Juliette Faxx

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Juliette Faxx
Universo Robocop
Autore Frank Miller e Walon Green
1ª app. in Robocop 2
Ultima app. in Robocop 2
Interpretato da Belinda Bauer
Voce italiana Micaela Esdra
Sesso Donna
Professione Responsabile della divisione Psico-cibernetica della OCP.

Juliette Faxx è un personaggio immaginario del film Robocop 2, del 1990.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Juliette Faxx è una giovane e brillante psicologa senza scrupoli al servizio della OCP di Detroit, di cui riesce a circuire il presidente che le attribuisce la scelta del cervello da introdurre nel prototipo per Robocop II, che fino a questo punto ha sempre fornito risultati piuttosto deludenti.

La donna intuisce che bisogna mirare a candidati differenti: criminali e deviati che per natura mirano al potere, ai traguardi che un innesto di tipo cibernetico potrebbe conferire loro. Intravede in Cain, un pericoloso drogato e folle sterminatore di folle, il candidato ideale, al punto che dopo il suo burrascoso arresto lo va a visitare all' ospedale, ormai morente, e spegne la macchina che lo mantiene in vita, disponendo legalmente del suo cadavere.

Il cervello viene trapiantato in una macchina militare enorme e munita di armi sofisticate, ma presto impazzisce per il bisogno di droga, causando morti e feriti tra la popolazione innocente di Detroit, e solo l' intervento di Robocop, sconfigge la creatura.

Intravedendo in anticipo gli enormi problemi legali all' orizzonte, il presidente della OCP attribuisce alla Faxx, su suggerimento dell' abile Johnson, la colpa di tutto.