Junior Eurovision Song Contest 2010

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Junior Eurovision Song Contest 2010
Edizione VIII
Periodo 20 novembre 2010
Sede Minsk Arena, Minsk
Presentatore Denis Kourian
Leila Ismailava (Лейла Ісмаілава)
Trasmesso da Eurovisione
Partecipanti 14
Paesi debuttanti Moldavia Moldavia
Ritiri Cipro Cipro
Romania Romania
Ritorni Lituania Lituania
Lettonia Lettonia
Vincitore Armenia Armenia, Vladimir Arzumanyan, "Mama"
Cronologia
2009 2011

Lo Junior Eurovision Song Contest 2010 è stata l'ottava edizione dell'omonimo concorso della canzone europea per bambini fra i 10 ed i 15 anni, ed è stato ospitato alla Minsk Arena di Minsk. La data scelta per la serata finale della competizione era il 20 novembre 2010[1]. L'evento è cominciato alle ore 20:15 CET ed è durato poco più di due ore.

Sede[modifica | modifica sorgente]

L'ottava edizione del Junior Eurovision Song Contest, ha avuto come sede la Minsk Arena nella capitale nonché città di Minsk in Bielorussia.

In origine, si candidarono 3 emittenti per ospitare la manifestazione:

Votazioni[modifica | modifica sorgente]

I cittadini di ogni stato partecipante potranno votare chiamando da telefono fisso oppure tramite SMS, e conta per il 50% dei voti totali. Ogni stato ha 10 preferiti e in base ai voti espressi si aggiudicano i punti: 1,2,3,4,5,6,7,8,10 e 12 per il preferito. Inoltre ogni paese ha una giuria che conta per il restante 50% dei voti. All'inizio come ogni anno ogni paese riceverà automaticamente 12 punti.

Partecipanti[modifica | modifica sorgente]

14 paesi hanno partecipato alla competizione del JESC 2010.

# Paese Lingua Artista Canzone Traduzione Italiana Punteggio Posizione
1 Lituania Lituania Litueno Bartas Oki doki - 67 6
2 Moldavia Moldavia Rumeno, Inglese Ștefan Roșcovan AlliBaba Alì Babà 54 8
3 Paesi Bassi Paesi Bassi Olandese, Inglese Anna & Senna My Family La mia famiglia 52 9
4 Serbia Serbia Serbo Sonja Škorić Čarobna noć Notte magica 113 3
5 Ucraina Ucraina Ucraina Yulia Gurska Miy litak[2] Il mio aereo 28 14
6 Svezia Svezia Svedese Josefine Ridell Allt jag vill ha Tutto quello che voglio 48 11
7 Russia Russia Russo Sasha Lazin & Liza Drozd Boy and Girl[3] Ragazzo e ragazza 119 2
8 Lettonia Lettonia Lettone, Inglese Šarlote Lenmane Viva la dance Viva la danza 51 10
9 Belgio Belgio Olandese, Inglese Jill & Lauren Get Up! Alzati! 61 7
10 Armenia Armenia Armeno Vladimir Arzumanyan Mama[4] Mamma 120 1
11 Malta Malta Inglese, Maltese Nicole Azzopardi Knock Knock, Boom Boom[5] - 35 13
12 Bielorussia Bielorussia Russo Daniil Kozlov Muzyki svet[6] La luce della musica 85 5
13 Georgia Georgia Immaginaria Mariam Kakhelishvili Mari-Dari[7] - 109 4
14 Macedonia Macedonia Macedone Anja Veterova Eooo, Eooo - 38 12

Ritiri[modifica | modifica sorgente]

  • Cipro Cipro[8]: Il 4 maggio 2010 L'emittente cipriota CyBC annuncia il ritiro dalla competizione.
  • Romania Romania: L'emittente si ritira per tagli ai budget a causa del cambio di direzione.

Trasmissione[modifica | modifica sorgente]

Oltre ai 14 paesi in gara, altri 5 hanno trasmesso l'evento:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Bielorussia ospita il JESC 2010
  2. ^ Ukraine Junior Eurovision 2010 - Украина Детское Евровидение 2010
  3. ^ Partecipazione della Russia
  4. ^ Детское Евровидение 2010 Минск Беларусь Новости Junior Eurovision 2010 Minsk Belarus News
  5. ^ Malta JESC 2010 Мальта Детское Евровидение 2010
  6. ^ Daniil Kozlov to represent Belarus at JESC 2010! | ESCDaily.com || The latest Eurovision 2012 news from across Europe
  7. ^ Mariam Kakhelishvili goes to Minsk! | ESCDaily.com || The latest Eurovision 2012 news from across Europe
  8. ^ Cipro si ritira dal JESC 2010
  9. ^ Executive Supervisior of Junior Eurovision Song Contest Svante Stockselius has paid his 3rd visit to host city of JESC 2010 Minsk, esckaz.com, 2010-23-06. URL consultato il 2010-23-06.
  10. ^ a b c esckaz.com, 2010-23-06. http://esckaz.com/jesc/2010/. URL consultato il 2010-23-06.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]