José Ernesto Sosa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
José Sosa
Хосе Соса.jpeg
Sosa con la maglia del Metalist.
Dati biografici
Nome José Ernesto Sosa
Nazionalità Argentina Argentina
Altezza 183 cm
Peso 79 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Squadra Atletico Madrid Atlético Madrid
Carriera
Giovanili
Estudiantes Estudiantes
Squadre di club1
2002-2007 Estudiantes Estudiantes 143 (12)
2007-2010 Bayern Monaco Bayern Monaco 35 (2)
2010 Estudiantes Estudiantes 17 (3)
2010 Bayern Monaco Bayern Monaco 0 (0)
2010-2011 Napoli Napoli 24 (1)
2011-2014 Metalist Metalist 64 (17)
2014- Atletico Madrid Atlético Madrid 12 (0)
Nazionale
2003
2008
2005-
Argentina Argentina U-20
Argentina Argentina Olimpica
Argentina Argentina
4 (0)
5 (0)
19 (1)
Palmarès
Bandiera olimpica  Olimpiadi
Oro Pechino 2008
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 18 aprile 2014

José Ernesto Sosa (Carcarañá, 19 giugno 1985) è un calciatore argentino, centrocampista dell'Atlético Madrid, in prestito dal Metalist, e della Nazionale argentina.

È soprannominato El Principito.[1]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Estudiantes[modifica | modifica sorgente]

Cresciuto nelle giovanili dell'Estudiantes, debutta in Primera División argentina l'11 agosto 2002, a poco più di 17 anni, nella sconfitta interna contro il Chacarita Juniors (0-1).[2] Nella prima stagione colleziona 7 presenze e una rete.

Nelle stagioni successive si ritaglia sempre più spazio, fino a diventare un titolare stabile del club platense. Disputa, in particolar modo, tutte le partite del torneo di Apertura 2006, vinto dall'Estudiantes dopo un'attesa di 23 anni: realizza uno dei due gol nello spareggio decisivo contro il Boca Juniors, giocato allo stadio José Amalfitani di Buenos Aires.

Bayern Monaco[modifica | modifica sorgente]

José Sosa durante un riscaldamento con il Bayern Monaco

Il 28 febbraio 2007 si definisce il suo trasferimento al Bayern Monaco per 8 milioni di dollari a partire dal luglio successivo, con il calciatore che firma un contratto quadriennale.[3] Lascia il club argentino dopo 155 presenze e 12 reti tra campionato e coppe sudamericane.

Debutta con la maglia dei bavaresi il 28 luglio 2007 nella finale di Coppa di Lega contro lo Schalke 04; disputa l'intera partita, nella quale il Bayern si impone 1-0, vincendo quindi il suo primo trofeo in terra europea.[4] In campionato colleziona 15 presenze, contribuendo alla vittoria del 21º titolo nazionale dei bavaresi. In questa stagione, inoltre, debutta in una competizione europea - la Coppa UEFA, nella quale colleziona 6 presenze - e vince anche la Coppa di Germania.

Nella stagione successiva non riesce a trovare maggiore continuità: in campionato colleziona 17 presenze, trovando il suo primo gol con la maglia del Bayern e in Bundesliga il 21 marzo 2009 contro il Karlsruhe. Debutta nella massima competizione europea per club, la Champions League, disputando 3 partite.

Il ritorno all'Estudiantes[modifica | modifica sorgente]

José Sosa con la maglia dell'Estudiantes

In cerca di maggior spazio, torna in prestito all'Estudiantes in vista del Clausura 2010,[5] in cui raccoglie 17 presenze e 3 reti, oltre a 9 presenze e 2 reti in Coppa Libertadores, nella quale il cammino dei Pincharratas si ferma ai quarti di finale.

Tornato al Bayern Monaco una volta scaduti i termini del prestito, il 7 agosto 2010 vince la Supercoppa di Germania, subentrando nel corso della ripresa nel vittorioso match contro lo Schalke 04 (2-0).[6]

La parentesi al Napoli[modifica | modifica sorgente]

Tale vittoria segna il commiato dal club tedesco: il 30 agosto 2010 viene acquistato a titolo definitivo dal Napoli, con cui firma un contratto quadriennale.[7][8]

Debutta in maglia azzurra alla prima partita utile, il 12 settembre successivo nel pareggio interno contro il Bari (2-2), subentrando a Michele Pazienza al 30º minuto della ripresa.[9] Realizza l'unica rete tra le file partenopee e in Serie A il 6 febbraio 2011 nella partita interna contro il Cesena, siglando il gol del definitivo 2-0.[10] Utilizzato con regolarità (ma quasi sempre a partita in corso) fino a Milan-Napoli, 27ª giornata di campionato, gli spazi in prima squadra si riducono e torna a calcare il terreno di gioco solo nelle ultime due partite stagionali, collezionando complessivamente 24 presenze in campionato, di cui 7 dal primo minuto.[11]

In Ucraina al Metalist[modifica | modifica sorgente]

L'esperienza italiana dura solo un anno: il 25 luglio 2011 si trasferisce agli ucraini del Metalist, con cui firma un contratto quadriennale.[12] Debutta in maglia giallo-blu alla prima partita utile, il 29 luglio successivo nella vittoria esterna contro il Volyn (0-3), mettendo a segno il goal che apre le marcature, siglando così la sua prima rete in terra ucraina[13].

Atlético Madrid[modifica | modifica sorgente]

Il 2 gennaio 2014 viene formalizzato l'accordo per il suo passaggio in prestito all'Atlético Madrid.[14]

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Sosa in amichevole contro la Svizzera.

