José de Carvajal y Lancaster

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
José de Carvajal y Lancáster

José de Carvajal y Lancáster (Cáceres, 1698Madrid, 9 aprile 1754) è stato un politico e uomo di stato spagnolo.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Egli era il figlio di Fernando de Alencastre Noroña y Silva, Duca de Linares e sua madre era discendente di Giorgio di Lencastre, Duca di Coimbra, figlio naturale del re Giovanni II del Portogallo.

Dopo essersi laureato all'Università di Salamanca, venne nominato uditore (oidor) col rango di giudice alla Chancillería di Valladolid e successivamente divenne consigliere del Consiglio delle Indie. Il Primo Ministro José del Campillo lo elesse a suo segretario personale. Nel 1746 venne nominato presidente della Giunta del commercio e del Denaro e promosse la fondazione delle corporazioni per migliorare il commercio regionale e la manifattura.

Il nuovo re Ferdinando VI lo nominò segretario di stato (ministro degli esteri) quello stesso anno ed egli inaugurò una politica sostanzialmente neutrale. Nel 1750, egli siglò l'accordo tra Spagna e Portogallo che pose fine alle dispute sui confini del Vicereame del Rio de la Plata ed il Brasile: la colonia di Sacramento tornò alla Spagna in cambio di alcuni territori nel Paraguay.

Egli riformò anche le Correos o poste reali e nel 1752 fu tra i fondatori della Reale Accademia delle Belle Arti di San Fernando.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Molina, Juan: José de Carvajal: un ministro para el reformismo borbónico, Cáceres: Institución Cultural El Brocense, 1999
  • Delgado, José Miguel: El proyecto político de Carvajal: pensamiento y reforma en tiempos de Fernando VI, Madrid: CSIC, 2001

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 102127