Joseph Burney Trapp

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Joseph Burney Trapp (Wellington, 16 luglio 1925Roma, 14 luglio 2005) è stato uno studioso, bibliotecario e storico della letteratura neozelandese[1], naturalizzato britannico, specialista del Rinascimento italiano e inglese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Trapp nacque in Nuova Zelanda, e fu educato al Victoria University College di Wellington. Lavorò alla Alexander Turnbull Library presso la National Library of New Zealand dal 1946 al 1950, e insegnò al Victoria University College dal 1950 al 1951.

Dal 1951 iniziò a tenere lezioni sulla letteratura medievale alla Reading University, prima di divenire assistente bibliotecario al Warburg Institute nel 1953. Nel 1966 divenne bibliotecario dell'istituto e quindi direttore nel 1976, anno in cui successe a Ernst Gombrich sia al Warburg che nella cattedra di Storia della tradizione classica all'Università di Londra - una posizione che conservò fino al pensionamento, avvenuto nel 1990.

I suoi lavori su John Colet e altri umanisti inglesi, i suoi studi su Petrarca, furono pubblicati, nel corso di molti anni, sulla rivista Journal of the Warburg and Courtauld Institutes.

Da sua moglie Elayne, sposata nel 1953, ebbe due figli.

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • The Apology Of Sir Thomas More, 1979
  • Cambridge History Of The Book In Britain, 1400-1557, 1999
  • Studies Of Petrarch And His Influence, 2003

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Frank Kermode, «J. B. Trapp. Historian and librarian with a gift for sharing scholarship», The Guardian, 27 luglio 2005

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 89643017 LCCN: n77017481

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie