Kalpis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kalpis a figure rosse nel museo del Louvre (G51)

Il kalpis è un vaso greco che come l'hydria era utilizzato per trasportare acqua.

Si tratta di una variante dell'hydria, con corpo più tondeggiante e spalla meno pronunciata, con la caratteristica di avere corpo e collo uniti in modo continuo.

Come l'hydria ha il corpo ovale, con la parte più fine verso il piede. Ha tre manici: i due orizzontali, posti a 180° l'uno dall'altro dove il corpo è più largo, servivano per il sollevamento e il trasporto del recipiente; il terzo è verticale, si trova fra collo e corpo, a 90° dagli agli altri due serviva per versare l'acqua.

La variante attica del kalpis era provvista di due soli manici.

Fu prodotto dalla fine del VI secolo a.C. fino alla fine del periodo a figure rosse.

La sua altezza variava da un minimo di 30 cm ad un massimo di 60 cm.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]