Josephine Cochrane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stamps of Romania, 2013-34.jpg

Josephine Cochrane (Contea di Ashtabula, 8 marzo 18393 agosto 1913) è stata un'inventrice statunitense, inventò la prima lavastoviglie meccanica nel 1886, a Shelbyville, in Illinois (anche se un dispositivo lavatrice era stato già brevettato nel 1850 da Joel Houghton,ma essendo di legno non aveva funzionato).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

La signora Cochrane era una donna ricca che amava tenere molte cene, anche se non cucinava, poiché aveva una servitù preposta, desiderava una macchina che potesse lavare i piatti più velocemente e senza scheggiarli. Dato che non esisteva alcuna macchina di questo genere, ne inventò una lei stessa, ovvero la lavastoviglie. Josephine desiderava diventare famosa, si dice che abbia esclamato: "Se nessuno lo fa lo farò io stessa!". Dopo aver misurato i piatti, costruì compartimenti filo, appositamente progettati per essere adattati a piatti, tazze, o piattini. Collocò i vani in una ruota che giaceva all'interno di una caldaia di rame. Un motore girava il volante mentre acqua calda mista a sapone schizzata dal fondo della caldaia pioveva sulle stoviglie. La amiche ne rimasero impressionate e la chiamarono "lavastoviglie Cochrane".

Queste ultime rimasero così contente della nuova macchina che ben presto la signora Cochrane iniziò a ricevere ordini per la sua lavastoviglie da ristoranti e alberghi in Illinois. Brevettò il suo progetto entrò in produzione. Mostrò la sua macchina al World's Columbian Exposition di Chicago nel 1893, sorpassando anche le opere parigine e vincendo il primo premio. La sua azienda divenne in seguito quello che è ora KitchenAid.

Controllo di autorità VIAF: 52548959

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie