Wendler
30 Austria C Ralph Spirk
33 Austria C Patrick Wolf
34 Slovenia A Dragan Jelić
36 Austria P Andreas Lukse
41 Polonia D Tomasz Welnicki
42 Brasile A Val Ceará
66 Austria D Thomas Schönberger

Rose stagioni precedenti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (DE) Kapfenberg entlässt Schmidt - Russ ist neuer Trainer, weltfussball.at, 5 giugno 2013.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Calcio