Juan Borgia (cardinale 1496)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Juan de Borja Llançol de Romaní
cardinale di Santa Romana Chiesa
CardinalCoA PioM.svg
Nato 1470, Valencia
Creato cardinale 19 febbraio 1496 da papa Alessandro VI
Deceduto 17 gennaio 1500, Fossombrone

Juan de Borja Llançol de Romaní il Minore (Valencia, 1470Fossombrone, 17 gennaio 1500) è stato un cardinale e arcivescovo cattolico spagnolo.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Figlio di Jofré de Borja Llançol, barone di Villalonga, e di Juana de Moncada, pronipote di papa Alessandro VI, nacque a Valencia nel 1470.

Il 19 settembre 1494 fu eletto vescovo di Melfi, da cui si dimetterà il 3 dicembre 1498. Frattanto nel 1496 era stato promosso alla sede metropolitana di Capua, a cui rinunciò il 15 ottobre 1498.

Papa Alessandro VI lo elevò al rango di cardinale nel concistoro del 19 febbraio 1496. Fu vicario del Papa a Roma, dove ebbe residenza nel palazzo Vaticano. Nel 1498 gli furono affidati vari incarichi di natura politica prima a Perugia, poi a Viterbo. Nel 1499 fu nominato prima legato a latere a Venezia, poi legato a Bologna. Ottenne in amministrazione l'arcidiocesi di Valencia, ma non si recò mai a visitare la diocesi. Fu invece impegnato come comandante delle truppe pontificie e mentre marciava verso Bologna si ammalò e morì il 17 gennaio 1500 a Fossombrone (secondo altre fonti ad Urbino) all'età di 30 anni.

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Arcivescovo di Valencia Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Cesare Borgia 1499-1500 Pedro Luis de Borja Llançol de Romaní