Juan de Valdés Leal

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
J. Valdés Leal, In ictu oculi (1672)
Siviglia, Hospital de la Caridad

Juan de Valdés Leal (Siviglia, 4 maggio 1622Siviglia, 15 ottobre 1690) è stato un pittore spagnolo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo un'iniziale attività di orafo, Valdés Leal entrò a bottega dal pittore di Cordova Antonio del Castillo y Saavedra. Tra le sue prime opere, caratterizzate da forti contrasti chiaroscurali, vanno ricordate quelle esegue per il monastero delle carmelitane di Cordova (l'Assunzione di Elia e lo Sterminio dei sacerdoti di Baal).

Nel 1657 si stabilì a Siviglia, dove erano attivi Murillo e l'ormai anziano Zurbarán, la cui influenza è evidente nelle successive opere di Valdés Leal. Si trasferì a Madrid nel 1658.

I suoi più celebri dipinti sono i Jeroglificos de la Muerte (Geroglifici della fine della vita), realizzati per l'Hospital de la Caridad di Siviglia: immagini terribili, enfatiche e caricate dal peso di una passione violenta.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 66552499 LCCN: nr91011641