Kārlis Ulmanis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kārlis Augustus Vilhelms Ulmanis

Kārlis Augustus Vilhelms Ulmanis (Bērze, 4 settembre 1877Krasnovodsk, 20 settembre 1942) è stato un politico lettone.

Nel 1905 partecipò alla rivoluzione russa poi soffocata nel sangue; il fallimento dei rivoluzionari lo costrinse a rifugiarsi negli USA per poi rimpatriare nel 1913.

Fondatore del Partito lettone dei contadini, fu primo ministro della Lettonia dal 1918 (indipendenza) al 1934. Nel 1936 divenne presidente della Lettonia, ma nel 1940 fu arrestato dai Russi e la Lettonia venne annessa all'Unione Sovietica

Ulmanis morì dimenticato da tutti in una prigione russa in Turkmenistan nel 1942.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie