Kailashahar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kailashahar
Consiglio di Frazione (Nagar Panchayat)
Localizzazione
Stato India India
Stato federato Seal of Tripura.svg Tripura
Divisione Non presente
Distretto Tripura Settentrionale
Territorio
Coordinate 24°19′59.88″N 92°01′00.12″E / 24.3333°N 92.0167°E24.3333; 92.0167 (Kailashahar)Coordinate: 24°19′59.88″N 92°01′00.12″E / 24.3333°N 92.0167°E24.3333; 92.0167 (Kailashahar)
Altitudine 21[1] m s.l.m.
Abitanti 20 279 (2001)
Altre informazioni
Lingue bengalese, inglese
Cod. postale 799277[2]
Prefisso 3824[3]
Fuso orario UTC+5:30
Cartografia
Mappa di localizzazione: India
Kailashahar

Kailashahar (o Kailasahar) è una suddivisione dell'India, classificata come nagar panchayat, di 20.279 abitanti, capoluogo del distretto del Tripura Settentrionale, nello stato federato del Tripura. In base al numero di abitanti la città rientra nella classe III (da 20.000 a 49.999 persone)[4].

Geografia fisica[modifica | modifica sorgente]

La città è situata a 24° 19' 60 N e 92° 1' 0 E e ha un'altitudine di 21 m s.l.m.[1].

Demografia[modifica | modifica sorgente]

Al censimento del 2001 la popolazione di Kailashahar assommava a 20.279 persone, delle quali 10.306 maschi e 9.973 femmine. I bambini di età inferiore o uguale ai sei anni assommavano a 1.977, dei quali 1.030 maschi e 947 femmine. Infine, coloro che erano in grado di saper almeno leggere e scrivere erano 16.547, dei quali 8.680 maschi e 7.867 femmine.[5]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Falling Rain Genomics, Inc, Kailashahar, India Page. URL consultato l'11-07-2008.
  2. ^ (EN) India Post, Pincode search - Kailashahar. URL consultato il 28-07-2008.
  3. ^ (EN) Bharat Sanchar Nigam Ltd, STD Codes for cities in Tripura. URL consultato il 28-07-2008.
  4. ^ (EN) Census of India, Alphabetical list of towns and their population - Tripura (PDF). URL consultato il 21-05-2008.
  5. ^ (EN) Census of India 2001, Population, population in the age group 0-6 and literates by sex - Cities/Towns (in alphabetic order): 2001. URL consultato il 20-06-2008.