Julidochromis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Julidochromis
Julidochromis marlieri (Worclaw zoo).JPG
Julidochromis marlieri
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Gnathostomata
Classe Actinopterygii
Sottoclasse Neopterygii
Ordine Perciformes
Sottordine Labroidei
Famiglia Cichlidae
Sottofamiglia Pseudocrenilabrinae
Genere Julidochromis

Julidochromis (Boulenger, 1898) è un genere di pesci d'acqua dolce appartenente alla famiglia Cichlidae, endemici del lago Tanganica.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Tutti i Julidochromis sono endemici delle sponde rocciose del lago Tanganica, nell'Africa orientale[1].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Possiedono un corpo slanciato, tipico dei pesci cacciatori. La pinna dorsale è bassa ma lunga tutto il dorso; le ventrali sono appuntite, le pettorali arrotondate. La pinna anale è lunga e appuntita. La pinna caudale può essere arrotondata o a delta, secondo la specie. La livrea, seppur differente da specie a specie, è tendenzialmente avorio rosata striata di bruno. Le dimensioni variano da 7 cm di J. transcriptus[2] ai 15 di J. regani[3] e J. marlieri[4].

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Si riproducono tutto l'anno: la coppia depone in anfratti rocciosi[5] circa 100 uova per volta che vengono curate dai genitori. I piccoli, appena nati, vengono tenuti ancora per qualche giorno dentro la tana in modo che consumino il sacco vitellino. Una volta usciti dalla tana i genitori, anziché raggrupparli in modo compatto (come la maggior parte dei ciclidi) montano la guardia ad un'area circoscritta, dove i piccoli possano nuotare liberamente[6]. Al calar del sole i piccoli vengono fatti rientrare nella tana. Passate alcune settimane e lasciati i piccoli ormai indipendenti, che comunque resteranno con i genitori ad aiutarli nella cura dei più giovani, i genitori depongono nuovamente.

Un esemplare di Julidochromis regani con la prole

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si nutrono prevalentemente di invertebrati acquatici[7], in particolare crostacei[8] e tunicati[9].

Acquariofilia[modifica | modifica wikitesto]

Tutte le specie di Julidochromis sono commercializzate per l'allevamento in acquario, anche se qualche specie è più diffusa di altre.

Specie[modifica | modifica wikitesto]

In questo genere sono riconosciute 5 specie[10]:

Julidochromis dickfeldi

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

La lista rossa IUCN classifica queste specie come "a rischio minimo" (LC) perché a parte la pesca per l'acquariofilia e l'inquinamento delle acque in alcune zone del lago Tanganica non sono minacciate da particolari pericoli[11]. Però si rischia che la pesca di J. marlieri diventi eccessiva in quanto è un pesce popolare negli acquari[12].

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

P. Brichard: Book of Chiclid and All the Other Fishes of Lake Tanganyka” (1989) – T.F.H., Neptune City, NY

A. Konings: “Tanganyka Chiclids in their Natural Habitat” (1998) – Cichlid Press, Marsiglia

A. Konings: “Back to Nature. Guida ai Ciclidi del Tanganica” (1996) – Aquarium Oggi Edizioni, Bologna

A. Konings, H. W. Dieckoff: “Tanganyka Segrets” (1992) – Cichlid Press, Marsiglia

W. Staeck, H. Linke: “Ciclidi dell’Africa orientale“ (1994) – Tetra-Verlag, Merle, Germania

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Scheda genere Julidochromis, FishBase. URL consultato il 01.10.13.
  2. ^ (EN) J. marlieri in FishBase. URL consultato il 01.11.13.
  3. ^ (EN) J. regani in FishBase. URL consultato il 01.11.13.
  4. ^ (EN) J. marlieri in FishBase. URL consultato il 01.11.13.
  5. ^ Julidochromis transcriptus. URL consultato il 01.11.13.
  6. ^ Julidochromis su cichlidae.com.
  7. ^ Alimentazione di J. transcriptus. URL consultato il 01.11.13.
  8. ^ alimentazione J. dickfeldi. URL consultato il 01.11.13.
  9. ^ alimentazione J. marlieri. URL consultato il 01.11.13.
  10. ^ Elenco specie Julidochromis. URL consultato il 01.11.13.
  11. ^ (EN) Bigirimana, C, J.transcriptus in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  12. ^ (EN) Bigirimana, C, J.marleri in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci