Joseph Hellmesberger (figlio)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Joseph Hellmesberger jr (Vienna, 9 aprile 1855Vienna, 26 aprile 1907) è stato un compositore e direttore d'orchestra austriaco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Joseph Hellmesberger jr.



Figlio d'arte, Joseph Hellmesberger discendeva da una celebre dinastia di compositori viennesi che comprendeva il nonno George Hellmesberger sr. (1800-1873), lo zio George Hellmesberger jr. (1830-1852), il fratello Ferdinand (1863-1940) e il padre, il violinista e direttore d'orchestra Joseph Hellmesberger sr. (1828-1893), che fu anche il suo primo maestro.


All'età di 15 anni, subentrò come un secondo violinista del quartetto fondato anni prima dal padre (il Quartetto Hellmesberger), di cui divenne il responsabile nel 1887 e a 18 anni entrò a far parte dell'Orchestra dell'Opera di Corte di Vienna come violinista. Nel 1875 prese servizio come capo banda del 4º reggimento di fanteria della città di Vienna, e nel 1876 prese la direzione della banda militare del 32º reggimento, posizione questa, che mantenne fino al 1878.


Dal 1878 si esibì come violinista solista presso la Wiener Hofmusikkapelle (Cappella Imperiale di Vienna) e presso il Teatro dell'Opera di Corte (oggi la Staatsoper di Vienna). Sempre nel 1878 ottenne la carica di professore di violino al Conservatorio della Società degli Amici della Musica di Vienna (Gesellschaft der Musikfreunde). Nel 1890 divenne maestro di cappella della Wiener Hofmusikkapelle (Cappella Imperiale di Vienna) e nello stesso periodo occupò la medesima posizione presso il prestigioso Ringtheater. Come successore di Gustav Mahler, fra il 1901 e il 1903 divenne direttore stabile dell'Orchestra Filarmonica di Vienna (Wiener Philharmoniker) con la quale si esibì in numerosi concerti.


Nel 1903, per motivi personali, lasciò Vienna e tutte la cariche che ricopriva nella città, compresa la direzione dei Wiener Philharmoniker, e trascorse i successivi anni come direttore d'orchestra presso il Teatro di Corte di Stoccarda. Tornato a Vienna, si ammalò e morì poco dopo il rientro nella sua città il 26 aprile del 1907, a soli 52 anni.


Joseph Hellmesberger venne tumulato nel Cimitero di Hietzing a Vienna (13º distretto della città) in una tomba con gli altri componenti della sua famiglia.


L'ampio catalogo delle sue composizioni comprende 22 operette, 6 balletti, musica da ballo e lieder.


Opere[modifica | modifica wikitesto]

Opere di Josef Hellmesberger junior
1879 Historien-Musik zur Feier der silbernen Hochzeit Franz Josephs I.
1880 Der Graf von Gleichen Operetta
1880 Kapitän Ahlström Operetta
1881 Der Rattenfänger von Hameln Musica di scena per il Ringtheater
1884 Harlekin als Elektriker Balletto
1886 Der schöne Kurfürst Operetta
1886 Fata Morgana Opera
1887 Die verwandelte Katze Balletto
1887 Rikiki Operetta
1889 Das Orakel Operetta
1890 Der bleiche Gast Operetta
1890 Meißner Porzellan Balletto
1891 Das Licht Balletto
1892 Vater Radetzky Festival musicale per celebrare l'inaugurazione del monumento a Radetzky
1893 Die fünf Sinne Balletto
1895 Die Doppelhochzeit Operetta
1902 Der Wunderkaftan Operetta
1902 Die Perle von Iberien Balletto
1904 Das Veilchenmädel Operetta
1904 Die Eisjungfrau Operetta
1905 Wien bei Nacht Operetta
1905 Die schöne Liedersängerin Operetta
1906 Triumph des Weibes Operetta
1906 Die drei Engel Operetta
1906 Mutzi Operetta
1909 Der letzte Fasching Operetta
1911 Der Veilchenkavalier Operetta
postumo Wiener G'schichten Singspiel
postumo Die Schmauswaberl Operetta
postumo Drei Schwarzmäntel Operetta
postumo Der Schusterkönig Operetta
postumo Nachtfalter Operetta
postumo Die beiden Mazzi Operetta

Altre Composizioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Danse Diabolique (Danza Diabolica);
  • Auf Wiener Art (Alla Viennese), Polka-française;
  • Kleiner Anzeiger (Piccolo Annuncio), Polka-schnell;
  • Valse Espagnol (Valzer Spagnolo);
  • Elfenreigen (Danza degli Elfi);
  • Leichtfüssig (Ad Aglie Passo), Polka-schnell su motivi del balletto Die verwandelte Katze (1887)
  • Zigeunertanz (Danza Gitana), su motivi del balletto Die Perle von Iberien (1902)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 71818783 LCCN: no90014525