Josef Thorak

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Josef Thorak-Heim 1928 -Mutter Erde fec.jpg

Josef Thorak (Salisburgo, 7 febbraio 1889Bad Endorf, 26 febbraio 1952) è stato uno scultore tedesco.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nel 1922, la reputazione di Thorak crebbe molto quando creò Der sterbende Krieger, una statua in memoria dei morti della Prima guerra mondiale di Stolpmünde. Nel 1933 e negli anni seguenti, Thorak si unì ad Arno Breker come uno dei due scultori ufficiali del Terzo Reich. Nel suo laboratorio fuori Monaco di Baviera, Thorak lavorò a statue che rappresentassero la vita del popolo tedesco sotto la guida nazionalsocialista; questi lavori erano su scala eroica, fino a 20 metri di altezza. I suoi lavori officiali in questo periodo includono un gran numero di sculture dello stadio olimpico di Berlino del 1936. Albert Speer parla di Thorak come " più o meno il "mio" scultore, che di frequente ha realizzato statue e bassorilievi per i miei edifici" e " colui che creò il gruppo di figure per il padiglione tedesco all'Expo 1937 di Parigi". La sua opera "Comradeship" si ergeva al di fuori del padiglione, ritraendo due enormi figure maschili nude, con le mani giunte uno al lato dell'altro, in una posa di difesa e di camerateria razziale. Alcune influenze espressioniste possono essere ravvisate nel suo stile neoclassico.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 57418689 LCCN: n2004075306