Joseph Heintz il Vecchio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hans von Aachen, Ritratto di Joseph Heintz, 1585

Joseph Heintz il Vecchio (Basilea, 1564Praga, 1609) è stato un pittore svizzero.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Compì l'apprendistato a bottega da Hans Bock il Vecchio e dal 1584 soggiornò in Italia, prima qualche anno solo a Roma, poi a Firenze e Venezia. Nel 1591 venne chiamato a Praga a corte di Rodolfo II, del quale divenne ritrattista ufficiale. Nel 1592-1596 fu di nuovo in Italia sotto la direzione dell'imperatore e dal 1508, fino alla morte, fu attivo tra Augusta e Praga.

Come i colleghi e amici Hans von Aachen e Bartholomeus Spranger, fu oltre che ritrattista un vivace pittore di soggetti mitologici e allegorie, influenzato dal manierismo italiano: in tale ottica fa parte dei principali esponenti del manierismo internazionale delle corti all'inizio del XVII secolo. Creò anche soggetti religiosi. Il suo stile più tipico mostra una certa tensione superficiale data dalla linea di controno e forti contrasti di colori ottenuti tramite il ricorso a toni complementari.

Alcune opere[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 3265420 LCCN: nr90015469

pittura Portale Pittura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pittura