Joseph Wells (crickettista)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Joseph Wells)
Joe Wells
Joseph Wells.jpg
Wells in una foto dell'epoca
Dati biografici
Nome Joseph Wells
Nazionalità Inghilterra Inghilterra
Cricket Cricket pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Battitore
Ritirato 1877
Dati agonistici
Ruolo Lanciatore
Ritirato 1863
Carriera
Squadre di club
1857-1869 Flag of None.svg Kent West Club
1862-1863 Flag of None.svg Kent County Team
 

Joe Wells, all'anagrafe Joseph Wells (Penshurst Place, 14 luglio 1828Liss, 14 ottobre 1910), è stato un crickettista e allenatore di cricket inglese. Come giocatore ricoprì i ruoli di battitore e lanciatore.
Giocò, nel corso della sua carriera in First Class, principalmente con il Kent West Club.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Joseph Wells nasce a Penshurst Place, nel Kent, da Joseph Wells (Irlanda, 1793 - 23 agosto 1859) e Elizabeth Broomfield (Rochester, 27 febbraio 1794 - Penshurst, 5 novembre 1859)[1].

Il padre era capo giardiniere presso i Lord de Lisle, attuali Visconti De L'Isle a Penshurst Place. Il 23 febbraio 1818 sposa Elizabeth[1], dalla quale ha diversi figli, almeno otto: Charles Edward, Henry, Edward, William, Lucy, Elizabeth, Hannah e ultimo di questi Joseph.[2] Lo zio del padre di Joseph era invece Timothy Duke, giocatore di cricket professionista e produttore di mazze e di palle da cricket; Duke era uno dei pochi arricchiti di Penshurst Place, rispetto alla rimanenza della popolazione che prestavano servizi come domestici, giardinieri e servi.

Joe trova lavoro come giardiniere a Redleaf, vicino a Penshurst Place, presso Mr. Joseph Wells, un anziano gentiluomo dai gusti liberali, che prese in simpatia il giovane Joe, spronandolo alla lettura, prestandogli dei libri sulla botanica e sul giardinaggio. Offrendo i suoi servigi a Mr. Wells, Joe ha modo di conoscere Edwin Landseer, pittore noto per i suoi dipinti con animali. Joe si presterà a fare da modello in diverse tele dell'artista, tra le quali The Maid and the Magpie
Già in questo periodo, Joe si reca dopo il lavoro, quando possibile, al campo da gioco di Penshurst Place per giocare a cricket prima del tramonto.

Joe ha sempre cercato di migliorarsi, tenendo in casa libri, come Young Man's Companion (1737), diviso in due volumi, e diversi numeri di Orr's Circle of Science; inoltre aveva una attitudine al disegno, disegnando spesso nature morte, e la passione per le piante, delle quali raccoglieva esemplari, che in seguito schiacciava tra due fogli di carta assorbente e le ritirava.[2]

Dopo la morte di Mr. Joseph Wells, non si hanno notizie dei lavori svolti da Joe. Il figlio scriverà che forse il padre si trasferì a Crowe, dove vi lavorò come giardiniere o sotto giardiniere fino al 1851.

Il matrimonio con Sarah Neil[modifica | modifica sorgente]

Nel 1851 trova lavoro come giardiniere presso Uppark, l'importante dimora del XVII secolo appartenuta al barone Sir Matthew Fetherstonhaugh, situata nei pressi di South Harting. Sarà in questo periodo che Joseph conosce Sarah Neil (Chichester, 10 ottobre 1822 - Liss, 1905), figlia di George Neal (Chichester, 1797 - Midhurst, 1853) un locandiere di Midhurst nel West Sussex e di Sarah Benham (Chichester, 17 gennaio 1796 - Midhurst, 1853), che nella tenuta prestava servizio come domestica, dopo aver svolto dal 1836 al 1840 l'obbligo di apprendistato come sarta e parrucchiera.

Nello stesso anno, in primavera la madre si ammala, e Joe lascia Uppark per starle più vicino. In estate si reca a Midhurst, presentandosi come fidanzato di Sarah. Joe in quel periodo si trasferisce dal fratello, Charles Edward, nel Gloucestershire, in attesa di trovare un altro posto dove soggiornare. Suo padre si ammala improvvisamente in estate ed ad agosto muore, in seguito pure la madre peggiora, morendo il 5 novembre.

Joe torna così a Midhurst, dove chiede la mano di Sarah.[2] Si sposarono a Londra, il 22 ottobre 1853 presso la St. Stephen's Church.[1][3][4][5][2][6]

Dall'unione tra Joe e Sarah nasceranno quattro figli:[1]

Dopo il matrimonio, Joe e Sarah non ebbero modo di frequentarsi, vivendo assieme in maniera intermittente, visto il suo impegno come giardiniere presso Trentham nello Staffordshire.

Nel 1854, Joe trova lavoro e una piccola casa presso Shuckburgh Park, nel Midlands. La felicità per la nuova casa è percepibile dagli scritti del diario della madre del 5 aprile, che H. G. Wells, riporterà fedelmente nella sua autobiografia del 1934.

