José Antonio Abreu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
José Antonio Abreu alla conferenza TED del 2009

José Antonio Abreu (Valera, 7 maggio 1939) è un musicista, attivista, politico, educatore e accademico venezuelano, fondatore di El Sistema, una fondazione per la promozione sociale dell'infanzia e della gioventù attraverso un percorso innovativo di didattica musicale.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Attività politica e accademica[modifica | modifica wikitesto]

Nato il 7 maggio 1939 nella città di Valera, nell'ovest del Venezuela, José Antonio Abreu è discendente da una famiglia italiana di Marciana (isola d'Elba). Suo nonno materno, Antonio Anselmi Berti, era direttore della banda musicale del paese e nel 1897 emigrò a Monte Carmelo portando con sé 46 strumenti a fiato della propria orchestra.[1]

José Antonio Abreu ha studiato economia, materia per la quale ha ricevuto la laurea dall'Universidad Católica Andres Bello[2] e ha svolto alcuni studi sull'economia del petrolio all'Università del Michigan[2]. È stato deputato alla Camera nel vecchio parlamento del Venezuela. Fu anche un pedagogo.

Dopo la sua carriera politica, ha anche lavorato come professore di economia e diritto alla Universidad Simón Bolívar e alla sua Alma Mater. Sarebbe poi brevemente tornato in politica nel 1983 nella posizione di Ministro della cultura.

Nel 1967 ha ricevuto il Symphonic Music National Prize a riconoscimento della sua abilità.

Attività musicale[modifica | modifica wikitesto]

Abreu ha iniziato a studiare musica con Doralisa Jiménez de Medina a Barquisimeto. In seguito, ha seguito la Caracas Musical Declamation Academy dal 1957, dove ha studiato pianoforte con Moisés Moleiro, organo e clavicembalo con Evencio Castellanos, e composizione con Vicente Emilio Sojo.

El Sistema[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi El Sistema.

Nel 1975 ha fondato El Sistema, (Fundación del Estado para el Sistema Nacional de las Orquestas Juveniles e Infantiles de Venezuela, acronimo Fesnojiv, nome anglofono internazionale Foundation for the National Network of Youth and Children Orchestras of Venezuela).

Si tratta di un innovativo e collaudato metodo di insegnamento della musica ai giovani nei quali la musica assume il significato di via primaria per la promozione sociale e intellettuale.

Per il suo lavoro con El Sistema, ha ricevuto numerosissimi premi fra cui, nel 1993, il famoso IMC-UNESCO International Music Prize per la classe istituzioni[3] e, nel 2009, il TED Price.

Sotto la guida di Abreu, El Sistema partecipa a programmi di scambio e cooperazione con numerosi paesi fra cui la Spagna, alcune nazioni dell'America latina e con gli Stati Uniti e con artisti del calibro di Simon Rattle e Claudio Abbado, con il cui supporto si è cominciato anche a promuovere El Sistema in Italia (2010).

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
«Di iniziativa del Presidente della Repubblica»
— Roma, 11 marzo 2010[4]
Grande ufficiale dell'Ordine della stella della solidarietà italiana - nastrino per uniforme ordinaria Grande ufficiale dell'Ordine della stella della solidarietà italiana
— 25 aprile 2007[5]
Ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
«Su proposta della Presidenza del Consiglio dei ministri»
— 2 giugno 2001[4]
Ufficiale della Legion d'Onore - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale della Legion d'Onore
— 24 ottobre 2009

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Le radici elbane del Sistema Abreu, in Il Tirreno, 13 novembre 2010.
  2. ^ a b Soloists Bios | YOA Orchestra of the Americas
  3. ^ International Music Council - International Music Council
  4. ^ a b Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.
  5. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Pietro Serafin, Da Venezia al Venezuela, il paese dalle mille orchestre, in «A tutto arco», (rivista ufficiale di ESTA Italia-European String Teachers Association), anno 4, numero 7, 2011, pp. 2-13.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 244653193 LCCN: n95039754