Juan Darthés

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Juan Rafael Pacifico Darthés
Nazionalità Brasile Brasile
Argentina Argentina
Genere Pop latino
Tango
Periodo di attività 1985 – in attività
Strumento piano
Etichetta Epsa Music, Sony Music
Album pubblicati 6
Studio 5

Juan Rafael Pacifico meglio conosciuto come Juan Darthés (San Paolo, 28 ottobre 1964) è un attore e cantante brasiliano naturalizzato argentino.

Il cognome "Darthés" è una congiunzione di quello di suo padre, "tes", e di sua madre, "Duel".[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Di origini italiane, è figlio di Leyla Dartel e di Oscar Fuentes, Darthés è nato nel 1964 in Brasile a São Paulo si trasferì a Temperley all'età di tre anni. Ha due fratelli di nome Oscar e Roberto[2].Si diploma presso la scuola di Arte Drammatica di Buenos Aires. Ha studiato canto con Susana Naidich.

È sposato con l'avvocato María del Carmen Leone dal 1994 con la quale ha avuto due bambini di nome Tomás e Gian Franco.[3]

Recitazione[modifica | modifica wikitesto]

Ha iniziato a recitare nel 1985 partecipando a Solo un hombre. Dal 1989 ad oggi ha inoltre preso parte a varie opere teatrali, tra le quali Nine dove Darthés interpreta il protagonista Diego[4] e anche a "El beso de la mujer araña" nel 1995. Tra gli altri ruoli in televisione si può citare la telenovela Pasiones, arrivata in Italia nel 1990 con il titolo Ti chiedo perdono dove interpreta Luigi Linares[5], Se dice amor dove interpreta il protagonista Bautista Benegas[6] e anche i ruoli in Culpable de este amor, Soy gitano e 099 central e Dulce Amor questi ultimi gli hanno permesso di ricevere anche una candidatura al Premio Martín Fierro.

Ha condotto nel 1998 l'edizione del Premio ACE insieme a Leonor Benedetto[7] e nel 2000 il programma Tango Solo Tango, programma candidato ad un premio Martin Fierro[8].

Nel 2007 ha partecipato nel ruolo di Leandro a Il mondo di Patty con il quale, oltre a registrare alcune canzoni ha preso parte al tour svoltosi dallo stesso anno fino al 2009 in tutta l'America Latina. Tra il 2010 e il 2011 è anche protagonista dell'opera teatrale Arrancame la vida con regia di Chico Novarro dove gira gran parte dei teatri argentini[9]. Nel 2012 è il protagonista maschile nella telenovela Dulce amor insieme a Calu Rivero, Sebastián Estevanez e Carina Zampini.[10] Nel 2014 è protagonista nella telenovela "Camino Al Amor" con Mariano Martinez, Sebastián Estevanez e Carina Zampini.

Musica[modifica | modifica wikitesto]

Juan ha pubblicato anche cinque album da solista il primo è stato pubblicato nel 1998 ed è intitolato Soledades per la Epsa Music con il quale si aggiudica una candidatura al Premio Carlos Gardel per il miglior album di genere tango[8]. Nel 2000 invece pubblica il suo secondo album intitolato A unos ojos per l'etichetta Sony Music contenente 11 tracce.[11] La presentazione del CD è stata fatta insieme al chitarrista Juanjo Domínguez.[8]

Il 5 ottobre 2004 ha pubblicato l'album Así per l'etichetta discografica Sony Music contenente 14 tracce[12] e presentato al Teatro Opera di Buenos Aires.[13] Con questo album riceve una nomination al Premio Carlos Gardel del 2005 per il miglior album di genere tango di sesso maschile.[14] Nel 2009 registra il suo terzo lavoro in studio dal titolo Promesas de amor con undici pezzi.

In seguito ha pubblicato nel 2010 l'album Arrancame la vida tratto dall'omonima opera che ha interpretato Darthés insieme a Cecilia Milone, che ha collaborato all'album. Nel 2012 ha inciso Canciones de amor y novelas con canzoni di genere tango, reinterpretazioni dei brani prodotti durante lo spettacolo "Un amor de novela", dove partecipa lui e famose canzoni di telenovelas.[15] L'album è stato presentato al teatro Niní Marshall nella località di Tigre.[16]

Ha svolti vari concerti per tutta l'Argentina. Ha partecipato anche a varie presentazioni di album discografici e alcuni festival[8], in compagnia anche del quintetto Tangoloco che lo accompagna nelle performance live.[11]

Ha avuto la possibilità di cantare svariate volte al fianco del cantante Spagnolo molto celebre in Europa e Latinoamerica Sergio Dalma, con la canzone che hanno in comune "El Mundo" (Canzone Italiana di grande successo dell'artista Jimmy Fontana)

Filmografia (parziale)[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Compilation[modifica | modifica wikitesto]

Premi e candidature[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Juan Darthés è stato doppiato da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (ES) Valentina Lovell, Los nombres de los famosos, según su D.N.I., perfil.com, 12 settembre 2009. URL consultato il 26 dicembre 2012.
  2. ^ a b (ES) Biografia, network54.com. URL consultato il 27 dicembre 2012.
  3. ^ (ES) Mi casa es transparente como yo, caras.perfil.com. URL consultato il 27 dicembre 2012.
  4. ^ (EN) Stewart_2244-9, 2012. URL consultato il 26 dicembre 2012.
  5. ^ a b Ti chiedo perdono, antoniogenna.net. URL consultato il 27 dicembre 2012.
  6. ^ (ES) Telones y Pantallas, clarin.com. URL consultato il 29 dicembre.
  7. ^ (ES) Esperando a Godot ganó 6 premios Estrella de Mar, clarin.com. URL consultato il 27 dicembre 2012.
  8. ^ a b c d e f (ES) Juan Darthés, redteatral.com.ar. URL consultato il 26 dicembre 2012.
  9. ^ (ES) Rafael Granado, El romanticismo más puro, clarin.com. URL consultato il 29 dicembre 2012.
  10. ^ (ES) Calu Rivero y Juan Darthés, la pareja hot de “Dulce amor”, primiciasya.com. URL consultato il 28 dicembre 2012.
  11. ^ a b (ES) Juan Darthes, albertolucas.com.ar. URL consultato il 29 dicembre 2012.
  12. ^ (EN) Así, allmusic.com. URL consultato il 27 dicembre 2012.
  13. ^ (ES) La canción del rompecorazones, clarin.com. URL consultato il 27 dicembre 2012.
  14. ^ (ES) Todos los nominados a los premios Gardel, lanacion.com.ar. URL consultato il 27 dicembre 2012.
  15. ^ (ES) Canciones de amor y novelas (Mar del Plata), undoteatral.com.ar. URL consultato il 27 dicembre 2012.
  16. ^ (ES) Juan Darthés le canta al amor, teleshow.infobae.com. URL consultato il 27 dicembre 2012.
  17. ^ a b (ES) Juan Darthés, fundacionkonex.com.ar. URL consultato il 26 dicembre 2012.
  18. ^ a b (EN) Juan Darthés, IMDb.com. URL consultato il 26 dicembre 2012.
  19. ^ Il mondo di Patty, antoniogenna.net. URL consultato il 27 dicembre 2012.