Jornal do Brasil

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jornal do Brasil
Stato Brasile Brasile
Lingua portoghese
Periodicità quotidiano
Genere nazionale
Formato berlinese
Fondazione 1891
Direttore Nelson Tanure
Sito web http://jbonline.terra.com.br/
 

Il Jornal do Brasil (JB) è un quotidiano brasiliano in lingua portoghese.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il Jornal do Brasil, fondato nel 1891 da Rodolfo Epifânio de Sousa Dantas, personaggio legato ad ambienti filo-imperiali; il giornale è dunque tra i più antichi quotidiani del Brasile. I primi proprietari del Jornal do Brasil furono i conti Pereira Carneiro. Giornale conservatore per quasi un decennio, negli anni cinquanta assunse le caratteristiche di un quotidiano politico di centro sinistra. Nel 1960 un colpo di stato impone la chiusura di tutti i giornali di orientamento di sinistra, tra cui anche il Jornal do Brasil. Il quel periodo il JB scriveva le sue pagine di opposizione al regime attraverso le pagine di giornali europei, come El Pais, Le Figaro, The Guardian e l'Unità.

Il 31 agosto 2010, il Jornal ha chiuso l'edizione cartacea, proseguendo la pubblicazione solo come giornale online.[1]

Struttura[modifica | modifica sorgente]

Russia Hoje[modifica | modifica sorgente]

Con il Jornal do Brasil troviamo in allegato il quotidiano Russia Hoje, edizione settimanale di Rossiyskaya Gazeta, pubblicata in collaborazione con la Gazzetta dal Brasile in Lingua portoghese, con ampie pagine dedicate alle notizie economiche, politiche, della Russia.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (PT) Fine della versione cartacea

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]