Il 17 luglio 1855, dopo la nascita della figlia, Sir Francis licenzia Joe, non per la sua incapacità come giardiniere, ma per il suo carattere impaziente e il suo temperamento intrattabile. In questo periodo Joe pensa di partire per cercare lavoro prima in Australia, come minatore, e poi in seguito in America per cercar fortuna, idea che abbandonò con la nascita del suo secondo figlio.

La famiglia rientrava nel ceto della bassa borghesia e solo un'eredità e tutti i pochi risparmi messi da parte negli anni, permisero loro di rilevare, il 23 ottobre 1855 il negozio di un cugino di Joe, George Wells, situato in High Street a Bormley nel Kent, nel quale vendettero porcellana, stoviglie ed in seguito articoli sportivi, anche se l'investimento non fu mai prosperoso[5][8]; infatti il padre, oltre che negoziante, fu giocatore professionista di cricket per il Kent, dal quale ricevette, saltuariamente, diverse somme di denaro, giunte da donazioni alla squadra, o dai relativi pagamenti dei Club con i quali disputavano le partite, e che gli permisero di arrotondare il magro redditto del negozio.[15]

Nel 1877 il padre si frattura la gamba, ponendo fine alla sua carriera di cricker e alle entrate che contribuivano assieme a quelle del negozio al mantenimento della famiglia, obbligando i figli a cercare impieghi come apprendisti per poter così contribuire all spese famigliari.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Joe, battitore destrorso, cominciò a giocare a cricket, a livello amatoriale sin dalla giovane età.

Dal 1857 al 1861, Joe ricopre il ruolo di battitore titolare per il Kent West Club. Dal 1862 al 1863 ricopre il ruolo di lanciatore per il Kent Country Team.[2]

Il 26 giugno 1862, nella partita tra Kent e Sussex Joe sarà il primo lanciatore a prendere quattro wickets consecutivi in un torneo di First Class,[16][17] eliminando James Dean, Spencer Leigh (pronipote di Jane Austen), Charles Ellis e Richard Fillery.[18]

Nel 1863 torna nuovamente nel Kent West Club, dove ci rimarrà fino al 1869.
Continuerà a giocare e ad allenare fino al 1877, anno in cui si rompe la gamba e pone fine alla sua carriera.[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d (EN) London, England, Marriages and Banns, 1754-1921. URL consultato il 26 febbraio 2013.
  2. ^ a b c d e f (EN) H.G. Wells, Experimet in Autobiography - Discoveries and Conclusions of a Very Ordinary Brain (Since 1866) (PDF), I°ª ed., Londra, Victor Gollancz Ltd, settembre 1934, p. 840. URL consultato il 22 febbraio 2013.
  3. ^ (EN) H.G.Wells. URL consultato il 27 novembre 2012.
  4. ^ (EN) Patrick Parrinder, Oxford Dictionary of National Biography. URL consultato il 27 novembre 2012.
  5. ^ a b (EN) Shelfari - H. G. Wells. URL consultato il 22 febbraio 2013.
  6. ^ (EN) The time machine - Author biography. URL consultato il 22 febbraio 2013.
  7. ^ (EN) H.G. Wells, Modern Utopia, Gregory Claeys, Patrick Parrinder, Penguin Classics [1905], 2005, ISBN 978-0-14-144112-2.
  8. ^ a b (EN) H.G. Wells - Early Life. URL consultato il 22 febbraio 2013.
  9. ^ (EN) Charles R. Keller II, Biography for H.G. Wells - IMDb. URL consultato il 22 febbraio 2013.
  10. ^ (EN) Spartacus Educational - H.G. Wells - Biography. URL consultato il 22 febbraio 2013.
  11. ^ Riccardo Valla, Le Origini Della Fantascienza (Prima parte). URL consultato il 13 febbraio 2013.
  12. ^ (EN) John Clute, David Langford e Peter Nicholls (a cura di), Jules Verne in The Encyclopedia of Science Fiction, III edizione online, 2011-2014. Ultimo accesso 25 maggio 2012
  13. ^ Bernard Bergonzi, The early H. G. Wells. A study of the scientiftc romances, Manchester, Manchester University Press, 1961.
  14. ^ Mark R. Hillegas, The Future as Nightmare. H.G. Wells and the Anti-Utopians, New York, Oxford University Press, 1967.
  15. ^ (EN) David C. Smith, H.G. Wells: Desperately mortal. A biography., University Press, New Haven and London, 1986, ISBN 0-300-03672-8.
  16. ^ (EN) Records - First-class matches - Bowling records - Four wickets in four balls. URL consultato il 27 febbraio 2013.
  17. ^ (EN) Cricket Archive - Sussex vs Kent - County Match 1862. URL consultato il 27 febbraio 2013.
  18. ^ (EN) Jonathan Rice, Never a famous cricketer. URL consultato il 27 febbraio 2013.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • H. G. Wells, Experimet in Autobiography - Discoveries and Conclusions of a Very Ordinary Brain (Since 1866), (in en), Londra, Victor Gollancz Ltd, Settembre 1934, pp. 840.
  • Bernard Bergonzi, The early H. G. Wells. A study of the scientiftc romances , Manchester, Manchester University Press, 1961.
  • David C. Smith, H.G. Wells: Desperately mortal. A biography (in en), University Press, New Haven and London, 1986. ISBN 0-300-03672-8

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]