Joseph-Nicolas Delisle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Joseph-Nicolas Delisle

Joseph-Nicolas Delisle o De l'Isle /ʒɔ'zɛf nikɔ'la də'lil/ (Parigi, 4 aprile 1688Parigi, 12 settembre 1768) è stato un astronomo francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Joseph-Nicolas era il nono dei dodici figli di Claude Delisle, cartografo e censore reale.
Come molti suoi fratelli, e in particolare il cartografo Guillaume Delisle, ha intrapreso gli studi classici. Si è interessato all'astronomia dopo l'eclissi di Sole del 1706.

Nel 1708 ha cominciato a frequentare l'osservatorio di Parigi dove era direttore Jacques Cassini. Suo padre, Gian Domenico Cassini, ormai cieco, si è speso molto per incoraggiare il giovane Delisle.

Nel 1714 è entrato nell'Accademia delle scienze francese, è diventato astronomo associato all'accademia nel 1719, professore al Collège de France nel 1718 e membro dell'accademia di Rouen.
Ha avuto come allievi Jérôme Lalande e Charles Messier.

Nel 1724 ha visitato l'Inghilterra e ha conosciuto Isaac Newton e Edmond Halley, che a quel tempo era Astronomo Reale.

Sebbene fosse un valido scienziato e membro di una famiglia agiata, non disponeva di molto denaro.
Nel 1725 la sua vita è cambiata radicalmente, Caterina I di Russia, da poco vedova dello zar Pietro il Grande, l'ha chiamato a San Pietroburgo per creare e dirigere una scuola di astronomia all'Accademia Russa delle Scienze. Delisle è diventato relativamente ricco e famoso al punto che nel 1747, al suo ritorno a Parigi, ha costruito un osservatorio privato all'Hôtel de Cluny, che alcuni anni più tardi verrà reso famoso da Charles Messier.

Delisle ha lavorato anche sul calcolo della distanza Terra-Sole e ha osservato il transito di Mercurio e di Venere.

Morì di ictus nel 1768, all'età di ottant'anni.

Onori[modifica | modifica wikitesto]

Riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 29571577 LCCN: n84806274