Jone Morino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Jone Morino (Roma, 28 maggio 1896Roma, 14 settembre 1978) è stata un'attrice italiana.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nata a Roma, la Morino entra da adolescente nel mondo del teatro, prima con Eleonora Duse, negli anni successivi è nella Compagnia del Teatro Moderno diretto da Luigi Antonelli, poi recita con Ruggero Ruggeri, Nino Besozzi e Lamberto Picasso.

Negli anni trenta inizia a partecipare alla prosa radiofonica dell'EIAR, proseguendo l'attività davanti ai microfoni della RAI, all'interno della Compagnia di Prosa della Radio Italiana, sino agli anni 60, in commedie e radiodrammi.

Chiamata a insegnare recitazione all'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica, Silvio D'Amico, negli anni che vanno dal 1953 al 1969, avrà modo di avviare all'arte due generazioni di attori.

Debutta nel cinema al tempo del muto nel 1920, con il regista Gian Olando Vassallo nel film La sorella, proseguirà a lavorare davanti alla cinepresa, in parti secondarie, in un discreto numero di film sino al 1957, diretta da registi come Gennaro Righelli, Luciano Emmer, Camillo Mastrocinque, Mario Soldati e Luigi Zampa.

La drammatica fine[modifica | modifica sorgente]

A 82 anni, con grossi problemi esistenziali, ricoverata in una casa di riposo per anziani, affetta da una grave forma di depressione, decide di porre fine alla sua vita, lasciandosi cadere nel Tevere, i giorni successivi verrà brevemente ricordata, in poche righe, nelle pagine di cronaca dei quotidiani della capitale.

Prosa teatrale[modifica | modifica sorgente]

Prosa radiofonica RAI[modifica | modifica sorgente]

Prosa televisiva RAI[modifica | modifica sorgente]

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Le attrici, Gremese editore Roma 1999.
  • Il Radiocorriere, annate 1935 - 1970
  • Repertorio del Piccolo Teatro di Milano.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]