Partecipa al Mondiale Under-20 2003 con la selezione di categoria, disputando 4 partite.[15]

Esordisce in Nazionale maggiore il 9 marzo 2005, a 20 anni non ancora compiuti, nell'amichevole contro il Messico (1-1) disputata a Los Angeles.[16]

Nel 2008 fa parte della vittoriosa spedizione dell'Albiceleste Olimpica a Pechino 2008, scendendo in campo in 5 delle 6 partite disputate, finale compresa.[17]

Diego Maradona, appena nominato commissario tecnico dell'Argentina, lo inserisce tra i convocati per la sua partita d'esordio, l'amichevole contro la Scozia disputata a Glasgow il 19 novembre 2008, in cui Sosa scende in campo nella ripresa. Il primo gol con la selezione maggiore arriva il 27 gennaio 2010 nell'amichevole contro la Costa Rica.[18]

Inserito tra i 30 calciatori della lista pre Mondiale per Sudafrica 2010,[19] il 18 maggio 2010 viene escluso dalla lista definitiva dei 23 convocati.[20]

Sotto la guida del commissario tecnico Alejandro Sabella, già suo tecnico all'Estudiantes, entra stabilmente nel giro della Nazionale.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 18 aprile 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2002-2003 Argentina Estudiantes PD 7 1 - - - - - - - - - 7 1
2003-2004 PD 29 1 - - - - - - - - - 29 1
2004-2005 PD 33 4 - - - - - - - - - 33 4
2005-2006 PD 36 3 - - - CS+CL 2+10 0+0 - - - 48 3
2006-2007 PD 38 3 - - - - - - - - - 38 3
2007-2008 Germania Bayern Monaco BL 15 0 CdL+CG 1+3 0+0 CU 6 0 - - - 25 0
2008-2009 BL 17 2 CG 1 0 UCL 3 0 - - - 21 2
2009-gen. 2010 BL 3 0 CG 2 0 UCL 1 0 - - - 6 0
gen.-giu. 2010 Argentina Estudiantes PD 17 3 - - - CL 9 2 - - - 26 5
Totale Estudiantes 160 15 21 2 181 17
ago. 2010 Germania Bayern Monaco BL - - CG - - UCL - - SG 1 0 1 0
Totale Bayern Monaco 35 2 7 0 10 0 1 0 53 2
ago. 2010-2011 Italia Napoli A 24 1 CI 1 0 UEL 6 0 - - - 31 1
2011-2012 Ucraina Metalist PL 26 5 KU 0 0 UEL 12 2 - - - 38 7
2012-2013 PL 21 7 KU - - UEL 7 0 - - - 28 7
2013-gen. 2014 PL 17 5 KU 1 0 UCL[21] 2 0 - - - 20 5
Totale Metalist 64 17 1 0 21 2 86 19
gen.-giu. 2014 Spagna Atlético Madrid PD 12 0 CR 4 0 UCL 2 0 - - - 18 0
Totale carriera 295 35 13 0 60 4 1 0 369 39

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Cronologia presenze e reti in Nazionale Olimpica[modifica | modifica sorgente]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Estudiantes: Apertura 2006
Bayern Monaco: 2007
Bayern Monaco: 2007-2008
Bayern Monaco: 2007-2008
Bayern Monaco: 2010

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Pechino 2008

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sosa, l'agente: "Napoli? Si può trovare l'accordo", tuttomercatoweb.com, 07-08-2010.
  2. ^ (ES) José Sosa, futbolxxi.com. URL consultato il 21-08-2010.
  3. ^ (ES) Un Principito alemán, ole.com.ar, 27-02-2007. URL consultato il 21-08-2010.
  4. ^ (DE) FC Schalke 04 - Bayern 0-1, weltfussball.de, 28-07-2007. URL consultato il 21-08-2010.
  5. ^ (DE) FCB leiht Sosa bis Saisonende aus, fcbayern.de, 29-10-2009. URL consultato il 21-08-2010.
  6. ^ (DE) Bayern München - FC Schalke 04 2-0, kicker.de, 09-08-2010.
  7. ^ (EN) Sosa completes switch to Napoli, fcbayern.telekom.de, 30-08-2010.
  8. ^ Sosa e Yebda al Napoli, sscnapoli.it, 30-08-2010.
  9. ^ Napoli-Bari 2-2, sscnapoli.it, 12-09-2010.
  10. ^ Napoli, ancora il Matador. Cesena battuto, Milan a +3, gazzetta.it, 06-02-2011.
  11. ^ José Sosa - Serie A 2010-2011, worldfootball.net. URL consultato il 25-05-2011.
  12. ^ Ufficiale: Sosa al Metalist Kharkiv, tuttonapoli.net
  13. ^ [1], Metalist - Volyn
  14. ^ (ES) José Sosa: "Me llena de orgullo pertenecer a este equipo", clubatleticodemadrid.com
  15. ^ (EN) José Sosa, fifa.com. URL consultato il 21-08-2010.
  16. ^ José Sosa - Partite con la Nazionale, worldfootball.net. URL consultato il 21-08-2010.
  17. ^ (EN) Nigeria-Argentina 0-1, fifa.com, 23-08-2008.
  18. ^ (ES) Argentina le ganó con lo justo a los juveniles de Costa Rica, eldia.com.ar, 27-01-2010.
  19. ^ (EN) Provisional list of 30 players of Diego Maradona, afa.org.ar, 11-05-2010.
  20. ^ (ES) Todo sobre ruedas, ole.com.ar, 18-05-2010.
  21. ^ Turno preliminare

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]